IVREA - Processo Olivetti: secondo l'Asl, l'amianto è ancora presente nei capannoni dell'azienda

| Colpo di scena nel corso della prima udienza. Le ispezioni dello Spresal avrebbero rilevato la presenza di amianto nelle fabbriche a distanza di anni dai fatti che vengono contestati nel processo

+ Miei preferiti
IVREA - Processo Olivetti: secondo lAsl, lamianto è ancora presente nei capannoni dellazienda
Il processo Olivetti a Ivrea, ieri mattina, si è aperto con un mezzo colpo di scena. Nei mesi scorsi il personale dello Spresal dell'Asl To4 ha effettuato una serie di ispezioni nei capannoni dismessi dell'azienda, confermando, ancora oggi, la presenza di amianto a distanza di anni dai fatti che vengono contestati nel processo e che avrebbero portato al decesso di tredici lavoratori Olivetti. Verbali, quelli dell'Asl, che rafforzano la tesi della procura di Ivrea: i manager dell'azienda (in diciotto sono a processo) sapevano dell'amianto e non hanno mai fatto nulla per proteggere i lavoratori.
 
Il giudice Elena Stoppini ha acquisito gli atti nonostante l'opposizione delle difese. Tra gli imputati, nessun nome eccellente era presente in aula. C'era solo Filippo Demonte Barbera, 83 anni, amministratore delegato della Ope dal novembre del 1985 al giugno del 1987. L'azienda era una controllata della Olivetti. L’uomo è a processo per la morte di un operaio che lavorava negli stabilimenti di San Bernardo d’Ivrea. «Non ho mai avuto nozione che all’epoca ci fossero problemi legati all’amianto - ha detto il pensionato - ero amministratore della Ope ma non seppi mai nulla».
 
Il pubblico ministero Laura Longo ha chiesto al giudice anche l'acquisizione dei documenti manoscritti e le dichiarazioni rese dalle presunte vittime in fase di indagine, comprese quelle decedute. Gli avvocati della difesa si sono opposti e il giudice ha respinto la richiesta. In conclusione è stato stilato il calendario delle prossime udienze: saranno 23, la prossima è prevista il 25 gennaio, l’ultima il 18 luglio. Saranno sentiti complessivamente 134 testimoni e 28 consulenti. Alla sbarra, con l’accusa di omicidio colposo e lesioni colpose in concorso, ci sono gli ex manager dell’azienda, Carlo De Benedetti, Franco De Benedetti e l’ex ministro Corrado Passera, l’imprenditore Roberto Colaninno.
Cronaca
CANAVESANA - Anche oggi ritardi a raffica: «E' un calvario infinito»
CANAVESANA - Anche oggi ritardi a raffica: «E
Pendolari esasperati: «Di questo passo saremo costretti ad adottare forme di protesta drastiche nei confronti di Gtt»
OGLIANICO - Intervento della Protezione Civile per la sicurezza - FOTO
OGLIANICO - Intervento della Protezione Civile per la sicurezza - FOTO
Sabato, i volontari della Protezione Civile hanno pulito la sponda di via San Grato, da tempo occupata da rami e foglie
CASTELLAMONTE - Reati ambientali in un agriturismo: otto persone denunciate dai carabinieri forestali
CASTELLAMONTE - Reati ambientali in un agriturismo: otto persone denunciate dai carabinieri forestali
La grande quantità di rifiuti accumulati, stimati in circa 8000 metri cubi di materiale, e poi spianati con la finalità di realizzare un piazzale, sono risultati provenienti da altre località, quindi trasportati e poi scaricati sul terreno
CASTELLAMONTE - A Campo la commemorazione dei caduti nella Prima Guerra Mondiale
CASTELLAMONTE - A Campo la commemorazione dei caduti nella Prima Guerra Mondiale
Sabato 2 e domenica 4 novembre nella frazione Campo sono stati ricordati i Caduti della guerra 15-18 nelle date che ne segnano il Centenario dalla fine
CASELLE - L'autovelox fa strage di multe vicino all'aeroporto: 15 mila in appena un mese
CASELLE - L
Tanti prenderanno la multa per aver superato di poco il limite, c'è chi invece è stato pizzicato ai 200 chilometri orari. In un caso, invece, addirittura per ben 17 volte. Una media notevole di 500 verbali al giorno nel primo mese
IVREA - Condannata dal tribunale la giovane ladra di Natale
IVREA - Condannata dal tribunale la giovane ladra di Natale
Sabrina Javanovic, rom 23enne, si introdusse in un'abitazione di Ivrea il 23 dicembre del 2016 e rubò i regali sotto l'albero
CASTELLAMONTE - Licenziato perché ha il Parkinson: finalmente l'azienda lo riassume
CASTELLAMONTE - Licenziato perché ha il Parkinson: finalmente l
Domattina Franco Minutiello, ad un anno e mezzo dalla lettera di licenziamento, tornerà al lavoro. Una questione di dignità personale, al netto del reintegro ordinato dal tribunale. «Ringrazio tutti quelli che mi sono stati vicino»
CERESOLE REALE - Il rifugio Massimo Mila cambia gestione
CERESOLE REALE - Il rifugio Massimo Mila cambia gestione
Sabato avrà inizio una nuova avventura per il rifugio di Ceresole Reale. In programma un «lungo» buffet dalle ore 16 alle 19
VISCHE - Esplode il bancomat della Banca d'Alba e del Canavese
VISCHE - Esplode il bancomat della Banca d
Ancora da quantificare il bottino del colpo che, comunque, secondo alcune stime, non sarebbe inferiore ai 30 mila euro
CIRIE' - Il piromane dei bus potrebbe non aver agito da solo: è caccia ai possibili complici
CIRIE
Non sono concluse le indagini della procura di Ivrea sul rogo doloso che mercoledì scorso, nel cuore della notte, ha distrutto sette autobus parcheggiati nel piazzale della stazione ferroviaria di Ciriè. Un uomo è già stato fermato
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore