IVREA - Tre agenti di commercio in arresto per truffe agli anziani

| I venditori senza scrupoli hanno agito anche in Canavese truffando una pensionata di Ivrea. Le indagini dei carabinieri di Alba

+ Miei preferiti
IVREA - Tre agenti di commercio in arresto per truffe agli anziani
Sono tre i rappresentanti di commercio delle vendite col sistema del "Porta a Porta", da cui il nome dell'operazione condotta dai carabinieri della stazione di Neive della compagnia di Alba, finiti ai domiciliari per truffa aggravata, estorsione e circonvenzione d'incapace. E' il culmine di una complessa ed articolata indagine, condotta a tutela delle fasce deboli, iniziata a febbraio 2014 che ha riguardato le province di Cuneo, Torino, Aosta, Biella e Novara, dalle rivelazioni fatte ai carabinieri del direttore di una banca di Neive allarmato dagli anomali prelievi di una sua cliente. La donna, una vedova operatrice scolastica in pensione, ormai da tempo era in balia di spregiudicati venditori che le avevano prosciugato il conto corrente dai risparmi di una vita di lavoro obbligandola a richiedere un finanziamento per potersi permettere nuovi acquisti di mobili, elettrodomestici e casalinghi, del tutto inutili. 
 
Dalle indagini dei carabinieri di Neive è emerso un quadro sconcertante. I venditori, senza scrupoli, individuavano i loro acquirenti tra anziani soli o soggetti con deficit psichici particolarmente vulnerabili. Dopo avere instaurato con loro un rapporto di fiducia, diventavano però molto minacciosi ed aggressivi costringendoli a sottoscrivere contratti d'acquisto di beni del tutto inutili ed a prezzi accuratamente gonfiati. Non sono stati rari i casi in cui i venditori minacciavano le vittime spacciandosi falsamente per avvocati o falsi funzionarti dell'Agenzia delle Entrate, tutto col mero intento di estorcere sempre più danaro alle vittime, talvolta accompagnandole a prelevare i soldi agli sportelli bancomat.
 
I carabinieri sono così riusciti a raccogliere gravi indizi sul conto del gruppo criminale a cui hanno ricondotto varie truffe ed estorsioni commesse ai danni di sei vittime sino ad ora, con un ingiusto profitto di oltre 150 mila euro. Una delle vittime è residente a Ivrea. Il sostituto procuratore della Repubblica di Asti, Delia Boschetto, che ha coordinato le indagini, ha richiesto ed ottenuto dal gip del tribunale di Asti la misura cautelare degli arresti domiciliari a loro carico. Una seconda ordinanza di custodia cautelare è stata poi emessa anche dal gip di Biella agli stessi indagati.
 
I tre rappresentanti finiti ai domiciliari sono: M.M. 41enne di Biella, F.C. 27enne di Cavaglià (BI) ed M.M. 28enne di Viverone (BI), tutti agenti di commercio in una società bresciana, specializzata in telemarketing e vendita "porta a porta" di accessori per la casa e per il benessere della persona risultata del tutto estranea all'attività criminosa. Le indagini non sono affatto concluse: i carabinieri invitano eventuali altre persone, che si riconoscessero vittime di raggiri analoghi a presentarsi in caserma per sporgere denuncia. 
Dove è successo
Cronaca
VALANGA - Il Soccorso Alpino dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella
VALANGA - Il Soccorso Alpino dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella
Un incontro dedicato al personale dispiegato sul territorio per l’emergenza Rigopiano: c'erano anche i tecnici partiti dal Canavese
IVREA - Guida sicura: un corso per gli studenti al liceo Gramsci
IVREA - Guida sicura: un corso per gli studenti al liceo Gramsci
Iniziativa promossa al liceo eporediese grazie alla collaborazione tra Inner Wheel Club di Ivrea e l'associazione onlus «I Do»
IVREA - Tenta di svaligiare la stessa azienda per due volte: denunciato dalla polizia
IVREA - Tenta di svaligiare la stessa azienda per due volte: denunciato dalla polizia
Intorno alla mezzanotte di ieri si è attivato il sistema di allarme anti-intrusione di una ditta di San Bernardo d’Ivrea. Il circuito di videosorveglianza di un istituto di vigilanza ha segnalato la presenza di un soggetto sospetto
OMICIDIO DI RIVAROLO - Slitta la sentenza: dubbi sulle celle telefoniche e sul movente
OMICIDIO DI RIVAROLO - Slitta la sentenza: dubbi sulle celle telefoniche e sul movente
Gli orari dello scarico dei dati della cella di Rivarolo, infatti, non combacerebbero con la tesi dell'accusa, secondo la quale Pomatto fu ucciso da Perri nelle campagne di Vesignano il 18 gennaio 2016 dopo le 20.30
IVREA - Si masturba davanti alle pazienti: per ora resta in carcere
IVREA - Si masturba davanti alle pazienti: per ora resta in carcere
Resta in carcere Morad Khaliissi, il ventenne residente a Pont che la scorsa settimana ha seminato il panico all'ospedale di Ivrea
LEINI - Armi in casa: pastore arrestato dai carabinieri a Busca
LEINI - Armi in casa: pastore arrestato dai carabinieri a Busca
Operazione dei militari di Leini. Le armi sono state sequestrate. Saranno analizzate per scoprire se hanno sparato di recente
CHIESANUOVA - Un concerto per celebrare il pesce d'aprile
CHIESANUOVA - Un concerto per celebrare il pesce d
Iniziativa dell'associazione Liceo Musicale di Rivarolo Canavese
AGLIE'-BAIRO-TORRE - In bici per scoprire il territorio
AGLIE
Torna «Cibinbici», passeggiata gastronomica per appassionati di mountain bike e nordic walking
CUORGNE' - Città e commercio in lutto per l'addio ad Anna Maria Peila
CUORGNE
Figura storica del commercio locale, faceva parte di una famiglia conosciuta in città. Il marito era stato anche assessore
IVREA - Grave incidente al maneggio. Si ribalta la carrozza: due feriti. Uno trasportato in elicottero al Cto
IVREA - Grave incidente al maneggio. Si ribalta la carrozza: due feriti. Uno trasportato in elicottero al Cto
Un uomo di 71 anni è rimasto ferito a seguito del ribaltamento di una carrozza. Medicato sul posto dal personale del 118, allertato dai responsabili del maneggio, è stato trasportato in elicottero al Cto
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore