IVREA - Tensione in ospedale, paziente rompe una finestra

| Per precauzione tre degenti sono stati trasferiti in altri reparti. Accertamenti degli agenti della polizia di Ivrea in corso

+ Miei preferiti
IVREA - Tensione in ospedale, paziente rompe una finestra
E' dovuta intervenire la polizia, ieri sera, lunedì 6 gennaio, all'ospedale di Ivrea dove un paziente psichiatrico ha rotto una finestra del reparto di medicina e ha seminato il panico tra i malati e gli operatori dell'Asl To4. Per precauzione tre degenti sono stati trasferiti in altri reparti dal momento che, con la finestra rotta, non era possibile garantire la sicurezza della stanza. Si tratta dello stesso paziente che, qualche giorno prima, aveva provocato altri disordini all'ospedale di Cuorgnè. A darne notizia il Nursind, il sindacato delle professioni infermieristiche, che denuncia anche una costante carenza di personale nel reparto di medicina dell'ospedale di Ivrea. Il sindacato ha chiesto all'azienda sanitaria di intervenire per fare in modo che episodi di questo tipo non si ripetano in futuro, ipotizzando anche un ricorso alla procura ordinaria se i problemi di sicurezza dovessero persistere.

«Quanto è accaduto ieri sera - commenta Giuseppe Summa del Nursind - è di una gravità inaudita.  Prima o poi qui si rischia che ci scappi il morto. Non comprendiamo come sia possibile che un paziente altamente aggressivo venga ricoverato in un reparto di medicina generale, dove la carenza di personale la fa da padrone ormai da diverso tempo.  Per fortuna grazie alla capacità del personale presente in turno la situazione non è degenerata, ma il rischio per gli altri pazienti e per gli stessi operatori è stato elevatissimo.  Altri tre pazienti presenti in quella stanza resa inagibile,  sono stati trasferiti presso altri reparti. Il reparto di Medicina di Ivrea è una realtà difficilissima dove gli operatori presenti si stanno facendo quotidianamente in quattro per mandare avanti il servizio , nonostante da mesi attendono invano più personale. E a peggiorare la situazione si è messo di mezzo anche  l'iperafflusso. Inoltre di notte sono  presenti solo due infermieri e un OSS per 44 pazienti. È una vergogna. Di questo passo porteremo tutto in Procura».

Sulla questione interviene anche il Segretario Regionale Nursind Piemonte Francesco Coppolella. «Il fenomeno delle aggressioni al personale nei luoghi più a rischio come il pronto soccorso, ma anche i reparti di degenza sta evolvendo spaventosamente e pericolosamente. Certi luoghi di cura sono diventati zona franca. Bisogna intraprendere interventi legislativi urgenti oltre a prevedere posti di polizia o personale addetto alla sicurezza nei luoghi più  a rischio. Ricordiamo che le aziende sono responsabili della sicurezza del personale e non si può far finta di nulla».

Cronaca
FRONT CANAVESE - Incidente stradale, ferito Franz Paludetto, proprietario del castello di Rivara - FOTO
FRONT CANAVESE - Incidente stradale, ferito Franz Paludetto, proprietario del castello di Rivara - FOTO
La vettura ha centrato un ponticello in cemento sul lato sinistro della carreggiata in direzione Front. Per estrarre Paludetto dalle lamiere del mezzo è stato necessario l'intervento dei vigili del fuoco di San Maurizio Canavese
TANGENZIALE TORINO - Sono stati installati due nuovi autovelox fissi
TANGENZIALE TORINO - Sono stati installati due nuovi autovelox fissi
Al momento è previsto l'utilizzo di due box blu che sono stati installati uno sulla tangenziale nord e uno sulla tangenziale sud
CANAVESE - Venerdì 24 giornata di sciopero dei mezzi pubblici
CANAVESE - Venerdì 24 giornata di sciopero dei mezzi pubblici
Le Rsu di Gtt e l'Ugl hanno confermato per venerdì 24 gennaio lo sciopero aziendale di 24 ore del trasporto pubblico locale
IVREA - Crisi Manital: ancora niente stipendi per gli operai Mgc
IVREA - Crisi Manital: ancora niente stipendi per gli operai Mgc
Domani, in concomitanza con il consiglio comunale, i lavoratori saranno in presidio davanti al municipio a partire dalle 18.30
CUORGNE' - Sbaglia strada e resta incastrato con il camioncino - FOTO
CUORGNE
Non si è accorto della segnaletica stradale e, dopo un centinaio di metri, è rimasto incastrato con il cassone tra due abitazioni
RIVAROLO CANAVESE - Multe a sorpresa senza preavviso sul parabrezza: «Così vogliono solo fare cassa». Pronti i ricorsi
RIVAROLO CANAVESE - Multe a sorpresa senza preavviso sul parabrezza: «Così vogliono solo fare cassa». Pronti i ricorsi
Feroci polemiche sui social network per una serie di multe per divieto di sosta arrivate a casa senza preavviso sul parabrezza. Circostanza che ha costretto gli utenti a pagare la multa con una aggravio di spesa di 18 euro
CASTELLAMONTE - Il centro scommesse era abusivo: blitz della guardia di finanza. Denunciato l'amministratore
CASTELLAMONTE - Il centro scommesse era abusivo: blitz della guardia di finanza. Denunciato l
Le indagini, condotte dai Finanzieri dal Gruppo Ivrea, hanno accertato che presso l'agenzia coinvolta, venivano raccolte, del tutto illegalmente, scommesse relative ad eventi sportivi nazionali ed esteri tramite un sito internet austriaco
AUTOSTRADA TORINO-AOSTA - Brutto incidente a Volpiano, due automobilisti ricoverati in gravi condizioni - FOTO
AUTOSTRADA TORINO-AOSTA - Brutto incidente a Volpiano, due automobilisti ricoverati in gravi condizioni - FOTO
Si sono scontrati una Fiat Idea e un furgone Piaggio Porter. A causa della violenza dell'urto i due veicoli sono finiti entrambi nei campi che costeggiano l'autostrada A5, abbattendo la barriere di protezione
VOLPIANO - Basta incidenti mortali sulla provinciale 500: ecco i lavori previsti per dare maggiore sicurezza alla strada
VOLPIANO - Basta incidenti mortali sulla provinciale 500: ecco i lavori previsti per dare maggiore sicurezza alla strada
La pericolosità di un tratto della provinciale 500 di Volpiano era stata oggetto, nel settembre 2019, di un incontro nella seconda commissione consiliare e quindi di un successivo incontro in Prefettura dopo una serie di incidenti mortali
MONTANARO - Morto a soli 46 anni lo stimato chef Diego Baro - FOTO
MONTANARO - Morto a soli 46 anni lo stimato chef Diego Baro - FOTO
Era il presidente del consorzio operatori turistici Valli del Canavese e alla guida dell'associazione Disciples des Auguste Escoffier
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore