IVREA - Progetto dell'Asl To4 sulle lesioni cutanee premiato a Torino

| «Il premio riconosce l'importanza di una rete aziendale che si prende in carico le persone affette da queste patologie»

+ Miei preferiti
IVREA - Progetto dellAsl To4 sulle lesioni cutanee premiato a Torino
Nell’ambito del XIV Congresso Nazionale AIUC (Associazione Italiana Ulcere Cutanee), che si è svolto a Torino dal 4 al 7 ottobre, il percorso avviato nell’ASL TO4 per il trattamento delle lesioni cutanee croniche è stato premiato come migliore poster.
Le lesioni cutanee croniche rappresentano un fenomeno importante per diverse motivazioni: sia per il numero di utenti coinvolti, sia perché si tratta di lesioni che, soprattutto in fase avanzata, sono debilitanti, spesso dolorose e riducono la qualità di vita delle persone interessate, sia per i tempi e le risorse necessarie per il trattamento del problema. Le lesioni cutanee croniche più note sono quelle da decubito, le più frequenti quelle venose, le più preoccupanti quelle del piede diabetico, che portano all’amputazione nel 15% dei soggetti colpiti, le più dolorose quelle vascolari arteriose, che sono in grado di portare, se non curate in modo appropriato, alla perdita degli arti. In complesso, in Italia, oltre 2 milioni di persone ne soffrono, in particolare gli anziani, ma anche 30 mila bambini.
 
“Ci ha fatto particolarmente piacere ricevere questo premio – commenta il Direttore Generale dell’ASL TO4, dottor Lorenzo Ardissone – perché riconosce l’importanza di una rete aziendale che si prende in carico le persone affette da queste patologie, troppo spesso dimenticate, evitando loro veri e propri pellegrinaggi tra le varie strutture. La nostra rete aziendale dedicata, in cui si integrano professionisti diversi, infermieri e medici, e operatori con specializzazioni diverse, si ispira a un’idea dinamica dell’assistenza, collegata a gradi di complessità. Dove, cioè, superata una certa soglia di complessità, si trasferisce la sede dell’assistenza da unità periferiche a unità centrali di riferimento”. La rete aziendale, infatti, presuppone il collegamento organizzativo e operativo tra i diversi presidi ospedalieri dell’Azienda e le attività territoriali. E prevede un’attività di primo livello ospedale-territorio nelle tre aree di Chivasso, di Ciriè e di Ivrea e tre centri di riferimento di secondo livello, di cui due ospedalieri (Ciriè e Cuorgnè) e uno territoriale (Volpiano, presso la sede distrettuale di piazza Cavour).
 
Per rendere ottimali e uniformi i percorsi diagnostici e assistenziali, sono, quindi, stati identificati i professionisti componenti del Nucleo di Coordinamento scientifico e organizzativo della rete. Un punto di forza del progetto è sicuramente rappresentato dal ruolo strategico svolto dagli infermieri. Fanno parte della rete, infatti, infermieri esperti nel campo, con competenze avanzate acquisite tramite uno specifico iter formativo nel settore. Nell’ambito della rete questi professionisti operano in stretta sinergia con altri professionisti: medico internista, chirurgo, ortopedico, chirurgo vascolare, chirurgo plastico.
 
Nell’ambito della rete, la presa in carico della persona assistita è globale e comprende diversi step: la diagnosi, il trattamento delle cause (se possibile), il trattamento locale della ferita, l’educazione all’autocura nei confronti dell’utente e dei suoi familiari, le eventuali terapie sistemiche e gli esami strumentali per il trattamento generale dell’utente, la collaborazione sinergica con i medici di famiglia e gli specialisti. Le consulenze infermieristiche per il trattamento delle lesioni cutanee croniche sono  effettuate, per le persone ricoverate, dagli infermieri ospedalieri facenti parte della rete, e, per gli utenti in carico all’assistenza domiciliare e alle Residenze Sanitarie Assistenziali (RSA), dagli infermieri, sempre facenti parte della rete, del Distretto di riferimento. 
 
Gli ambulatori infermieristici di secondo livello si rivolgono alle persone ricoverate, a coloro che sono in dimissione, e ai quali si garantisce la continuità delle cure, e agli utenti esterni. Questi ultimi possono accedere, previa prenotazione tramite CUP, su indicazione del proprio medico curante o di specialisti ospedalieri o territoriali. L’attività dei professionisti facenti parte della rete, oltre alla cura delle lesioni nell’ambito di un approccio globale ai problemi delle persone interessate, è rappresentata anche dalla ricerca, per garantire il continuo aggiornamento delle conoscenze e trattamenti sempre all’avanguardia, e dalla progettazione e organizzazione di corsi di formazione nel settore rivolti a tutti gli operatori sanitari dell’Azienda. 
Cronaca
CHIVASSO - Anziana con fratture in casa di riposo: indagano i Nas
CHIVASSO - Anziana con fratture in casa di riposo: indagano i Nas
Secondo il referto dei medici dell'ospedale di Chivasso le ferite potrebbero essere state causate da un evento traumatico
LOMBARDORE-LEINI - Lavori sulla 460: code e disagi per il semaforo
LOMBARDORE-LEINI - Lavori sulla 460: code e disagi per il semaforo
«I lavori dureranno pochi giorni senza necessità di chiudere la strada al traffico», conferma il consigliere Antonino Iaria
RIVAROSSA - Navigatore tradisce l'autista: camion incastrato - FOTO
RIVAROSSA - Navigatore tradisce l
Ennesimo problema con un mezzo pesante proprio in centro al paese. La polizia municipale ha dovuto chiudere la strada
CASTELLAMONTE - Ladri golosi rubano 30 chili di Parmigiano e Grana Padano: presi dai carabinieri
CASTELLAMONTE - Ladri golosi rubano 30 chili di Parmigiano e Grana Padano: presi dai carabinieri
Tre persone nei guai per furto aggravato. A bordo della loro utilitaria i militari dell'Arma hanno recuperato Parmigiano Reggiano e Grana Padano, in parte rubati a Moncrivello e in parte al Bennet di Castellamonte
SPARONE - Record di pioggia nella notte di domenica - VIDEO
SPARONE - Record di pioggia nella notte di domenica - VIDEO
Ancora ieri erano in corso le operazioni di ripristino di strade e cantine allagate a seguito del pesante nubifragio
FRASSINETTO - Scossa di terremoto alle 7.03: nessun danno in zona
FRASSINETTO - Scossa di terremoto alle 7.03: nessun danno in zona
Lieve scossa di terremoto, questa mattina poco dopo le sette, in Canavese, tra la Val Verdassa e la Valle Soana
IVREA-SANTHIA' - Camion si schianta contro un ponte: autista grave in ospedale - FOTO
IVREA-SANTHIA
L'impatto è stato molto violento, tanto che l'autista è rimasto incastrato nella cabina del camion e, per estrarlo, si è reso necessario l'intervento dei vigili del fuoco. La bretella autostradale è rimasta chiusa per tutta la notte
IVREA - Video hard su Youporn: il processo si è già bloccato
IVREA - Video hard su Youporn: il processo si è già bloccato
Il processo dovrebbe riprendere in autunno se sarà possibile comunicare all'imputato, nei termini di legge, la prossima udienza
CASELLE - Abbigliamento farlocco: denunciato un senegalese 39enne
CASELLE - Abbigliamento farlocco: denunciato un senegalese 39enne
Sequestrati capi d’abbigliamento con i loghi (contraffatti) di Nike, Adidas, Saucony, Diesel, Giorgio Armani e Gucci
BANCHETTE - Bambino non vaccinato escluso dall'aula dell'asilo
BANCHETTE - Bambino non vaccinato escluso dall
Il bimbo è vaccinato per le profilassi obbligatorie, con l'eccezione di morbillo, rosolia e parotite. Domano tornerà in classe
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore