IVREA - Dopo il fallimento, presidio dei lavoratori Comital di Volpiano davanti al tribunale

| Le Rsu sindacali contestano la decisione del tribunale eporediese che il 19 giugno ha decretato il fallimento della storica azienda di Volpiano rigettando l'ipotesi della continuità produttiva. Ora a rischio c'è anche la cassa integrazione

+ Miei preferiti
IVREA - Dopo il fallimento, presidio dei lavoratori Comital di Volpiano davanti al tribunale
Presidio dei lavoratori della Comital di Volpiano, questa mattina, davanti al tribunale di Ivrea. Le Rsu sindacali contestano la decisione del tribunale eporediese che il 19 giugno ha decretato il fallimento della storica azienda di Volpiano rigettando l'ipotesi della continuità produttiva. «La decisione - scrive la Fiom Cgil in un volantino - non permette di mantenere in attività l'azienda e priva i 110 dipendenti della cassa integrazione già concessa fino a novembre». I sindacati chiedono al tribunale di rivedere la decisione e un maggiore impegno alle istituzioni locali sulla vertenza Comital.

«La Regione Piemonte ha sempre seguito con la massima attenzione la vicenda, facendosi da mediatore tra le parti, fino al raggiungimento, nel novembre dello scorso anno al termine di una lunga e complicata trattativa, dell’accordo sulla sospensione dei licenziamenti e il ricorso alla cassa integrazione per crisi aziendale per 12 mesi - ha detto l'altro giorno l'assessore regionale al lavoro, Gianna Pentenero - il fallimento apre scenari imprevisti e preoccupanti, su cui è necessario avviare subito un confronto».

Nessuno degli imprenditori interessati all'acquisto della Comital, infatti, si è davvero fatto avanti per salvare l'azienda, la sua produzione e i 110 lavoratori. Dipendenti che non si sono arresi e hanno presidiato i cancelli per mesi (articoli sotto) fino ad ottenere la cassa integrazione straordinaria e consentire a possibili acquirenti di farsi avanti. Il termine per la presentazione delle offerte, però, è scaduto il 6 giugno senza nessuna proposta concreta.

Una delegazione è stata ricevuta dal Presidente del Tribunale Vincenzo Bevilacqua, insieme al curatore fallimentare. "Abbiamo evidenziato al Presidente del Tribunale lo sconcerto dei lavoratori di fronte ad una decisione che, in assenza di continuità dell'attività aziendale, ha come conseguenza l'immediato venir meno della cassa integrazione prevista fino a novembre - dicono Federico Bellono e Julia Vermena - è stato fatto presente che tale situazione può essere recuperata in presenza di una prospettiva di vendita o affitto dell'azienda, a cui il curatore intende lavorare con la massima celerità. La situazione è molto delicata, i lavoratori rischiano di restare senza lavoro e senza reddito: abbiamo davanti a noi poco tempo e serve l'impegno di tutti, a partire dalla Regione e dal Governo. Per dare subito un segnale di massima attenzione a questa vertenza, insieme al Comune di Volpiano, abbiamo deciso un'assemblea pubblica ai cancelli della Comital per venerdì prossimo, 29 giugno, a partire dalle 10, aperta ai sindaci, alle istituzioni locali e ai parlamentari piemontesi".

Galleria fotografica
IVREA - Dopo il fallimento, presidio dei lavoratori Comital di Volpiano davanti al tribunale - immagine 1
IVREA - Dopo il fallimento, presidio dei lavoratori Comital di Volpiano davanti al tribunale - immagine 2
IVREA - Dopo il fallimento, presidio dei lavoratori Comital di Volpiano davanti al tribunale - immagine 3
Cronaca
CANAVESE - Presi i rapinatori delle farmacie: un uomo e una donna di Castellamonte e Ivrea
CANAVESE - Presi i rapinatori delle farmacie: un uomo e una donna di Castellamonte e Ivrea
I carabinieri li hanno arrestati due giorni fa, al termine di una lunga indagine coordinata dalla Procura di Ivrea. Secondo gli inquirenti i due andavano a colpo sicuro. Almeno sei le rapine messe a segno
CERESOLE REALE - Scivolano vicino al Serrù: due donne ferite
CERESOLE REALE - Scivolano vicino al Serrù: due donne ferite
Provvidenziale intervento del soccorso alpino che ha tratto in salvo le quattro escursioniste in difficoltà
INGRIA - I vincitori della Foto Escursione aspettando la Patronale
INGRIA - I vincitori della Foto Escursione aspettando la Patronale
E' stata proclamata l'immagine vincitrice, intitolata "La storia della borgata in uno scatto, pomeriggi passati ad ammirare", scattata dall'esperto fotografo Alberto Peracchio
CANAVESE - Ennesimo nubifragio: pronto soccorso Chivasso Ko
CANAVESE - Ennesimo nubifragio: pronto soccorso Chivasso Ko
Una bomba di acqua si è abbattuta con violenza questa sera in una vasta zona di alto e basso Canavese
BARBANIA - Impresario ucciso in Colombia: indagini a una svolta?
BARBANIA - Impresario ucciso in Colombia: indagini a una svolta?
Le indagini sono coordinate dalla polizia colombiana ma anche in Italia gli accertamenti stanno seguendo una pista precisa
IVREA - Dieci lavoratori in nero nel ristorante: multa di 50 mila euro per il titolare
IVREA - Dieci lavoratori in nero nel ristorante: multa di 50 mila euro per il titolare
Dieci lavoratori in nero, sanzioni per 50.000 euro oltre alla proposta di sospensione della attività. Sono i numeri di un intervento della Guardia di Finanza che nei giorni scorsi ha controllato un ristorante di Ivrea
IVREA - Muore investita sulle strisce pedonali: addio ad una storica commerciante della città
IVREA - Muore investita sulle strisce pedonali: addio ad una storica commerciante della città
La donna è stata soccorsa dal personale del 118 e trasportata al pronto soccorso d'Ivrea. Le sue condizioni, purtroppo, sono precipitate dopo il ricovero. Il conducente dell'auto che l'ha travolta rischia una denuncia per omicidio stradale
CASCINETTE - Rapinatore con una pistola assalta la farmacia del paese
CASCINETTE - Rapinatore con una pistola assalta la farmacia del paese
Un rapinatore solitario è entrato all'interno dell'esercizio fingendosi cliente. In quel momento c'erano due clienti e due dottoresse
CASTELLAMONTE - Vende auto col contachilometri taroccato a un disabile che lo denuncia
CASTELLAMONTE - Vende auto col contachilometri taroccato a un disabile che lo denuncia
Nei guai il titolare di un concessionario di auto. All'atto della vendita, l'uomo ha dichiarato su un'utilitaria circa 100 mila chilometri: in realtà il mezzo ne aveva percorsi quasi il doppio. Il raggiro non è andato a buon fine
FAVRIA - Incidente stradale: auto finisce contro una casa - FOTO
FAVRIA - Incidente stradale: auto finisce contro una casa - FOTO
Il mezzo, per fortuna, ha solo sfiorato una centralina del gas metano. La dinamica è ora al vaglio dei carabinieri
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore