IVREA - Disabili visivi: l'Asl chiede una relazione sul servizio

| Il direttore Ardissone auspica una fattiva collaborazione tra le parti nell'interesse esclusivo degli utenti

+ Miei preferiti
IVREA - Disabili visivi: lAsl chiede una relazione sul servizio
In questi giorni è stata pubblicata la segnalazione di utenti del Centro di Riabilitazione Visiva di Ivrea in merito alla gestione del Servizio da parte dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus, che ha iniziato l’attività dal 1° dicembre 2014 in seguito a procedura di gara. Venerdì 17 luglio la Direzione Aziendale ha avuto un incontro con l’UICI e, in questa occasione, si è effettuata una prima analisi sulle attività svolte a seguito dell’affidamento del servizio, prendendo atto che, a quella data, mai erano pervenute segnalazioni ufficiali di disservizio all’Azienda. 
 
Casualità vuole che, successivamente all’incontro, pervenisse all’ASL la segnalazione sottoscritta da diversi utenti del Centro. Sulla base di questa segnalazione è stato convocato un momento di verifica tra il referente aziendale dottor Demarie, medico oculista, e la Direzione Aziendale, che si è svolto martedì 28 luglio. A questo proposito, seguono alcune note su quanto discusso.
 
Le pratiche per la concessione degli ausili agli aventi diritto competono esclusivamente all’ASL e non possono essere delegate, fatto salvo il supporto da parte delle Associazioni agli associati/utenti nella compilazione della richiesta. Le domande sono rivolte all’ASL che, ai sensi di legge, è obbligata a effettuare tutti i controlli necessari, non potendo essere sostituita nei compiti di verifica da altri soggetti. Pertanto, né negli anni passati né nel presente risulta possibile l’autorizzazione di ausili a coloro che non ne abbiano diritto. Stante le segnalazioni ricevute, l’Azienda disporrà comunque le dovute verifiche attraverso gli organi interni a ciò deputati, nella convinzione che ciò che è stato fatto si sia svolto in modo regolare.
 
Per quanto concerne il rispetto dei contenuti tecnici della convenzione tra l’ASL e l’UICI, è stato richiesto al dottor Demarie di svolgere un’accurata verifica e di fornire alla Direzione una relazione in merito, sulla base della quale la stessa Direzione potrà esperire valutazioni ed eventuali attività conseguenti. In riferimento agli interventi domiciliari di riabilitazione alla mobilità, è opportuno segnalare che la Convenzione tra l’ASL e l’UICI, così come quelle precedenti con l’APRI, non esplicita la sede – Centro o domicilio – in cui debbano essere svolti gli interventi di riabilitazione. In ogni caso, gli interventi domiciliari non sono stati sospesi. Al momento non sono state avanzate richieste in proposito, ma qualora l’utenza li richiedesse saranno valutati caso per caso dagli operatori del Centro e dal Servizio di Oculistica competente.
 
Il finanziamento pubblico dedicato, costituito da un fondo ministeriale e da un fondo regionale, è finalizzato alla riabilitazione visiva nel suo complesso, quindi sia alla riabilitazione clinica, di competenza dell’ASL territorialmente competente, sia alla riabilitazione sociale, oggetto della convenzione in questione. Nello specifico, il finanziamento dedicato deve essere utilizzato per i costi del personale dell’Azienda che si occupa della riabilitazione clinica (medici oculisti e ortottisti in particolare), per i costi di gestione da parte delle Associazioni (che si occupano della riabilitazione sociale), per la formazione degli operatori dedicati, per i costi di gestione dei locali (utenze varie) e per gli investimenti (ristrutturazione e manutenzione dei locali, acquisto di materiali e di attrezzature). L’utilizzo di tali fondi, esclusivamente finalizzati alla riabilitazione visiva, sia clinica sia sociale, è debitamente rendicontato alla Regione. 
 
In conclusione di incontro, il Direttore Generale, Lorenzo Ardissone, auspicando una fattiva collaborazione tra tutte le parti nell’interesse esclusivo degli utenti del nostro territorio, ha chiesto al dottor Demarie ancora un maggior impegno nel governo del Centro affinché gli utenti ricevano tutte le risposte necessarie, come disposto dallo stesso dottor Demarie in qualità di referente aziendale per il Centro di Riabilitazione Visiva.
Cronaca
SAN BENIGNO CANAVESE - Incidente mortale: identificato lo sfortunato centauro, aveva solo 38 anni - FOTO e VIDEO
SAN BENIGNO CANAVESE - Incidente mortale: identificato lo sfortunato centauro, aveva solo 38 anni - FOTO e VIDEO
E' stato identificato il motociclista di Volpiano che oggi pomeriggio ha perso la vita a seguito di un drammatico incidente stradale avvenuto a San Benigno Canavese. L'incidente si è verificato al chilometro nove della provinciale 40
SAN BENIGNO - Tragedia sulla provinciale: muore giovane motociclista di Volpiano
SAN BENIGNO - Tragedia sulla provinciale: muore giovane motociclista di Volpiano
Tragedia oggi pomeriggio intorno alle 16:30 sulla provinciale 40 che collega San Benigno Canavese con Volpiano, dove un motociclista di 37 anni in sella alla propria Kawasaki Ninja è morto nello scontro con un Piaggio Porter
BORGARO - Scatta il divieto per i mezzi pesanti in via Italia
BORGARO - Scatta il divieto per i mezzi pesanti in via Italia
L'ordinanza entrerà in vigore da lunedì primo luglio pertanto la Polizia Locale effetturà giornalmente dei posti di controllo
IVREA - Pesta l'ex compagna alla fermata del bus per rubarle il telefono: 51enne arrestato dalla polizia
IVREA - Pesta l
La donna è finita in ospedale a causa delle botte subite. L'uomo è stato arrestato dagli agenti del commissariato di Ivrea. Si tratta di un cinquantunenne italiano, residente in città. Era già stato arrestato lo scorso 22 aprile
DRAMMA A CUORGNE' - Un ragazzo di 36 anni si è sparato in giardino
DRAMMA A CUORGNE
Ancora un suicidio in Canavese. L'episodio si è verificato in frazione Priacco. Il corpo ritrovato senza vita dai genitori
RIVAROLO CANAVESE - Cocaina purissima nascosta nel muro: un arresto e una denuncia - FOTO e VIDEO
RIVAROLO CANAVESE - Cocaina purissima nascosta nel muro: un arresto e una denuncia - FOTO e VIDEO
Operazione anti spaccio dei carabinieri di Rivarolo Canavese. I militari hanno chiesto l'intervento dei cinofili: i due cani Jecky e Johnny hanno ritrovato la droga nascosta. Per il padrone di casa è scattato l'arresto
BUSANO - Incidente stradale, ferito uno scooterista - FOTO
BUSANO - Incidente stradale, ferito uno scooterista - FOTO
Alcuni automobilisti di passaggio hanno chiamato il 118. La dinamica del sinistro è al vaglio dei carabinieri di Venaria
CHIVASSO-IVREA-AOSTA - Nubifragio, treni con ritardi fino a 60 minuti
CHIVASSO-IVREA-AOSTA - Nubifragio, treni con ritardi fino a 60 minuti
A Strambino c'è stato un allagamento della sede ferroviaria che ha provocato altri rallentamenti e inevitabili ritardi sulla tratta
CANAVESE - Nuova vita per le storiche cassette rosse della posta
CANAVESE - Nuova vita per le storiche cassette rosse della posta
Le storiche cassette rosse che dal 1961 arredano le nostre città sono interessate da un programma di restyling
FORNO - Giornata speciale con la Fanfara della Taurinense - VIDEO
FORNO - Giornata speciale con la Fanfara della Taurinense - VIDEO
In occasione del 250esimo anniversario, la Filarmonica Fornese ha avuto l'occasione di ospitare la Fanfara Alpina
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore