IVREA - Il New York Times boccia la città: «Troppa nostalgia di Olivetti, l'effetto Unesco ancora non si vede»

| L'inviato del giornale americano ha raccontato in un reportage la storia della città, il legame con l'Olivetti, lo sviluppo degli anni d'oro e il declino seguito alla scomparsa di Adriano Olivetti. Con parole anche dure...

+ Miei preferiti
IVREA - Il New York Times boccia la città: «Troppa nostalgia di Olivetti, leffetto Unesco ancora non si vede»
Non lusinghiero il quadro di Ivrea città patrimonio dell'umanità Unesco tratteggiato nei giorni scorsi dal New York Times. L'inviato del giornale americano ha raccontato in un reportage la storia della città, il legame con l'Olivetti, lo sviluppo degli anni d'oro e il declino seguito alla scomparsa di Adriano Olivetti. Con parole anche dure quando si è trattato di rilevare l'impercettibile presenza del riconoscimento Unesco all'interno della città.

«Ivrea per un certo periodo fu probabilmente la città aziendale più progressista e di successo in qualsiasi parte del mondo, esistente non per motivi di controllo o convenienza, ma piuttosto per rappresentare un nuovo tipo di idealismo aziendale di breve durata, in cui affari, politica, architettura e la vita quotidiana dei dipendenti si influenzavano a vicenda - scrive il giornale - al suo apice l'azienda contava 73.283 lavoratori in tutto il mondo; oggi ne ha circa 400. Ma è la città che è stata colpita più profondamente. Oggi Ivrea ha una popolazione di 24.000 abitanti, avendo perso un quarto dei suoi abitanti dagli anni '80». Il New York Times, ripercorrendo la storia della Olivetti, ne mette in luce i caratteri di eccezionale novità che furono alla base del successo dell'azienda eporediese. Non mancano parole di critica verso le gestioni successive a quella di Adriano, compresa quella targata De Benedetti.

«Nel 2018 l'Unesco ha dichiarato Ivrea patrimonio dell'umanità: finora l'effetto è stato impercettibile, nel bene e nel male. Arrivando in treno da Torino, non si ha l’idea di trovarsi in una ex capitale del design industriale. Un nulla inquietante e incantato prevale. Ad eccezione di una serie di cartelli esplicativi sbiaditi lungo la strada principale della città, ci sono pochi segni che indicano gli edifici simbolo. Solo uno degli edifici per uffici è ancora in uso. Una ex fabbrica è stata trasformata in una palestra. Molte delle restanti decine di strutture sono vuote, monumenti senza parole per un'utopia interrotta».

«Dall'alto Ivrea è una clessidra - scrive il New York Times - stretta nel mezzo dove è attraversata dal fiume Dora Baltea. Il lato nord è il centro storico, con la solita serie di strade acciottolate schiacciate che si riversano in piazze ariose. Il lato meridionale è dove si trova il decrepito patrimonio industriale e gestionale della città. Via Jervis è la strada principale. Attraversarla a piedi è sperimentare la desolazione di un'idea. Un edificio per uffici sembra sbiadito e insignificante senza il ronzio dell'attività che deve averlo circondato una volta. I campi da tennis sono coperti di erbacce. Olivetti voleva costruire, come scrisse il critico di architettura modernista Mario Labó, "un luogo di lavoro governato dal progresso, guidato dalla giustizia e licenziato dalla luce della bellezza". I lavoratori sono diventati parte della direzione della società attraverso un sistema di codecisione, contribuendo così alla costruzione delle istituzioni assistenziali che li soddisfacevano».

«Ma negli anni '70, le persone passavano dalle macchine da scrivere ai dispositivi elettronici, e sebbene la società avesse creato quello che è considerato il primo personal computer, il P101, il successo della società su questo fronte si era bloccato. Qualunque sia la ragione, il mancato raggiungimento dei risultati nell'informatica ha condannato l'azienda e, almeno nel breve termine, Ivrea con essa».

Cronaca
SANITA' - Allerta coronavirus cinese: ecco dieci risposte per non farsi prendere dal panico
SANITA
Il Ministero della Salute ha diffuso un vademecum con domande e risposte su tutto quello che c'è da sapere
FELETTO - Blitz della guardia di finanza dai cinesi: 250mila articoli potenzialmente pericolosi sequestrati - VIDEO
FELETTO - Blitz della guardia di finanza dai cinesi: 250mila articoli potenzialmente pericolosi sequestrati - VIDEO
I finanzieri hanno sequestrato, oltre a prodotti tessili con false indicazioni di provenienza, 250mila articoli non conformi in materia di sicurezza prodotti e potenzialmente pericolosi per la salute degli acquirenti
BORGOMASINO - Vigile del fuoco ferito mentre spegne l'incendio
BORGOMASINO - Vigile del fuoco ferito mentre spegne l
A causa del cedimento del solaio, il vigile del fuoco è caduto da un'altezza di circa tre metri, precipitando dentro la casa
CIRIE' - 25mila euro di tagliaerba rubati in garage: 42enne nei guai
CIRIE
Il materiale sequestrato dai militari dell'Arma è custodito nella caserma di Mathi in attesa di identificare i proprietari
FELETTO - Spaventoso incidente sulla 460, strada chiusa e traffico in tilt - FOTO E VIDEO
FELETTO - Spaventoso incidente sulla 460, strada chiusa e traffico in tilt - FOTO E VIDEO
La dinamica del sinistro è al vaglio della Polizia Stradale di Torino. La 460 è stata chiusa al traffico per permettere l'afflusso dei mezzi di soccorso. Sul posto sono intervenute diverse ambulanze del 118 e i vigili del fuoco di Ivrea
VOLPIANO - Incidente stradale in corso Kant: marito e moglie feriti
VOLPIANO - Incidente stradale in corso Kant: marito e moglie feriti
Per estrarre la coppia rimasta incastrata tra le lamiere della Lancia Y si è reso necessario anche l'intervento dei vigili del fuoco
INQUINAMENTO - Semaforo arancione: blocco degli Euro 4 diesel anche a Ivrea, Chivasso, Leini e Volpiano
INQUINAMENTO - Semaforo arancione: blocco degli Euro 4 diesel anche a Ivrea, Chivasso, Leini e Volpiano
Blocco a Beinasco, Borgaro, Collegno, Grugliasco, Moncalieri, Nichelino, Orbassano, Rivalta, Rivoli, San Mauro, Settimo, Venaria Reale, Caselle, Chivasso, Leinì, Mappano, Pianezza, Volpiano, Carmagnola, Vinovo, Chieri, Ivrea e Torino
OMICIDIO A NICHELINO - 49enne di Forno Canavese uccide il compagno con una coltellata al cuore: assolta per legittima difesa
OMICIDIO A NICHELINO - 49enne di Forno Canavese uccide il compagno con una coltellata al cuore: assolta per legittima difesa
La donna, subito dopo l'omicidio avvenuto in un appartamento di via Juvarra a Nichelino, aveva chiamato la madre confessando il delitto, frutto di una reazione ad un'aggressione dalla quale aveva tentato di difendersi
VISCHE - Ordigno della guerra inesploso trovato in un cascinale
VISCHE - Ordigno della guerra inesploso trovato in un cascinale
Sono intervenuti gli artificieri dell'Arma alla periferia di Vische per un ordigno inesploso della seconda guerra mondiale
IVREA - Formazione «salvavita» a cura della Croce Rossa
IVREA - Formazione «salvavita» a cura della Croce Rossa
L'anno appena iniziato ha visto i volontari del comitato eporediese già impegnati in servizi di formazione alla popolazione
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore