IVREA - Scoperta una fabbrica clandestina di botti: cinque italiani denunciati dalla polizia

| Gli agenti del commissariato di Ivrea hanno scoperto e sequestrato un'immobile di circa 400 metri quadrati utilizzato come fabbrica clandestina di materiale esplosivo con l'ausilio di personale del Reparto Prevenzione Crimine di Torino

+ Miei preferiti
IVREA - Scoperta una fabbrica clandestina di botti: cinque italiani denunciati dalla polizia
Gli agenti del commissariato di Ivrea hanno scoperto e sequestrato un'immobile di circa 400 metri quadrati alla periferia della città utilizzato come fabbrica clandestina di materiale esplosivo. Con l'ausilio di personale del Reparto Prevenzione Crimine di Torino e delle squadre degli Artificieri e dei Cinofili specializzati nella ricerca di armi ed esplosivi, hanno individuato lo stabile in oggetto e hanno denunciato cinque persone per produzione e commercio clandestino di esplosivi, ricettazione e sostituzione di persona. Si tratta di tutti cittadini italiani con età comprese tra i 63 e i 33 anni.

La merce veniva confezionata utilizzando il marchio di una ditta che produce realmente fuochi di artificio. Sono in corso indagini finalizzate a scoprire eventuali altri membri della banda e la destinazione di questa ingente produzione, si parla infatti di svariate centinaia di chili di materiali.

L’intera operazione durata diversi giorni ha consentito di sequestrare lo stabile in cui veniva svolta l’attività clandestina, situato davanti ad un’azienda di Energia e Gas, con connessi pericoli di deflagrazioni; due furgoni utilizzati per il trasporto delle presse idonee per assemblare le componenti utilizzate per produrre la polvere da sparo, nonché per trasportare il prodotto lavorato al committente; un auto appartenente ad uno degli indagati con la quale venivano trasportati i botti da vendere al dettaglio previa dimostrazione come è stato appurato dai pedinamenti eseguiti; cinquanta candelotti esplosivi super Cobra 6 con l’etichetta il cui principio attivo di polvere pirotecnica presente equivale a più di 50 grammi ognuno.

Galleria fotografica
IVREA - Scoperta una fabbrica clandestina di botti: cinque italiani denunciati dalla polizia - immagine 1
IVREA - Scoperta una fabbrica clandestina di botti: cinque italiani denunciati dalla polizia - immagine 2
IVREA - Scoperta una fabbrica clandestina di botti: cinque italiani denunciati dalla polizia - immagine 3
IVREA - Scoperta una fabbrica clandestina di botti: cinque italiani denunciati dalla polizia - immagine 4
IVREA - Scoperta una fabbrica clandestina di botti: cinque italiani denunciati dalla polizia - immagine 5
Cronaca
VOLPIANO-CUORGNE' - Concerti d'Inverno per le due filarmoniche
VOLPIANO-CUORGNE
La Società Filarmonica Volpianese e l'Accademia Filarmonica dei Concordi di Cuorgnè hanno organizzato due concerti d'Inverno
CANAVESE - Si scia questo fine settimana nelle valli Orco e Soana
CANAVESE - Si scia questo fine settimana nelle valli Orco e Soana
La neve naturale ancora si fa attendere ma nelle località sciistiche gli impianti sono comunque aperti per gli amanti dello sport
VICO CANAVESE - Incendio al tetto di una casa, vigile del fuoco lievemente ferito
VICO CANAVESE - Incendio al tetto di una casa, vigile del fuoco lievemente ferito
Un vigile del fuoco è rimasto lievemente ferito, oggi pomeriggio, nel corso delle operazioni di spegnimento di un incendio al tetto di un'abitazione di Inverso
CALUSO - Vuole la birra senza pagare: botte a negoziante e carabinieri
CALUSO - Vuole la birra senza pagare: botte a negoziante e carabinieri
Un uomo di 56 anni di Caluso è stato arrestato dai carabinieri per resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamenti e minacce
FAVRIA - Cornicione pericolante dalla chiesa: intervento dei vigili del fuoco - FOTO
FAVRIA - Cornicione pericolante dalla chiesa: intervento dei vigili del fuoco - FOTO
Alle 17, invece, i vigili del fuoco di Rivarolo Canavese e Volpiano sono intervenuti in una villetta di San Giusto Canavese per un incendio camino
BOLLENGO - Rapina una donna la notte di capodanno: condannato
BOLLENGO - Rapina una donna la notte di capodanno: condannato
L'uomo, sposato, padre di due figli, muratore fino ad allora incensurato, ora dovrà scontare una pena di oltre quattro anni
OMICIDIO DI SAN GIORGIO - Il killer confessa: «Ho sparato perchè amavo la figlia di quell'uomo» - LA FOTO
OMICIDIO DI SAN GIORGIO - Il killer confessa: «Ho sparato perchè amavo la figlia di quell
Giuseppe Laforè, 24 anni, detto Alex, braccato da carabinieri e polizia è stato fermato ieri sera a Torino. Giovedì scorso, al culmine di una lite con il padre dell'ex fidanzata, ha sparato diversi colpi uccidento Laurent Radici, 44 anni
VALPRATO - Il Comune cerca un nuovo gestore per bar e pizzeria
VALPRATO - Il Comune cerca un nuovo gestore per bar e pizzeria
Il giovane imprenditore che gestisce da alcuni mesi la struttura ha rinunciato da pochi giorni alla gestione per motivi privati
OMICIDIO DI SAN GIORGIO - ARRESTATO L'ASSASSINO DI LAURENT RADICI: E' IL FIDANZATO DELLA FIGLIA
OMICIDIO DI SAN GIORGIO - ARRESTATO L
Si è costituito a Torino, nella tarda serata di ieri, Giuseppe Laforè, 25 anni, un nomade sinti di Romano Canavese, accusato dell'omicidio di Laurent Radici, il 44enne di San Giorgio ucciso la scorsa settimana con un colpo di pistola
BORGARO - Troppo lavoro: i vigili urbani scioperano di nuovo
BORGARO - Troppo lavoro: i vigili urbani scioperano di nuovo
Tra le motivazioni i carichi di lavoro, tensione nel comando, ambiente insostenibile, richieste di trasferimento negate
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore