MAPPANO - Bimbo ferito da un petardo di capodanno inesploso

| Dramma sfiorato ai giardinetti di via Tibaldi: il giovane ricoverato all'ospedale Giovanni Bosco di Torino

+ Miei preferiti
MAPPANO - Bimbo ferito da un petardo di capodanno inesploso
Ieri pomeriggio, intorno alle ore 17, a Mappano di Borgaro un minore di 10 anni, residente poco distante, si è procurato un’ustione alla mano destra e al volto dopo aver acceso della polvere da sparo estratta da un petardo inesploso trovato all’interno dei giardini pubblici di via Tibaldi. Il minore è stato soccorso dal personale del 118 e trasportato all’ospedale San Giovanni Bosco di Torino, dove è stato medicato e giudicato guaribile in 10 giorni per un’ustione alla mano destra e al volto. Indagano i carabinieri di Caselle coordinati dal maresciallo Pio Pasquale Sini.
 
Gli artificieri dell'Arma, in merito a questo evento, hanno diffuso un breve vademecum per sapere come comportarsi in caso di acquisto o ritrovamento di petardi. 
 
In generale:
·         non acquistare e non usare mai fuochi d'artificio proibiti, sono pericolosissimi;
·         acquista da commercianti autorizzati soltanto fuochi consentiti e lascia che ad accenderli sia un adulto. Affidati al buon senso e se hai l'impressione che sei di fronte ad un venditore improvvisato, lascia stare e vai da un altro;
·         l'uso improprio dei fuochi d'artificio, di qualunque tipo, può comportare gravi conseguenze: ustioni, perdita delle dita, delle mani, della vista e lesioni più gravi;
·         prima di accenderli leggi e segui attentamente le istruzioni. Ancor prima, però, controlla che il prodotto sia in ottimo stato di conservazione ovvero che non presenti segni d'umidità o di danneggiamento e che possono determinare la fuoriuscita di polvere pirica;
·         quando accendi un fuoco d'artificio non indossare indumenti di pile o di fibra sintetica oppure acetati: una scintilla potrebbe incendiarli;
·         se un fuoco d'artificio non si accende subito non ritentare, buttalo via;
·         non tentare di riaccendere botti inesplosi che trovi per strada, evita di toccarli o di raccoglierli;
·         usa i fuochi d'artificio consentiti in luoghi aperti, comunque lontano dalle persone e da materiale infiammabile;
·         non unire od accendere contemporaneamente più fuochi;
·         quando qualcuno usa i fuochi d'artificio, mettiti al riparo;
·         nell'accendere quelli consentiti ricordati di: posizionare il fuoco su una superficie piana o, in caso di razzi, perfettamente in verticale, non utilizzando bottiglie di vetro; non tenere mai con le mani razzi, candele o petardi; allontanati immediatamente e non accendere razzi o petardi con la miccia corta, potrebbero esploderti in mano da un momento all'altro; non gettare e non indirizzare mai petardi o razzi verso le persone; non far esplodere mai petardi o razzi in bottiglie o dentro contenitori fragili, perché rompendosi possono produrre pericolose schegge;
·         non cercare di costruire un petardo di dimensioni maggiori utilizzando le polveri di più petardi;
·         evita di trasportare materiale pirotecnico in macchina e di usare fiamme libere (accendini, fiammiferi, sigarette, ecc.) nelle vicinanze.
 

Cronaca
CUORGNE' - A fuoco un alloggio in pieno centro storico: provvidenziale intervento dei vigili del fuoco - VIDEO
CUORGNE
La strada è stata chiusa al traffico dalla polizia municipale di Cuorgnè. Dopo la messa in sicurezza dell'alloggio i tecnici del Comune hanno visionato lo stabile per verificarne l'agibilità. Illesa la persona che si trovava nell'abitazione
PRASCORSANO - Un altro arresto in paese per l'estorsione a Cuorgnè
PRASCORSANO - Un altro arresto in paese per l
E' il terzo arresto in paese nel giro di una settimana sempre nell'ambito della stessa inchiesta e del medesimo processo penale
CIRIE' - Troppi pregiudicati nel bar: scatta la chiusura per 15 giorni
CIRIE
Questa mattina in via Gazzera, i carabinieri della compagnia di Venaria Reale hanno chiuso il bar «Caffè Villaggio»
CASELLE - Tisane alla cocaina: la guardia di finanza arresta un torinese all'aeroporto Sandro Pertini
CASELLE - Tisane alla cocaina: la guardia di finanza arresta un torinese all
Il quarantenne, residente nel torinese, è stato controllato dai finanzieri della compagnia di Caselle al suo arrivo allo scalo torinese; dopo un'ispezione del bagaglio, gli inquirenti hanno rinvenuto due sacchetti con le foglie di cocaina
IVREA - Alpini, Giuseppe Franzoso è il nuovo presidente dell'Ana
IVREA - Alpini, Giuseppe Franzoso è il nuovo presidente dell
Paolo Querio continuerà ad essere direttore del giornale sezionale «Lo Scarpone Canavesano». Nel 2021 il centenario della sezione
RONCO CANAVESE - Il Francoprovenzale materia scolastica
RONCO CANAVESE - Il Francoprovenzale materia scolastica
Una novità per i sei alunni della pluriclasse della scuola elementare: una nuova materia curricolare il Francoprovenzale
CANAVESE - Il Ministero dell'Interno chiude i rubinetti: in difficoltà le associazioni che si occupano dei richiedenti asilo
CANAVESE - Il Ministero dell
Tra queste non fa eccezione la Mastropietro, la storica onlus di Cuorgnè che, dal 1984, si occupa di aiutare i più deboli. Sono circa nove mesi che dalla prefettura e dal consorzio Inrete non arriva il dovuto per i richiedenti asilo ospiti
RIVAROLO - Al Ciac il nuovo corso gratuito «Tecnico specializzato in Logistica integrata»
RIVAROLO - Al Ciac il nuovo corso gratuito «Tecnico specializzato in Logistica integrata»
Il corso del Ciac è l'unico di questo tipo realizzato sul territorio canavesano e risponde alle precise richieste delle aziende
SAN GIORGIO - Ricercato torna in Canavese per incontrare la madre e viene arrestato dai carabinieri
SAN GIORGIO - Ricercato torna in Canavese per incontrare la madre e viene arrestato dai carabinieri
L’attività informativa dei militari della stazione di Castellamonte ha permesso di fermare Fabio Borria, 46 anni, fino ad allora resosi irreperibile all’estero, mentre usciva dall’abitazione dell’anziana donna
SAN GIORGIO CANAVESE-LEINI - Due imprenditori arrestati dalla Guardia di Finanza per bancarotta fraudolenta
SAN GIORGIO CANAVESE-LEINI - Due imprenditori arrestati dalla Guardia di Finanza per bancarotta fraudolenta
Apparentemente nullatenenti ma dall'alto tenore di vita, agli arrestati è stato contestato di aver portato fraudolentemente alla bancarotta una società del Torinese operante nel settore dell'edilizia
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore