MALTEMPO CANAVESE - Allerta arancione. La protezione civile: «Limitate i trasferimenti al minimo necessario»

| La Protezione civile della Città metropolitana di Torino ha aperto nel pomeriggio la sala operativa. Codice allerta 2, criticità moderata, sulle valli Chiusella, Orco, Sangone, Lanzo e allerta 1, ordinaria attenzione, sulle altre zone

+ Miei preferiti
MALTEMPO CANAVESE - Allerta arancione. La protezione civile: «Limitate i trasferimenti al minimo necessario»
Il Centro funzionale della Regione Piemonte ha emesso un bollettino, per quanto riguarda il territorio metropolitano, con codice arancione (codice 2, criticità moderata) sulle valli Chiusella, Orco, Sangone, Lanzo e codice giallo (codice 1, ordinaria attenzione) sulle altre zone, cioè Alta e bassa Valle Susa, valli del Pellice, Chisone, Po, pianura settentrionale, pianura e colline del torinese. Sono previste infatti piogge da moderate a forti, localmente molto forti, nella notte e fino alla mattinata di domani, che interesseranno in particolar modo territori già stressati dalle piogge e dagli eventi critici dei giorni scorsi, e faranno alzare i livelli delle aste fluviali del Po, della Dora Baltea, dell'Orco, della Stura di Lanzo e la rete minore dei loro affluenti.

La Protezione civile della Città metropolitana di Torino ha aperto nel pomeriggio la Sala operativa con particolare attenzione alle funzioni svolte da Viabilità, Guardie ecologiche volontarie e volontariato; in mattinata ha inviato una lettera ai Comuni invitandoli a valutare l'opportunità di aprire i Centri operativi comunali (Coc) sia per gestire le criticità in atto che per monitorare il territorio. «Vorrei ricordare ai cittadini - sottolinea il vicesindaco metropolitano Marco Marocco - che è necessaria la massima collaborazione di tutti per garantire la sicurezza delle persone. La resilienza, cioè la capacità di affrontare le emergenze, necessità del massimo senso di responsabilità ed è fatta anche di piccoli accorgimenti individuali».

La Protezione civile metropolitana raccomanda quindi:
- di muoversi con la massima attenzione, specialmente nelle ore notturne e nella mattinata di domani;
- di limitare i trasferimenti al minimo necessario;
- evitare i sottopassi;
- togliere le auto dai parcheggi sotterranei e parcheggiarle al sicuro prima dell'intensificarsi delle piogge;
- analogamente non sostare nei locali sotterranei e togliere ciò che va riposto all'asciutto quando non piove.
- i cittadini nelle zone a più alto rischio sono invitati a seguire i media per tenersi aggiornati sull'evoluzione della situazione e a seguire le indicazioni dei loro Sindaci, ai quali vanno comunicate le eventuali criticità.

Intanto in Canavese si sta già facendo una prima stima dei danni. Numerosi capannoni sono stati devastati dal vento, oltre al padiglione delle feste di Sparone che è stato raso al suolo. Nelle foto, che ci ha inviato un lettore, la situazione del capannone di Pontauto a Pont Canavese.

Galleria fotografica
MALTEMPO CANAVESE - Allerta arancione. La protezione civile: «Limitate i trasferimenti al minimo necessario» - immagine 1
MALTEMPO CANAVESE - Allerta arancione. La protezione civile: «Limitate i trasferimenti al minimo necessario» - immagine 2
MALTEMPO CANAVESE - Allerta arancione. La protezione civile: «Limitate i trasferimenti al minimo necessario» - immagine 3
MALTEMPO CANAVESE - Allerta arancione. La protezione civile: «Limitate i trasferimenti al minimo necessario» - immagine 4
Cronaca
CIRIE' - Così il piromane dei bus è stato preso dai carabinieri - VIDEO
CIRIE
L'attenta visione delle telecamere ha permesso ai militari di identificare il 50enne. Lui stesso, una volta in caserma, ha confessato
IVREA - Modificano una pistola: due eporediesi arrestati dalla polizia
IVREA - Modificano una pistola: due eporediesi arrestati dalla polizia
Gli arrestati, a seguito di perquisizione della loro abitazione, sono stati trovati in possesso di una pistola a tamburo alterata
PONT CANAVESE - Nonnina mette in fuga due ladri: «Il paese vive ormai nel terrore»
PONT CANAVESE - Nonnina mette in fuga due ladri: «Il paese vive ormai nel terrore»
Mercoledì una signora ha sorpreso due ladri all'interno della sua abitazione e li ha costretti alla fuga. In paese è raffica di furti. Nonostante l'aumento dei controlli da parte dei carabinieri i malviventi continuano a fuggire
CHIVASSO - Sicurezza: Vigili urbani con le telecamere sulle divise
CHIVASSO - Sicurezza: Vigili urbani con le telecamere sulle divise
Le telecamere in dotazione alla polizia municipale sono 20, una per ogni agente, e sono costate circa 400 euro ciascuna
RONCO CANAVESE - Il Comune si aggiudica 2 fiori al concorso nazionale Comuni fioriti
RONCO CANAVESE - Il Comune si aggiudica 2 fiori al concorso nazionale Comuni fioriti
Domenica 11 novembre a Bologna si è tenuta la cerimonia di premiazione del concorso nazionale “Comuni Fioriti a Ronco sono state assegnate 2 stelle su 4
ISSIGLIO - Giornata nazionale delle forze armate
ISSIGLIO - Giornata nazionale delle forze armate
Sabato 3 e domenica 4 novembre il comune di Issiglio ha voluto rendere omaggio a chi ci permette di vivere liberamente
VALPERGA-CUORGNE' - Vende hashish ai ragazzini dal bancone del bar: arrestato dai carabinieri
VALPERGA-CUORGNE
Nel bar è stato rinvenuto e sequestrato anche vario materiale sospetto, tra cui un machete, 18 paia di occhiali di marca, una borsa di marca e otto bottiglie di profumi. Il 48enne è stato anche denunciato per ricettazione
PONTE PRETI - Crolla un muretto prima del ponte sul Chiusella - FOTO
PONTE PRETI - Crolla un muretto prima del ponte sul Chiusella - FOTO
Intervento dei vigili del fuoco di Ivrea, ieri pomeriggio, per il crollo di un parapetto in muratura nei pressi del Ponte Nuovo
VOLPIANO - «Quel porfido è pericoloso ma nessuno interviene»
VOLPIANO - «Quel porfido è pericoloso ma nessuno interviene»
I residenti della zona hanno segnalato il caso al Comune ma il porfido del passaggio pedonale risulta ancora danneggiato
CIRIÈ - Preso il piromane dei bus: ha appiccato il rogo perché non lo facevano salire senza biglietto
CIRIÈ - Preso il piromane dei bus: ha appiccato il rogo perché non lo facevano salire senza biglietto
Un 50enne italiano senza fissa dimora, Roberto M., ha dato fuoco a sette pullman di proprietà della Gtt nel piazzale della stazione «perché non lo facevano salire a bordo senza il biglietto»
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore