LEINI - Il ladro gentiluomo che viveva rubando Rolex

| Cristopher Perissotti, 20 anni, domiciliato a Leini, è stato arrestato l'altra mattina dalla polizia di Torino

+ Miei preferiti
LEINI - Il ladro gentiluomo che viveva rubando Rolex
La polizia di Torino, l'altra mattina, ha arrestato Cristopher Perissotti, 20 anni, domiciliato a Leini (nella foto). Un ladro “gentiluomo” che, secondo le indagini, rubava orologi di lusso cercando le proprie vittime su internet. La scorsa settimana si è presentata alla polizia una donna, residente in Toscana, che ha denunciato il furto di un orologio Rolex ad opera di un giovane che si era finto acquirente. L’uomo, che l'aveva contatta con modi e toni molto gentili e distinti, le aveva poi strappato di mano il Rolex mentre glielo mostrava, dandosi alla fuga a bordo di un’autovettura.
 
Il fatto è avvenuto a Torino, in corso Giulio Cesare vicino al Mc Donald's. Il furto ha riguardato un orologio Rolex Air King in acciaio del valore di 2500 euro. Il 13 marzo la donna era stata contattata via mail da parte del leinicese, interessato all'acquisto dell'orologio. La parte lesa, giunta a Torino nel luogo concordato, veniva avvicinata dal giovane il quale le chiedeva di mostrargli subito l’orologio, chiedendole contestualmente di allontanarsi dal posto in cui erano perché non voleva essere visto dalla moglie che lavorava da Mc Donald’s; il Rolex, a dire dell’uomo, era proprio un regalo per la moglie. Dopo qualche metro, la donna mostrava l’oggetto all’acquirente ma iniziava a insospettirsi; a quel punto, il ragazzo con un gesto fulmineo si impossessava della scatola contenente il Rolex e fuggiva.
 
In commissariato la donna ha descritto dettagliatamente l’uomo. Durante il viaggio di ritorno a casa, aveva anche mandato un sms all’utenza del giovane, scrivendo che sarebbe stata disposta anche a pagare pur di riavere l’oggetto sottratto. Il leinicese ha risposto scusandosi per essere scappato, asserendo che il suo comportamento era stato dettato dal fatto che temeva di essere raggirato. Essendo a conoscenza che la donna possedeva anche un altro Rolex, le chiedeva se eventualmente fosse intenzionata a vendere anche quello. 
 
Fingendo di stare al gioco, la donna rispondeva affermativamente. Convenivano quindi di risentirsi per fissare un nuovo appuntamento. Nei giorni successivi l’uomo la contattava ripetutamente, le due parti si accordavano per la somma di 6050 euro per entrambi gli orologi. L’appuntamento veniva fissato per il 24 marzo sempre a Torino, ma questa volta in via Vandalino. La donna ha però informato la polizia dell’incontro: gli agenti hanno così potuto bloccare il leinicese un attimo prima della consegna del denaro. Lo stesso aveva in tasca una busta da lettera contente la somma di 6050 euro in banconote finte, in tagli da duecento e cinquanta con la scritta fac-simile.
 
Dall’analisi del cellulare sequestrato all’uomo, è emerso che quest’ultimo era anche in trattativa per l’acquisto di un altro orologio Vacheron Constantin, con una persona di Verona con la quale erano in procinto di accordarsi per la consegna. Ulteriori indagini hanno permesso di accertare che ad un altro individuo era stato sottratto, con modalità analoghe e nello stesso posto, un orologio Rolex modello Oyster Precision. Non si esclude che l’uomo abbia commesso altri simili raggiri, pertanto si invitano eventuali altre parti lese a presentarsi presso il commissariato Barriera Milano della polizia di Stato. 
Cronaca
LAVORO - 300 posti al Bennet di Chivasso: ecco dove mandare il curriculum
LAVORO - 300 posti al Bennet di Chivasso: ecco dove mandare il curriculum
Si ricercano per il nuovo punto vendita addetti alla cassa, banconisti del fresco, addetti alle vendite del reparto surgelati e dei reparti non alimentari
FAVRIA - Litiga con i vicini e i carabinieri gli scoprono in casa una piantagione di marijuana - FOTO
FAVRIA - Litiga con i vicini e i carabinieri gli scoprono in casa una piantagione di marijuana - FOTO
E' successo martedì sera, a Favria, dove i carabinieri di Castellamonte sono intervenuti per una lite tra vicini. All'arrivo dei militari la situazione si era già tranquillizzata ma da un rapido controllo è emersa la piantagione
RIVAROLO - Vandali rovinano la targa per il Grande Torino
RIVAROLO - Vandali rovinano la targa per il Grande Torino
Qualche giorno fa i balordi hanno rovinato la targa. Con un intento preciso: cancellare il nome dell'assessore Leone...
PARCO GRAN PARADISO - Allarme: scompare il lago del ghiacciaio a causa del caldo
PARCO GRAN PARADISO - Allarme: scompare il lago del ghiacciaio a causa del caldo
Il lago del ghiacciaio del Grand Croux in Valle di Cogne, nel Parco Nazionale Gran Paradiso, dopo lo svuotamento improvviso della scorsa estate non si è riformato
IVREA - La città piange Bermond, ballerino e maestro di tango
IVREA - La città piange Bermond, ballerino e maestro di tango
Giovanni Bermond si è spento mercoledì nel reparto di neurologia dell’ospedale di Ivrea dopo una lunga malattia. Aveva 42 anni
BELMONTE - Un malore fulminante: è morto così Piero Cerutti
BELMONTE - Un malore fulminante: è morto così Piero Cerutti
Originario di Volpiano era vice presidente Nazionale dell'associazione che riunisce le bande italiane. Stroncato dietro il santuario
FORNO CANAVESE - Tragedia in frazione Crosi: motociclista cade e muore. Ferito il figlio di 12 anni - FOTO E VIDEO
FORNO CANAVESE - Tragedia in frazione Crosi: motociclista cade e muore. Ferito il figlio di 12 anni - FOTO E VIDEO
La vittima è del 1955 residente a Forno Canavese. In sella alla moto anche un ragazzino di 12 anni che è stato trasportato con l'elicottero al Regina Margherita di Torino. Dinamica al vaglio dei carabinieri di Venaria Reale
SAN BENIGNO CANAVESE - Problemi sentimentali: 15enne prende il fucile del padre e si spara
SAN BENIGNO CANAVESE - Problemi sentimentali: 15enne prende il fucile del padre e si spara
Tragedia la scorsa notte, a San Benigno Canavese, in strada dell'Alpina: un ragazzo di 15 anni si è tolto la vita sparandosi al volto con un fucile da caccia calibro 12, regolarmente detenuto dal padre, molto noto in paese
SAN BENIGNO CANAVESE - Tragedia assurda: 15enne si uccide con un colpo di fucile
SAN BENIGNO CANAVESE - Tragedia assurda: 15enne si uccide con un colpo di fucile
L'allarme è scattato questa mattina. Inutili tutti i soccorsi. Quando l'equipe del 118 ha raggiunto il ragazzo il suo cuore aveva già smesso di battere. Indagini in corso da parte dei carabinieri della compagnia di Chivasso
CANAVESE - Sicurezza sulle strade: 1900 persone controllate dai carabinieri. Denunce e multe per gli ubriachi
CANAVESE - Sicurezza sulle strade: 1900 persone controllate dai carabinieri. Denunce e multe per gli ubriachi
I carabinieri della compagnia di Ivrea, per garantire maggiore sicurezza alle persone che percorrono le strade del Canavese nel periodo estivo, hanno intensificato i controlli finalizzati al contrasto dell'abuso di alcol e dell'uso di droga
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore