LEINI - Il ladro gentiluomo che viveva rubando Rolex

| Cristopher Perissotti, 20 anni, domiciliato a Leini, è stato arrestato l'altra mattina dalla polizia di Torino

+ Miei preferiti
LEINI - Il ladro gentiluomo che viveva rubando Rolex
La polizia di Torino, l'altra mattina, ha arrestato Cristopher Perissotti, 20 anni, domiciliato a Leini (nella foto). Un ladro “gentiluomo” che, secondo le indagini, rubava orologi di lusso cercando le proprie vittime su internet. La scorsa settimana si è presentata alla polizia una donna, residente in Toscana, che ha denunciato il furto di un orologio Rolex ad opera di un giovane che si era finto acquirente. L’uomo, che l'aveva contatta con modi e toni molto gentili e distinti, le aveva poi strappato di mano il Rolex mentre glielo mostrava, dandosi alla fuga a bordo di un’autovettura.
 
Il fatto è avvenuto a Torino, in corso Giulio Cesare vicino al Mc Donald's. Il furto ha riguardato un orologio Rolex Air King in acciaio del valore di 2500 euro. Il 13 marzo la donna era stata contattata via mail da parte del leinicese, interessato all'acquisto dell'orologio. La parte lesa, giunta a Torino nel luogo concordato, veniva avvicinata dal giovane il quale le chiedeva di mostrargli subito l’orologio, chiedendole contestualmente di allontanarsi dal posto in cui erano perché non voleva essere visto dalla moglie che lavorava da Mc Donald’s; il Rolex, a dire dell’uomo, era proprio un regalo per la moglie. Dopo qualche metro, la donna mostrava l’oggetto all’acquirente ma iniziava a insospettirsi; a quel punto, il ragazzo con un gesto fulmineo si impossessava della scatola contenente il Rolex e fuggiva.
 
In commissariato la donna ha descritto dettagliatamente l’uomo. Durante il viaggio di ritorno a casa, aveva anche mandato un sms all’utenza del giovane, scrivendo che sarebbe stata disposta anche a pagare pur di riavere l’oggetto sottratto. Il leinicese ha risposto scusandosi per essere scappato, asserendo che il suo comportamento era stato dettato dal fatto che temeva di essere raggirato. Essendo a conoscenza che la donna possedeva anche un altro Rolex, le chiedeva se eventualmente fosse intenzionata a vendere anche quello. 
 
Fingendo di stare al gioco, la donna rispondeva affermativamente. Convenivano quindi di risentirsi per fissare un nuovo appuntamento. Nei giorni successivi l’uomo la contattava ripetutamente, le due parti si accordavano per la somma di 6050 euro per entrambi gli orologi. L’appuntamento veniva fissato per il 24 marzo sempre a Torino, ma questa volta in via Vandalino. La donna ha però informato la polizia dell’incontro: gli agenti hanno così potuto bloccare il leinicese un attimo prima della consegna del denaro. Lo stesso aveva in tasca una busta da lettera contente la somma di 6050 euro in banconote finte, in tagli da duecento e cinquanta con la scritta fac-simile.
 
Dall’analisi del cellulare sequestrato all’uomo, è emerso che quest’ultimo era anche in trattativa per l’acquisto di un altro orologio Vacheron Constantin, con una persona di Verona con la quale erano in procinto di accordarsi per la consegna. Ulteriori indagini hanno permesso di accertare che ad un altro individuo era stato sottratto, con modalità analoghe e nello stesso posto, un orologio Rolex modello Oyster Precision. Non si esclude che l’uomo abbia commesso altri simili raggiri, pertanto si invitano eventuali altre parti lese a presentarsi presso il commissariato Barriera Milano della polizia di Stato. 
Cronaca
TRAGEDIA AL RALLY DI COASSOLO - INDAGATI IL PILOTA E ANCHE I GENITORI DEL BIMBO MORTO - VIDEO DELL'INCIDENTE
TRAGEDIA AL RALLY DI COASSOLO - INDAGATI IL PILOTA E ANCHE I GENITORI DEL BIMBO MORTO - VIDEO DELL
Svolta nell'inchiesta sulla tragedia di Coassolo. La procura di Ivrea, come atto dovuto, ha iscritto nel registro degli indagati diverse persone coinvolte nello schianto che è costato la vita a un bimbo di sei anni
SETTIMO - Neonato abbandonato in strada muore in ospedale. La procura di Ivrea apre un'inchiesta
SETTIMO - Neonato abbandonato in strada muore in ospedale. La procura di Ivrea apre un
Lo ha trovato un uomo che stava tornando dal lavoro. E' stato lui a chiamare immediatamente il 112. Il bimbo, probabilmente appena partorito, è stato lasciato sul ciglio della strada. E' morto al Regina Margherita poco dopo
CUORGNE' - Un aiuto a Cittareale, paese colpito dal terremoto
CUORGNE
Un concerto fortemente voluto dalla Società Filarmonica di Salassa e dai gruppi di protezione civile del territorio
RIVARA - Premiati i donatori Fidas: record di 125 donazioni
RIVARA - Premiati i donatori Fidas: record di 125 donazioni
Fidas di Rivara in festa, la scorsa settimana, per premiare i soci che hanno donato il sangue
INCIDENTE MORTALE AL RALLY - Indagine per omicidio colposo: in un video amatoriale la scena dello schianto
INCIDENTE MORTALE AL RALLY - Indagine per omicidio colposo: in un video amatoriale la scena dello schianto
Resta per il momento a carico di ignoti il fascicolo per omicidio colposo aperto dalla procura di Ivrea sull'incidente al rally "Città di Torino" che, sabato a Coassolo, è costato la vita a un bambino di sei anni. Novità da un video
IVREA - Apre il punto ascolto per chi si prende cura dei malati
IVREA - Apre il punto ascolto per chi si prende cura dei malati
Destinato ai «caregiver» di persone con problemi cognitivi, istituito in forma sperimentale nell'ambito del Distretto
CASTELLAMONTE - Piccoli artisti della ceramica crescono... bene!
CASTELLAMONTE - Piccoli artisti della ceramica crescono... bene!
Gli alunni della sezione Design Ceramica del liceo Faccio si distinguono al concorso nazionale di scultura Nanni Valentini
VOLPIANO - Lavoratori della Securpolice bloccano per protesta il polo logistico Lidl di via Venezia - FOTO
VOLPIANO - Lavoratori della Securpolice bloccano per protesta il polo logistico Lidl di via Venezia - FOTO
Questa mattina fino alle 12 i dipendenti esasperati dalla situazione hanno bloccato 70 camion in uscita con i prodotti destinati alle filiali piemontesi. Mercoledì a Torino incontro urgente per trovare una rapida soluzione
CUORGNE' - In 2000 a Villa Filanda per il May Day 2017
CUORGNE
Quest'anno la lineup musicale ha proposto: John Holland Experience, Duo Bucolico, Piotta e Flaminio Maphia
IVREA - Tenta di soffocarsi con un sacchetto di plastica: salvata dal maresciallo dei carabinieri
IVREA - Tenta di soffocarsi con un sacchetto di plastica: salvata dal maresciallo dei carabinieri
La donna ha tentato di togliersi la vita soffocandosi con un sacchetto di plastica in testa. Dopo il rocambolesco intervento dei militari dell'Arma la donna è stata accompagnata al pronto soccorso di Ivrea
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore