IVREA - Progetto dell'Asl To4 sulle lesioni cutanee premiato a Torino

| «Il premio riconosce l'importanza di una rete aziendale che si prende in carico le persone affette da queste patologie»

+ Miei preferiti
IVREA - Progetto dellAsl To4 sulle lesioni cutanee premiato a Torino
Nell’ambito del XIV Congresso Nazionale AIUC (Associazione Italiana Ulcere Cutanee), che si è svolto a Torino dal 4 al 7 ottobre, il percorso avviato nell’ASL TO4 per il trattamento delle lesioni cutanee croniche è stato premiato come migliore poster.
Le lesioni cutanee croniche rappresentano un fenomeno importante per diverse motivazioni: sia per il numero di utenti coinvolti, sia perché si tratta di lesioni che, soprattutto in fase avanzata, sono debilitanti, spesso dolorose e riducono la qualità di vita delle persone interessate, sia per i tempi e le risorse necessarie per il trattamento del problema. Le lesioni cutanee croniche più note sono quelle da decubito, le più frequenti quelle venose, le più preoccupanti quelle del piede diabetico, che portano all’amputazione nel 15% dei soggetti colpiti, le più dolorose quelle vascolari arteriose, che sono in grado di portare, se non curate in modo appropriato, alla perdita degli arti. In complesso, in Italia, oltre 2 milioni di persone ne soffrono, in particolare gli anziani, ma anche 30 mila bambini.
 
“Ci ha fatto particolarmente piacere ricevere questo premio – commenta il Direttore Generale dell’ASL TO4, dottor Lorenzo Ardissone – perché riconosce l’importanza di una rete aziendale che si prende in carico le persone affette da queste patologie, troppo spesso dimenticate, evitando loro veri e propri pellegrinaggi tra le varie strutture. La nostra rete aziendale dedicata, in cui si integrano professionisti diversi, infermieri e medici, e operatori con specializzazioni diverse, si ispira a un’idea dinamica dell’assistenza, collegata a gradi di complessità. Dove, cioè, superata una certa soglia di complessità, si trasferisce la sede dell’assistenza da unità periferiche a unità centrali di riferimento”. La rete aziendale, infatti, presuppone il collegamento organizzativo e operativo tra i diversi presidi ospedalieri dell’Azienda e le attività territoriali. E prevede un’attività di primo livello ospedale-territorio nelle tre aree di Chivasso, di Ciriè e di Ivrea e tre centri di riferimento di secondo livello, di cui due ospedalieri (Ciriè e Cuorgnè) e uno territoriale (Volpiano, presso la sede distrettuale di piazza Cavour).
 
Per rendere ottimali e uniformi i percorsi diagnostici e assistenziali, sono, quindi, stati identificati i professionisti componenti del Nucleo di Coordinamento scientifico e organizzativo della rete. Un punto di forza del progetto è sicuramente rappresentato dal ruolo strategico svolto dagli infermieri. Fanno parte della rete, infatti, infermieri esperti nel campo, con competenze avanzate acquisite tramite uno specifico iter formativo nel settore. Nell’ambito della rete questi professionisti operano in stretta sinergia con altri professionisti: medico internista, chirurgo, ortopedico, chirurgo vascolare, chirurgo plastico.
 
Nell’ambito della rete, la presa in carico della persona assistita è globale e comprende diversi step: la diagnosi, il trattamento delle cause (se possibile), il trattamento locale della ferita, l’educazione all’autocura nei confronti dell’utente e dei suoi familiari, le eventuali terapie sistemiche e gli esami strumentali per il trattamento generale dell’utente, la collaborazione sinergica con i medici di famiglia e gli specialisti. Le consulenze infermieristiche per il trattamento delle lesioni cutanee croniche sono  effettuate, per le persone ricoverate, dagli infermieri ospedalieri facenti parte della rete, e, per gli utenti in carico all’assistenza domiciliare e alle Residenze Sanitarie Assistenziali (RSA), dagli infermieri, sempre facenti parte della rete, del Distretto di riferimento. 
 
Gli ambulatori infermieristici di secondo livello si rivolgono alle persone ricoverate, a coloro che sono in dimissione, e ai quali si garantisce la continuità delle cure, e agli utenti esterni. Questi ultimi possono accedere, previa prenotazione tramite CUP, su indicazione del proprio medico curante o di specialisti ospedalieri o territoriali. L’attività dei professionisti facenti parte della rete, oltre alla cura delle lesioni nell’ambito di un approccio globale ai problemi delle persone interessate, è rappresentata anche dalla ricerca, per garantire il continuo aggiornamento delle conoscenze e trattamenti sempre all’avanguardia, e dalla progettazione e organizzazione di corsi di formazione nel settore rivolti a tutti gli operatori sanitari dell’Azienda. 
Cronaca
RIVAROLO - Incidente stradale con auto pirata: l'automobilista non si ferma e scappa. Caccia a una Opel blu
RIVAROLO - Incidente stradale con auto pirata: l
E' caccia ad una Opel blu che ieri mattina è rimasta coinvolta in uno scontro frontale in via Matteotti a Rivarolo Canavese. La conducente della vettura, dopo l'urto, anzichè fermarsi a prestare soccorso ha rimesso in moto ed è scappata
RIVARA - Inner Wheel e Lions insieme per un «service» comune
RIVARA - Inner Wheel e Lions insieme per un «service» comune
I club sostengono il «Potenziamento del corso di lingua italiana per donne straniere» curato dalla Caritas di Rivarolo Canavese
SCARMAGNO - Incendio nel comprensorio della ex Olivetti - FOTO
SCARMAGNO - Incendio nel comprensorio della ex Olivetti - FOTO
Provvidenziale intervento dei vigili del fuoco di Castellamonte e Ivrea per un incendio divampato poco prima delle due
IVREA - Carnevale: la festa del giovedì grasso è confermata
IVREA - Carnevale: la festa del giovedì grasso è confermata
Sarà il primo evento in cui entrerà in azione il Piano Sicurezza. Controlli agli accessi del centro storico con relativi conteggi
CASTELLAMONTE - Tempo di carnevale con la «Bela Pignatera»
CASTELLAMONTE - Tempo di carnevale con la «Bela Pignatera»
La sfilata dei carri e il rogo del Re Pignatun sono invece in calendario il 6 marzo. Tutto il programma dal 23 febbraio
RIVAROLO - Problema con i vaccini al poliambulatorio: richiamati dall'Asl i bimbi vaccinati la mattina del 5 febbraio
RIVAROLO - Problema con i vaccini al poliambulatorio: richiamati dall
L'Asl To4, attraverso il sistema di registrazione delle temperature del frigo contenente i vaccini somministrati la mattina del 5 febbraio, ha rilevato che le temperature avevano leggermente superato quelle indicate dalle schede tecniche
VALPERGA - Muore dopo l'incidente sul traghetto per la Sicilia: la famiglia denuncia la compagnia di navigazione
VALPERGA - Muore dopo l
Si ferisce sul traghetto per la Sicilia e muore per un'infezione: ora la famiglia ha chiesto il risarcimento danni alla compagnia di navigazione. La donna, residente a Valperga, è morta per uno shock settico. Indaga la procura di Ivrea
BORGARO - 1000 tonnellate di rifiuti nel capannone sequestrato dai carabinieri - VIDEO
BORGARO - 1000 tonnellate di rifiuti nel capannone sequestrato dai carabinieri - VIDEO
Un capannone utilizzato come discarica abusiva è stato scoperto a Borgaro dai carabinieri di Caselle e del Noe di Torino
IVREA - I manifesti dello Storico Carnevale diventano una mostra
IVREA - I manifesti dello Storico Carnevale diventano una mostra
Evento promosso dall'Associazione museo dello Storico Carnevale in occasione dell'edizione 2019 della manifestazione
IVREA - Pietre contro la polizia municipale: il 45enne ancora in fuga nei boschi della zona
IVREA - Pietre contro la polizia municipale: il 45enne ancora in fuga nei boschi della zona
L'uomo è già conosciuto in città per episodi simili. Convinto che la strada (pubblica) di fronte alla propria abitazione sia, in realtà, privata, un anno fa aveva interrotto la corsa podistica Ivrea Cinque Laghi...
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore