IVREA - Progetto Asl per distribuire farmaci ai non autosufficienti

| Dal 1 febbraio sarà operativo il progetto di distribuzione diretta dei farmaci a favore degli ospiti delle strutture residenziali

+ Miei preferiti
IVREA - Progetto Asl per distribuire farmaci ai non autosufficienti
A partire dal primo febbraio sarà operativo il progetto di distribuzione diretta dei farmaci a favore degli ospiti delle strutture residenziali per anziani non autosufficienti presenti sul territorio dell’Asl To4 di Ivrea, Chivasso, Cuorgnè e Ciriè, in applicazione della normativa di settore nazionale e regionale. Il progetto è rivolto sia agli ospiti in regime di convenzione con l’azienda sia agli ospiti in regime privato.
 
Data la conformazione geofisica dell’Asl To4 e dell’elevato numero di strutture residenziali per anziani non autosufficienti presenti sul territorio di riferimento, l’azienda – in una prima fase di sperimentazione che terminerà il 30 settembre – garantirà la fornitura diretta dei farmaci a dieci strutture capofila, distribuite su tutti i distretti aziendali. Ecco l'elenco:
 
Residenza Nuovo Baulino di Caselle
Casa Mia di Borgaro Torinese
Giaccona di Castagneto Po
Residenza Anni Azzurri di Volpiano
Casa di riposo di Azeglio
Residenza di Tina di Vestignè
Casa di riposo Tappero di Agliè
Casa di riposo Umberto I di Cuorgnè
Ospedale Vernetti di Locana
Ente Parrocchia San Giovanni di Bosconero
 
Sulla base dei risparmi di spesa conseguiti nella fase sperimentale e della complessiva funzionalità del sistema, la distribuzione diretta dei farmaci da parte dell’Asl potrà diventare di gestione ordinaria ed essere estesa alle altre strutture residenziali esistenti sul territorio del Canavese. «Questo progetto - dice il direttore generale dell’Asl To4, Lorenzo Ardissone - potrà essere una prima iniziativa all’interno di un percorso più ampio di creazione di una rete di sinergie tra l’azienda e le strutture pubbliche e private per anziani non autosufficienti presenti sul territorio. A questo fine, ho proposto un tavolo di lavoro permanente tra l’Asl e le strutture interessate dalla sperimentazione. L’obiettivo è quello di agire a favore dei cittadini ospiti di queste ultime, anche rendendo uniformi attività e procedure, e di realizzare contemporaneamente, se possibile, risparmi di spesa. Il tavolo di lavoro congiunto potrebbe anche diventare uno strumento di relazione con la Regione, dato l’elevato numero di residenze presenti e la diversità del territorio».
Dove è successo
Cronaca
MONTANARO - Rave party lungo il torrente Orco con centinaia di giovani
MONTANARO - Rave party lungo il torrente Orco con centinaia di giovani
I ragazzi si sono piazzati in un’area compresa tra Mulino dei Boschi e le sponde dell'Orco. Da ieri sera controlli dei carabinieri
CALUSO - Donna investita: grave all'ospedale di Chivasso
CALUSO - Donna investita: grave all
La donna stava facendo una passeggiata in compagnia di un’amica che ha chiamato i soccorsi subito dopo l'incidente
CASTELLAMONTE - Gran finale per la Mostra della Ceramica
CASTELLAMONTE - Gran finale per la Mostra della Ceramica
Domenca «Cammin'arte» e alla sera, con la chiusura dei punti mostra alle 20, l'atteso concerto di Francesco Taskayali
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il 17 ottobre inizia il processo alla mamma di Gabriele Defilippi
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il 17 ottobre inizia il processo alla mamma di Gabriele Defilippi
«Leggeremo le motivazioni e valuteremo cosa fare. Ma prima ci sarà il processo a Caterina Abbattista». Il procuratore capo di Ivrea, Giuseppe Ferrando, ha commentato così la sentenza del gup Alessandro Scialabba sul caso Rosboch
VOLPIANO - Auto prende fuoco: il conducente se ne va... - FOTO
VOLPIANO - Auto prende fuoco: il conducente se ne va... - FOTO
Intervento dei vigili del fuoco oggi pomeriggio nei pressi del passaggio a livello della stazione. Indagini sul proprietario del mezzo
CUORGNE' - Paura all'interno della Federal Mogul, scatta l'evacuazione
CUORGNE
L'allarme scattato per una possibile intossicazione nel reparto cuscinetti. Una cinquantina di dipendenti fatti evacuare
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il papà di Gloria: «Sia maledetto chi ha ucciso mia figlia» - VIDEO
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il papà di Gloria: «Sia maledetto chi ha ucciso mia figlia» - VIDEO
Ettore Rosboch all'uscita dal tribunale si scaglia contro la sentenza. Anche la madre di Gloria, Marisa Mores, si dice insoddisfatta. La famiglia aveva chiesto giustizia per la morte della loro unica figlia
OMICIDIO ROSBOCH - 30 ANNI DI CARCERE PER GABRIELE DEFILIPPI: EVITATO L'ERGASTOLO
OMICIDIO ROSBOCH - 30 ANNI DI CARCERE PER GABRIELE DEFILIPPI: EVITATO L
Si è chiuso il processo di primo grado per l'omicidio della povera professoressa di Castellamonte. L'ex allievo, reo-confesso del delitto, è stato condannato a trent'anni. Accolta solo in parte la richiesta della procura di Ivrea
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Le tappe fondamentali dell'assassinio di Gloria Rosboch - VIDEO
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Le tappe fondamentali dell
Si è chiuso al tribunale di Ivrea, oggi, un altro capitolo della lunga storia che ha portato all'efferato omicidio della professoressa Rosboch. Ecco il riassunto di quanto avvenuto in alcune tappe fondamentali
INGRIA - Gara di rutti: il sindaco difende la manifestazione
INGRIA - Gara di rutti: il sindaco difende la manifestazione
Il piccolo Comune della Valle Soana difende la scelta di ospitare la gara goliardica e benefica dopo le tante polemiche emerse
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore