IVREA - Tre rapinatori arrestati dopo un inseguimento di 25 chilometri sulla tangenziale - I NOMI DELLA BANDA

| Le rapine sono state messe a segno dalla banda all’area di servizio Monferrato Ovest sulla Gravellona Toce-Alessandria in direzione Genova intorno a mezzanotte e all’area di servizio Crocetta Nord sulla A21 in direzione Torino

+ Miei preferiti
IVREA - Tre rapinatori arrestati dopo un inseguimento di 25 chilometri sulla tangenziale - I NOMI DELLA BANDA
Brillante operazione della polizia stradale che questa notte ha inseguito e arrestato tre rapinatori armati, tutti residenti in Canavese, che avevano appena messo a segno due colpi in altrettante aree di servizio sulle autostrade A26 e A21. Gli arrestati sono Mario Troiano, 53 anni, di Ivrea, Stefano Agostino, 26 anni, di Strambino, e Giovanni Esposito, 31 anni, di Ivrea. I primi due sono stati arrestati dopo l'inseguimento a bordo della Ford Fiesta utilizzata per la fuga dopo le rapine. Il terzo ha tentato la fuga in mezzo ai campi ma è stato comunque bloccato dagli agenti della stradale. L'inseguimento è andato avanti per 25 chilometri sulla tangenziale nord di Torino.
 
Le rapine sono state messe a segno dalla banda all’area di servizio Monferrato Ovest sulla Gravellona Toce-Alessandria in direzione Genova intorno a mezzanotte e all’area di servizio Crocetta Nord sulla A21 in direzione Torino. 400 euro il bottino del primo colpo. 800 euro quello del secondo. I malviventi hanno agito armati con una pistola a salve e un coltello. Hanno minacciato i dipendenti delle stazioni di servizio poi, una volta preso il denaro, sono scappati a tutta velocità. 
 
Il doppio assalto, ovviamente, non è passato inosservato. L'allarme è stato diramato in un amen a tutte le pattuglie in servizio della polizia stradale. Così alla barriera di Trofarello la polizia aggancia l'auto dei fuggitivi. Ne nasce un lungo inseguimento a folle velocità. Nel frattempo altre volanti si immettono in tangenziale agli svincoli di Borgaro e Caselle per bloccare la fuga della Fiesta. L'autista della banda spinge a tavoletta fino alla Falchera, poi imbocca lo svincolo per corso Giulio Cesare e corso Romania, direzione Settimo-Volpiano. Ed è proprio a due passi dal cavalcavia per Settimo che la polizia riesce a fermare la Focus senza coinvolgere altri veicoli. Un'operazione «chirurgica» per evitare di mettere a repentaglio la sicurezza altrui. 
 
I tre canavesani sono stati subito arrestati. L'auto è stata posta sotto sequestro. La refurtiva interamente recuperata. 
Cronaca
VICO CANAVESE - Incendio al tetto di una casa, vigile del fuoco lievemente ferito
VICO CANAVESE - Incendio al tetto di una casa, vigile del fuoco lievemente ferito
Un vigile del fuoco è rimasto lievemente ferito, oggi pomeriggio, nel corso delle operazioni di spegnimento di un incendio al tetto di un'abitazione di Inverso
CALUSO - Vuole la birra senza pagare: botte a negoziante e carabinieri
CALUSO - Vuole la birra senza pagare: botte a negoziante e carabinieri
Un uomo di 56 anni di Caluso è stato arrestato dai carabinieri per resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamenti e minacce
FAVRIA - Cornicione pericolante dalla chiesa: intervento dei vigili del fuoco - FOTO
FAVRIA - Cornicione pericolante dalla chiesa: intervento dei vigili del fuoco - FOTO
Alle 17, invece, i vigili del fuoco di Rivarolo Canavese e Volpiano sono intervenuti in una villetta di San Giusto Canavese per un incendio camino
BOLLENGO - Rapina una donna la notte di capodanno: condannato
BOLLENGO - Rapina una donna la notte di capodanno: condannato
L'uomo, sposato, padre di due figli, muratore fino ad allora incensurato, ora dovrà scontare una pena di oltre quattro anni
OMICIDIO DI SAN GIORGIO - Il killer confessa: «Ho sparato perchè amavo la figlia di quell'uomo» - LA FOTO
OMICIDIO DI SAN GIORGIO - Il killer confessa: «Ho sparato perchè amavo la figlia di quell
Giuseppe Laforè, 24 anni, detto Alex, braccato da carabinieri e polizia è stato fermato ieri sera a Torino. Giovedì scorso, al culmine di una lite con il padre dell'ex fidanzata, ha sparato diversi colpi uccidento Laurent Radici, 44 anni
VALPRATO - Il Comune cerca un nuovo gestore per bar e pizzeria
VALPRATO - Il Comune cerca un nuovo gestore per bar e pizzeria
Il giovane imprenditore che gestisce da alcuni mesi la struttura ha rinunciato da pochi giorni alla gestione per motivi privati
OMICIDIO DI SAN GIORGIO - ARRESTATO L'ASSASSINO DI LAURENT RADICI: E' IL FIDANZATO DELLA FIGLIA
OMICIDIO DI SAN GIORGIO - ARRESTATO L
Si è costituito a Torino, nella tarda serata di ieri, Giuseppe Laforè, 25 anni, un nomade sinti di Romano Canavese, accusato dell'omicidio di Laurent Radici, il 44enne di San Giorgio ucciso la scorsa settimana con un colpo di pistola
BORGARO - Troppo lavoro: i vigili urbani scioperano di nuovo
BORGARO - Troppo lavoro: i vigili urbani scioperano di nuovo
Tra le motivazioni i carichi di lavoro, tensione nel comando, ambiente insostenibile, richieste di trasferimento negate
IVREA - Alberi pericolosi da abbattere: i lavori dal 21 gennaio
IVREA - Alberi pericolosi da abbattere: i lavori dal 21 gennaio
Da lunedì verrà eseguito un intervento di abbattimento del primo filare di platani nei Giardini della stazione ferroviaria
BORGARO - Due donne rubano i soldi al bar, il titolare mette le foto su Facebook - FOTO
BORGARO - Due donne rubano i soldi al bar, il titolare mette le foto su Facebook - FOTO
Due donne, hanno approfittato di un momento di confusione all'interno del locale per impossessarsi del barattolo contenente le mance. Appena si sono accorti del furto, i titolari sono andati a visionare le immagini di videosorveglianza
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore