MONTAGNA - C'è il sole, pericolo valanghe sulle Alpi canavesane

| Il soccorso alpino raccomanda prudenza. Alle quote più elevate è possibile il distacco di valanghe

+ Miei preferiti
MONTAGNA - Cè il sole, pericolo valanghe sulle Alpi canavesane
Arpa Piemonte, l'Agenzia regionale per l'ambiente, segnala nel suo bollettino meteo di oggi un pericolo valanghe di livello 5. «Le nevicate attualmente in atto determinano un grado di pericolo molto forte sulle Alpi Lepontine e Pennine - dice Arpa - con probabili distacchi spontanei di molte valanghe di medie e anche grandi dimensioni, con interessamento della viabilità di fondovalle. E’ probabile provocare il distacco di valanghe anche su pendii moderatamente ripidi già con debole sovraccarico. L’intensificazione dei venti nord occidentali nella giornata odierna determinerà la formazione di ulteriori accumuli che manterranno il grado di pericolo anche nei prossimi giorni».
 
«Sui restanti settori - continua il bollettino- il grado è 3 (marcato), tuttavia alle quote più elevate è possibile il distacco di valanghe già con debole sovraccarico per la presenza di accumuli da vento. Nel pomeriggio è previsto l’esaurimento delle precipitazioni ed il rinforzo di venti di foehn in attenuazione, con conseguente formazione di diffusi accumuli da vento su tutti i versanti, anche di notevole spessore e dimensione. Sui settori dove le nevicate sono state più abbondanti ed alle quote più elevate, sarà ancora possibile il distacco sia spontaneo che provocato di valanghe di medie e talvolta di grandi dimensioni, in particolare in corrispondenza di creste, canaloni e cambi di pendenza».
 
E soprattutto: «L’attività fuori pista è fortemente limitata; si consiglia ovunque un’attenta valutazione delle condizioni di pericolo locali».
 
Un avviso condiviso dagli esperti del Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico che raccomandano «di prestare la massima attenzione e di valutare con estrema cura la gravità del rischio, prima di intraprendere percorsi escursionistici in montagna o qualsivoglia altra attività sportiva invernale, come lo sci fuoripista, il free-riding. Il consiglio è di informarsi attentamente sulle condizioni per le prossime 24/48 ore, in attesa del consolidamento del manto nevoso e quindi della conseguente diminuzione del rischio di incorrere in valanghe. Sono assolutamente sconsigliate le escursioni al di fuori dei percorsi situati in zone che si possono considerare con un alto grado di probabilità, fortemente sicure».
 
La carta sotto riportata deve essere letta con questa logica: da 1 "debole" a 5 "molto forte".
Galleria fotografica
MONTAGNA - Cè il sole, pericolo valanghe sulle Alpi canavesane - immagine 1
Cronaca
TRAGEDIA AL RALLY CITTA' DI TORINO - I medici hanno tentato di rianimare il bambino per 50 minuti
TRAGEDIA AL RALLY CITTA
«Non ci risulta che al momento del via ci fossero persone in posizioni pericolose» dice l'organizzatore della gara. Sarà l'inchiesta della procura di Ivrea a stabilire se, nel corso del rally, le persone si sono spostate dai luoghi sicuri
RIVAROLO - Taglio del nastro per i nuovi locali dell'Anffas - FOTO
RIVAROLO - Taglio del nastro per i nuovi locali dell
La fondazione La Torre-Anffas, nata nel 1985 da un progetto della Regione, assiste numerosi pazienti nella sede rivarolese
METEO - Ondate di calore: in pianura fino a 35 gradi
METEO - Ondate di calore: in pianura fino a 35 gradi
In queste ore l'influenza di un promontorio di alta pressione esteso dal Nord Africa fino alla Penisola Scandinava, garantisce giorni soleggiati e un aumento delle temperature massime
CASELLE-MAPPANO - Aprono gli sportelli casa per i cittadini
CASELLE-MAPPANO - Aprono gli sportelli casa per i cittadini
Il progetto è cofinanziato da Comune di Caselle, Cim di Mappano, Compagnia di San Paolo e associazione Sinapsi
IVREA - Core festeggia i vent'anni di attività al castello di Masino
IVREA - Core festeggia i vent
L’azienda si è caratterizzata per la capacità di seguire le evoluzioni del mercato informatico, superando gli anni di crisi
AGLIE' - Muore in casa a 38 anni: ritrovato dai carabinieri
AGLIE
Si tratta di una persona nota in paese, più volte finito alla ribalta delle cronache. Anni fa aveva salvato i vicini da un incendio
TRAGEDIA AL RALLY CITTÀ DI TORINO - Canavese sotto shock per il dramma di Coassolo - FOTO
TRAGEDIA AL RALLY CITTÀ DI TORINO - Canavese sotto shock per il dramma di Coassolo - FOTO
Un bimbo di sei anni morto nell'incidente. Al volante dell'auto il pilota Cristian Milano, 47 anni, di Prascorsano, colto da un malore durante la gara. Tanti sportivi si sono stretti al dolore della famiglia del piccolo
TRAGEDIA AL RALLY CITTA' DI TORINO - Muore un bimbo travolto da un'auto: la procura di Ivrea apre un'inchiesta - FOTO
TRAGEDIA AL RALLY CITTA
Un'auto impegnata nella corsa è uscita di strada travolgendo un'intera famiglia. L'inchiesta è stata affidata al pubblico ministero Ruggero Mauro Crupi. Le indagini sulla dinamica dell'incidente sono in corso a cura dei carabinieri
CALUSO - Incidente stradale: due feriti sulla statale 26 - VIDEO
CALUSO - Incidente stradale: due feriti sulla statale 26 - VIDEO
Scontro frontale, oggi intorno alle 16.30. Coinvolti un Fiat Ducato e una Fiat Panda all'incrocio appena fuori il centro abitato
TRAGEDIA AL RALLY CITTÀ DI TORINO - AUTO SULLA FOLLA: MUORE UN BAMBINO DI SEI ANNI
TRAGEDIA AL RALLY CITTÀ DI TORINO - AUTO SULLA FOLLA: MUORE UN BAMBINO DI SEI ANNI
Tragedia assurda a Coassolo, nelle Valli di Lanzo. Nel corso del «Rally Città di Torino» un'auto è finita sulla folla. Un bambino di 6 anni è morto travolto dalla vettura in gara. Travolti anche altri tre spettatori
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore