IVREA - Negli ospedali del Canavese cinque prelievi multiorgano

| «Stiamo applicando con grande impegno le recenti disposizioni del Centro Regionale Trapianti», dice il direttore dell'Asl To4, Ardissone

+ Miei preferiti
IVREA - Negli ospedali del Canavese cinque prelievi multiorgano
Negli Ospedali di Chivasso, di Ciriè e di Ivrea dell’ASL TO4, nel 2016, sono stati cinque i prelievi multiorgano effettuati. 
Il primo del 2017 è stato eseguito all’Ospedale di Ciriè lo scorso 5 gennaio. L’idoneità della donatrice, di 82 anni, è stata identificata presso il reparto di Rianimazione del Presidio ospedaliero ciriacese, dove è stata verificata la morte cerebrale, conseguente a emorragia cerebrale, secondo il protocollo regionale. Accertato lo stato di morte cerebrale, si è proceduto a informare i parenti dell’irreversibilità della condizione clinica della propria congiunta e a proporre la donazione degli organi. I familiari hanno prontamente risposto in modo affermativo alla richiesta dei medici rianimatori, che hanno così potuto attivare la complessa macchina organizzativa del prelievo e del trapianto d’organi. Grazie alla generosità e alla sensibilità dei familiari è stato possibile procedere al prelievo di reni e fegato. Il fegato è stato trapiantato presso il Presidio ospedaliero Molinette di Torino, i reni sono stati trasportati in Lombardia. 
 
“Stiamo applicando con grande impegno anche le più recenti disposizioni del Centro Regionale Trapianti – commenta il Direttore Generale dell'Asl To4, Lorenzo Ardissone –, che è attualmente orientato a superare i tradizionali limiti di età per l’idoneità al prelievo e ad accogliere l’evidenza del fattibile utilizzo di organi provenienti anche da soggetti in età in passato considerata troppo avanzata”. Le nuove tecniche di trattamento preimpianto degli organi prelevati, infatti, rende possibile allargare nella popolazione la base di prelievo utile. 
 
L’iter che porta alla selezione del donatore, all’osservazione clinica che accerti secondo legge la morte cerebrale presso la rianimazione e alla predisposizione di una sala operatoria adeguata al prelievo richiede l’attivazione di un sistema organizzato a monte che non può in alcun modo essere improvvisato. Sebbene il numero di prelievi d’organo per anno sia generalmente esiguo, la massima efficienza dell’apparato sanitario-organizzativo preposto è costante e richiede un continuo aggiornamento sia culturale sia organizzativo da parte degli operatori sanitari coinvolti. 
 
Molte sono le figure professionali reclutate nel percorso che va dall’osservazione al prelievo: medici anestesisti-rianimatori, coordinatore e infermieri di Rianimazione, medico legale, medico di Direzione Sanitaria, medico neurologo e tecnico di elettroneurofisiologia, coordinatore e infermieri strumentisti di sala operatoria, chirurghi prelevatori del team regionale, medici e tecnici di Laboratorio, cui si aggiunge l’imprescindibile supporto del Centro di coordinamento regionale.
“Da parte nostra – aggiunge Ardissone – vogliamo esprimere un duplice ringraziamento. Ai familiari che hanno autorizzato il prelievo, per il grande gesto di altruismo e di generosità dimostrato. E a tutti gli operatori coinvolti, che hanno agito con la massima professionalità, competenza, sensibilità e umanità. Tutto il sistema organizzativo sanitario ha dimostrato la sua compiutezza ed efficienza”.
Dove è successo
Cronaca
CUORGNE' - Principio d'incendio sul treno Gtt della Canavesana diretto a Rivarolo Canavese - FOTO E VIDEO
CUORGNE
Attimi di tensione oggi pomeriggio intorno alle 14 alla stazione di Cuorgnè per la ferrovia canavesana. Una littorina diretta a Rivarolo Canavese si è dovuta immediatamente fermare a causa di un principio di incendio
CUORGNE' - Incendio sul treno: la littorina guasta è del 1972 - FOTO e VIDEO
CUORGNE
Il guasto occorso oggi pomeriggio alla littorina «Aln 668905 St» della ferrovia Canavesana riporta d'attualità il problema del materiale rotabile. Da anni il territorio chiede investimenti: anche sul tema sicurezza dei passeggeri
VOLPIANO - Comital: stop ai licenziamenti fino al 15 novembre
VOLPIANO - Comital: stop ai licenziamenti fino al 15 novembre
Colpo di scena nelle trattative tra azienda e sindacati: ora, però, dovranno partire gli incontri con i potenziali acquirenti
CANAVESE - La Regione rinnova lo stato di emergenza per gli incendi
CANAVESE - La Regione rinnova lo stato di emergenza per gli incendi
In Canavese gli interventi di natura maggiore hanno riguardato un vasto incendio boschivo a Quassolo e una serie di incendi sopra Locana
VALPERGA - Inaugurata la nuova isola robotica del Ciac - VIDEO
VALPERGA - Inaugurata la nuova isola robotica del Ciac - VIDEO
Inaugurata la nuova isola robot fornita dalla Sata per una didattica sempre più orientata verso una specializzazione di alto livello
SANITA' - Allattamento materno: eventi a Ciriè, Rivarolo, Ivrea e Castellamonte
SANITA
L'Asl To4 del Canavese aderisce anche quest'anno alla Settimana mondiale per l'Allattamento Materno
CANAVESE - Allarme siccità: mai così male negli ultimi dieci anni
CANAVESE - Allarme siccità: mai così male negli ultimi dieci anni
Nel periodo delle piogge autunnali, vi sono mediamente 100-120 millimetri di acqua disponibile nei primi 30 centimetri di suolo mentre attualmente lo strato di terreno è completamente secco
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Chiesta la rogatoria internazionale agli Usa per ispezionare gli archivi di Facebook e Google
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Chiesta la rogatoria internazionale agli Usa per ispezionare gli archivi di Facebook e Google
La procura di Ivrea ha chiesto la rogatoria internazionale per poter esaminare una serie di messaggi comparsi sui social network e inviati tramite posta elettronica tra Gabriele Defilippi e la madre. Deciderà un giudice della California
AGLIE' - Lavori in corso contro gli allagamenti: strade chiuse e disagi
AGLIE
I cantieri serviranno per la nuova tubazione utile alla riduzione delle acque in caso di nubifragi e al potenziamento della fogna
IVREA - Paziente muore per aneurisma: radiologa condannata a otto mesi
IVREA - Paziente muore per aneurisma: radiologa condannata a otto mesi
La specialista ritenuta colpevole di una diagnosi errata nei confronti di un paziente di 34 anni. Paziente che poi è deceduto
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore