MONTALENGHE - La donazione del benefattore diventa una doppia borsa di studio

| Tale decisione è conseguente alle volontà del defunto Leone Stragiotti

+ Miei preferiti
MONTALENGHE - La donazione del benefattore diventa una doppia borsa di studio
L'amministrazione comunale di Montalenghe con una recente delibera di giunta, in comune accordo con la Commissione per l'eredità Stragiotti, ha deciso di bandire due borse di studio alla memoria dei benefattori del paese. Tale decisione è conseguente alle volontà del defunto Leone Stragiotti (nella foto) che nel suo testamento aveva chiesto al Comune di devolvere ogni anno la somma di 3100 euro, attraverso le borse di studio, in favore degli studenti che intendono proseguire negli studi universitari destinate ai ragazzi di Montalenghe. Sul sito ufficiale è stato pubblicato il bando per borse suddette intitolate alla memoria di Stragiotti e della di lui defunta moglie Francesca Fiorina. 
 
«Si tratta di due borse di studio dell'importo di 1550 euro cadauna – dichiara il sindaco Valerio Camillo Grosso – al bando possono partecipare gli studenti che hanno fatto l'esame di maturità quest'anno e che intendono accedere al primo anno degli studi universitari così come gli studenti dei primi due anni dell'università che intendono proseguire negli anni successivi. I criteri di valutazione saranno economici e di merito, attraverso il voto della maturità o la media degli esami universitari. Le borse serviranno a sostenere le spese di iscrizione e di studio. Ovviamente vi possono accedere solo studenti residenti a Montalenghe come scritto nel bando. La scadenza dello stesso per la presentazione delle domande è fissata per il prossimo 30 settembre». Infine, l'iniziativa è destinata a ripetersi anche nei prossimi anni fino ad esaurimento del fondo voluto dal nostro benefattore.
Cronaca
VICO CANAVESE - Incendio al tetto di una casa, vigile del fuoco lievemente ferito
VICO CANAVESE - Incendio al tetto di una casa, vigile del fuoco lievemente ferito
Un vigile del fuoco è rimasto lievemente ferito, oggi pomeriggio, nel corso delle operazioni di spegnimento di un incendio al tetto di un'abitazione di Inverso
CALUSO - Vuole la birra senza pagare: botte a negoziante e carabinieri
CALUSO - Vuole la birra senza pagare: botte a negoziante e carabinieri
Un uomo di 56 anni di Caluso è stato arrestato dai carabinieri per resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamenti e minacce
FAVRIA - Cornicione pericolante dalla chiesa: intervento dei vigili del fuoco - FOTO
FAVRIA - Cornicione pericolante dalla chiesa: intervento dei vigili del fuoco - FOTO
Alle 17, invece, i vigili del fuoco di Rivarolo Canavese e Volpiano sono intervenuti in una villetta di San Giusto Canavese per un incendio camino
BOLLENGO - Rapina una donna la notte di capodanno: condannato
BOLLENGO - Rapina una donna la notte di capodanno: condannato
L'uomo, sposato, padre di due figli, muratore fino ad allora incensurato, ora dovrà scontare una pena di oltre quattro anni
OMICIDIO DI SAN GIORGIO - Il killer confessa: «Ho sparato perchè amavo la figlia di quell'uomo» - LA FOTO
OMICIDIO DI SAN GIORGIO - Il killer confessa: «Ho sparato perchè amavo la figlia di quell
Giuseppe Laforè, 24 anni, detto Alex, braccato da carabinieri e polizia è stato fermato ieri sera a Torino. Giovedì scorso, al culmine di una lite con il padre dell'ex fidanzata, ha sparato diversi colpi uccidento Laurent Radici, 44 anni
VALPRATO - Il Comune cerca un nuovo gestore per bar e pizzeria
VALPRATO - Il Comune cerca un nuovo gestore per bar e pizzeria
Il giovane imprenditore che gestisce da alcuni mesi la struttura ha rinunciato da pochi giorni alla gestione per motivi privati
OMICIDIO DI SAN GIORGIO - ARRESTATO L'ASSASSINO DI LAURENT RADICI: E' IL FIDANZATO DELLA FIGLIA
OMICIDIO DI SAN GIORGIO - ARRESTATO L
Si è costituito a Torino, nella tarda serata di ieri, Giuseppe Laforè, 25 anni, un nomade sinti di Romano Canavese, accusato dell'omicidio di Laurent Radici, il 44enne di San Giorgio ucciso la scorsa settimana con un colpo di pistola
BORGARO - Troppo lavoro: i vigili urbani scioperano di nuovo
BORGARO - Troppo lavoro: i vigili urbani scioperano di nuovo
Tra le motivazioni i carichi di lavoro, tensione nel comando, ambiente insostenibile, richieste di trasferimento negate
IVREA - Alberi pericolosi da abbattere: i lavori dal 21 gennaio
IVREA - Alberi pericolosi da abbattere: i lavori dal 21 gennaio
Da lunedì verrà eseguito un intervento di abbattimento del primo filare di platani nei Giardini della stazione ferroviaria
BORGARO - Due donne rubano i soldi al bar, il titolare mette le foto su Facebook - FOTO
BORGARO - Due donne rubano i soldi al bar, il titolare mette le foto su Facebook - FOTO
Due donne, hanno approfittato di un momento di confusione all'interno del locale per impossessarsi del barattolo contenente le mance. Appena si sono accorti del furto, i titolari sono andati a visionare le immagini di videosorveglianza
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore