IVREA - Fuochi d'artificio di Carnevale: si faranno la domenica

| La Fondazione dello Storico Carnevale intende far chiarezza sulla questione “fuochi” che ha scatenato molte polemiche

+ Miei preferiti
IVREA - Fuochi dartificio di Carnevale: si faranno la domenica
La Fondazione dello Storico Carnevale intende far chiarezza sulla questione “fuochi” che nelle ultime settimane ha scatenato molte polemiche all’interno della città di Ivrea. E lo fa con un comunicato che vi riportiamo nella sua interezza.
 
«Il tema della collocazione dello spettacolo pirotecnico nel calendario 2017 è stato certamente uno dei temi più dibattuti sia tra la cittadinanza eporediese sia all’interno del CdA. Il Consiglio, prima di prendere una decisione definitiva, ha accolto e discusso internamente tutti i rilievi sollevati sia dagli organi di informazione sia da gruppi spontanei di cittadini. Ha quindi condiviso e chiesto il parere di tutte le componenti prima di esprimersi, agendo sempre in modo collegiale e sempre nell’interesse del Carnevale e della città di Ivrea. Sono state attentamente valutate sia le motivazioni che giustificavano un ritorno dei fuochi il sabato sera, sia le ragioni che hanno portato alla scelta di mantenere i fuochi nella serata di domenica. Queste ultime sono sembrate alla Fondazione più rilevanti e più rispondenti al fine ultimo di valorizzare la Festa nel suo complesso, andando oltre all’appuntamento di maggior richiamo che è sempre stato, e rimane, la serata del sabato sera, con la presentazione della Vezzosa Mugnaia.
 
Negli ultimi anni, prima della loro collocazione attuale, i fuochi, uniti a una sfilata troppo lunga e disordinata, hanno creato ingorghi e rallentamenti al Corteo Storico, con conseguenze negative sul programma (congestionato), sulla qualità della sfilata (che di fatto si bloccava in concomitanza dei fuochi) e sull’interesse verso le feste in piazza (abbandonate dal pubblico e dagli aranceri durante lo svolgimento dello spettacolo pirotecnico).
 
Il mantenimento dei fuochi la domenica sera non deve quindi essere visto come una scelta a sé stante e decontestualizzata, tantomeno come una sfida o un mancato ascolto delle ragioni contrarie, ma si spiega solo in ragione di uno sforzo teso a valorizzare il programma del sabato, snellire e rendere più godibile la sfilata anche dal pubblico e dare maggior risalto alle feste in piazza, troppo spesso sacrificate. L’invito, accolto già da alcune squadre di aranceri, a ridurre il numero dei partecipanti alla sfilata, e lo spostamento del Veglione della Mugnaia la domenica sera dopo i fuochi, sono azioni che vanno nella stessa direzione e sono anch’esse coerenti con l’obiettivo di valorizzare il Carnevale nel suo complesso. Tali decisioni sono parte di un progetto organico e pertanto vanno valutate nel loro insieme, e non singolarmente. La Fondazione è ben consapevole che, purtroppo, è impossibile rispondere alle esigenze di tutti i singoli o di gruppi ai quali riconosciamo la stessa passione e attaccamento alle tradizioni carnevalesche che hanno guidato le nostre scelte.
 
La Fondazione ritiene che i fuochi la domenica sera non solo possano rappresentare la giusta cornice al Veglione della Mugnaia, che tornerà vera protagonista e non solo fugace comparsa del ballo organizzato in suo onore, ma possano anche fornire a molte famiglie, spesso giovani con bambini, l’opportunità di riavvicinarsi al Carnevale proprio attraverso questo momento, vivendo con la giusta tranquillità e serenità uno spettacolo straordinario».
Cronaca
CASTELLAMONTE - Gran finale per la Mostra della Ceramica
CASTELLAMONTE - Gran finale per la Mostra della Ceramica
Domenca «Cammin'arte» e alla sera, con la chiusura dei punti mostra alle 20, l'atteso concerto di Francesco Taskayali
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il 17 ottobre inizia il processo alla mamma di Gabriele Defilippi
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il 17 ottobre inizia il processo alla mamma di Gabriele Defilippi
«Leggeremo le motivazioni e valuteremo cosa fare. Ma prima ci sarà il processo a Caterina Abbattista». Il procuratore capo di Ivrea, Giuseppe Ferrando, ha commentato così la sentenza del gup Alessandro Scialabba sul caso Rosboch
VOLPIANO - Auto prende fuoco: il conducente se ne va... - FOTO
VOLPIANO - Auto prende fuoco: il conducente se ne va... - FOTO
Intervento dei vigili del fuoco oggi pomeriggio nei pressi del passaggio a livello della stazione. Indagini sul proprietario del mezzo
CUORGNE' - Paura all'interno della Federal Mogul, scatta l'evacuazione
CUORGNE
L'allarme scattato per una possibile intossicazione nel reparto cuscinetti. Una cinquantina di dipendenti fatti evacuare
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il papà di Gloria: «Sia maledetto chi ha ucciso mia figlia» - VIDEO
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il papà di Gloria: «Sia maledetto chi ha ucciso mia figlia» - VIDEO
Ettore Rosboch all'uscita dal tribunale si scaglia contro la sentenza. Anche la madre di Gloria, Marisa Mores, si dice insoddisfatta. La famiglia aveva chiesto giustizia per la morte della loro unica figlia
OMICIDIO ROSBOCH - 30 ANNI DI CARCERE PER GABRIELE DEFILIPPI: EVITATO L'ERGASTOLO
OMICIDIO ROSBOCH - 30 ANNI DI CARCERE PER GABRIELE DEFILIPPI: EVITATO L
Si è chiuso il processo di primo grado per l'omicidio della povera professoressa di Castellamonte. L'ex allievo, reo-confesso del delitto, è stato condannato a trent'anni. Accolta solo in parte la richiesta della procura di Ivrea
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Le tappe fondamentali dell'assassinio di Gloria Rosboch - VIDEO
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Le tappe fondamentali dell
Si è chiuso al tribunale di Ivrea, oggi, un altro capitolo della lunga storia che ha portato all'efferato omicidio della professoressa Rosboch. Ecco il riassunto di quanto avvenuto in alcune tappe fondamentali
INGRIA - Gara di rutti: il sindaco difende la manifestazione
INGRIA - Gara di rutti: il sindaco difende la manifestazione
Il piccolo Comune della Valle Soana difende la scelta di ospitare la gara goliardica e benefica dopo le tante polemiche emerse
CUORGNE' - Riparato il Gesù bambino decapitato dai vandali
CUORGNE
La statua affidata alla restauratrice Sara Bertella è stata riconsegnata a Pezzetto in settimana e quindi riposizionata
SCARMAGNO - Auto contro moto sulla Sp82: centauro grave al Cto
SCARMAGNO - Auto contro moto sulla Sp82: centauro grave al Cto
Nei campi vicino alla provinciale è atterrato l'elisoccorso. Dinamica dell'incidente stradale al vaglio dei carabinieri
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore