IVREA - Lo storico Carnevale spiegato ai non-eporediesi

| Pillole di storia e curiosità sulla manifestazione folkloristica più importante del Piemonte

+ Miei preferiti
IVREA - Lo storico Carnevale spiegato ai non-eporediesi
Questa sera entrerà nel vivo lo Storico Carnevale di Ivrea, con il consueto ballo in maschera, che segnerà l'inizio dei festeggiamenti. Uffici e scuole chiuse, mentre la città si trasforma, in attesa di conoscere l'identità della Vezzosa Mugnaia. La manifestazione, che ogni anno attrae centinaia di migliaia di turisti, è fatta di simboli e riti spesso incomprensibili ai non eporediesi. Nei prossimi giorni, cercheremo di offrire agli appassionati un bignami sul Carnevale.

La storia: i due tiranni

In realtà secondo la tradizione medievale il carnevale si ispira a due diversi avvenimenti. Il primo risale all'epoca in cui Barbarossa aveva insediato nella città Ranieri di Biandrate, che sottratto al vescovo i suoi poteri aveva iniziato a perseguitare i suoi avversari politici, vessando il popolo con pesanti tasse. Nel 1194 il popolo esasperato dai soprusi, insorse e distrusse il Castello di San Maurizio, dimora del sovrano. Il castello fu ricostruito cent'anni più tardi, nel 1266, da Guglielmo VII di Monferrato, il cui regno fu di breve durata a causa di una seconda rivolta popolare. Gli episodi, che si inseriscono nell'ampia vicenda del tuchinaggio canavesano, sono stati fusi dalla tradizione che ha affidato il ruolo di liberatrice a Violetta, la giovane figlia di un mugnaio.

La leggenda: Violetta

Secondo la tradizione Violetta, la mugnaia, promessa sposa dell'amato Toniotto, avrebbe dovuto sottostare allo “ius primae noctis” imposto dal sovrano, che pretendeva di trascorrere con le giovani appena spostate la prima notte di nozze. Il diritto di cui non è mai stata provata l'esistenza, era legato alla tassa che i giovani dovevano pagare per le nozze. Ad ogni modo, Violetta decise di ribellarsi, e fingendo di accettare il tragico destino, si recò al castello di San Maurizio, nascondo tra i capelli un pugnale. Quando fu ora la giovane uccise il tirano e diede il segnale di sollevazione ai vigilanti cittadini, che diedero inizio alla rivoltata popolare.

Divise napoleoniche per una tradizione medievale?!

Fino al 1600 i vari rioni della città festeggiavano la ricorrenza separatamente, con feste animate da una accesa rivalità. Nel 1808 il governo napoleonico impose di riunificare i Carnevali rionali in un'unica festa, il cui controllo fu affidato ad un gruppo di cittadini eporediesi. Per suscitare la simpatia della città verso il governo fu fatta indossare al gruppo una divisa dell'esercito napoleonico: nacque così la figura del Generale, circondato da Aiutanti di Campo e Ufficiali di Stato Maggiore. Solo nel 1858,durante il periodo risorgimentale, il Generale fu affiancato dalla figura della Mugnaia, eroina della Storica Manifestazione e simbolo di libertà contro ogni forma di tirannia. Pochi anni più tardi venne introdotto l'uso del Berretto Frigio,simbolo di fratellanza ereditato dai rivoluzionari francesi, indispensabile per non essere fatti oggetto del "grazioso getto delle arance".

La battaglia delle arance

La battaglia delle arance iniziò a metà ottocento col lancio della frutta dai balconi sui passanti e viceversa, per nel tentativo di imitare il carnevale di Nizza, da cui proveniva la maggior parte degli agrumi. La battaglia come la conosciamo oggi, nacque nel secondo dopoguerra con la creazione delle primesquadre di lanciatori a piedi opposte agli equipaggi sui carri trainati dai cavalli.


Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito ufficiale dello storico carnevale di Ivrea all'indirizzo http://www.storicocarnevaleivrea.it/

Galleria fotografica
IVREA - Lo storico Carnevale spiegato ai non-eporediesi - immagine 1
IVREA - Lo storico Carnevale spiegato ai non-eporediesi - immagine 2
IVREA - Lo storico Carnevale spiegato ai non-eporediesi - immagine 3
IVREA - Lo storico Carnevale spiegato ai non-eporediesi - immagine 4
Cronaca
FAVRIA - Carabinieri in municipio: sono otto gli ex amministratori indagati - I NOMI
FAVRIA - Carabinieri in municipio: sono otto gli ex amministratori indagati - I NOMI
Sono indagati per reati diversi ma sono finiti tutti nella stessa operazione dei carabinieri che ha portato all'arresto dell'imprenditore Pasquale Motta. In buona parte finiti nell'inchiesta per aver votato o firmato atti del Comune
LOCANA - Iren dona una motoslitta al Soccorso Alpino
LOCANA - Iren dona una motoslitta al Soccorso Alpino
Il mezzo farà il suo esordio sulle montagne della Valle Orco (neve permettendo) nel corso del prossimo inverno
BORGARO - Successo per la Notte Bianca con Cristina Chiabotto
BORGARO - Successo per la Notte Bianca con Cristina Chiabotto
«E' stato un venerdì sera che non dimenticheremo facilmente» dice il sindaco Claudio Gambino che ringrazia tutti i partecipanti
CRISTIANO RONALDO A CASELLE - Le prime immagini dell'arrivo di CR7 a Torino - VIDEO JUVENTUS
CRISTIANO RONALDO A CASELLE - Le prime immagini dell
Cristiano Ronaldo è stato prelevato direttamente sulla pista dell'aeroporto Sandro Pertini da un'auto che lo ha accompagnato nell'abitazione dove trascorrerà la serata e la notte. Poi domani visite mediche e presentazione allo Stadium
CASELLE - Cristiano Ronaldo è atterrato oggi all'aeroporto di Torino
CASELLE - Cristiano Ronaldo è atterrato oggi all
La stella della Juventus ha anticipato di un giorno l’arrivo a Torino per poter raggiungere i suoi nuovi compagni ed evitare bagni di folla. L’aereo di CR7 è arrivato a Caselle intorno alle 17
CANAVESE - Lavori in corso sulle provinciali 217, 66, 23 e 11
CANAVESE - Lavori in corso sulle provinciali 217, 66, 23 e 11
Le opere, a cura del servizio viabilità dell'ex provincia, riguarderanno i Comuni di Chivasso, Barone, Brosso e Vico Canavese
COLLERETTO G. - Successo per il banco alimentare dei bambini - FOTO
COLLERETTO G. - Successo per il banco alimentare dei bambini - FOTO
A conclusione della giornata Osvaldo ed i coordinatori di Giochiamo Insieme Estate, hanno ringraziato tutte i partecipanti
CASTELLAMONTE - Insulti e minacce a clienti e gestori dei bar
CASTELLAMONTE - Insulti e minacce a clienti e gestori dei bar
Due clienti, armati di un coltello, hanno seminato il panico al Cabosse e all'Umberto 2.0. Poi sono stati fermati dai militari
SCANDALO A FAVRIA - Indagati Ferrino, Cortese, assessori, sindacalisti e tecnici del Comune
SCANDALO A FAVRIA - Indagati Ferrino, Cortese, assessori, sindacalisti e tecnici del Comune
Man mano che trapelano le indiscrezioni sui dettagli dell'operazione "Perseo", iniziata a Favria e proseguita in tutto il nord Italia per riciclaggio di denaro sporco, emergono anche alcuni nomi "eccellenti" tra gli indagati...
SCANDALO A FAVRIA - Tra gli indagati anche l'allenatore del Milan, Gennaro Gattuso - VIDEO
SCANDALO A FAVRIA - Tra gli indagati anche l
Nove arresti e 43 avvisi di garanzia. Secondo le accuse Gattuso, socio di una società produttrice di salumi poi fallita, era uno dei prestanome. A San Giorgio Canavese inaugurò un ristorante con Pasquale Motta, ora arrestato
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore