MONTE SOGLIO - Il tradizionale raduno degli Alpini giunto all'edizione numero 39 - FOTO

| Si tratta di una tradizione nata nel luglio 1980 quando alcuni gruppi alpini della zona hanno trasportato e posizionato al Monte Soglio la statua della Madonna

+ Miei preferiti
MONTE SOGLIO - Il tradizionale raduno degli Alpini giunto alledizione numero 39 - FOTO
Si è tenuto anche quest'anno il raduno degli Alpini al monte Soglio giunto alla sua edizione numero 39. Presenti le Penne Nere della IX Zona, ma non solo. L’iniziativa è stata organizzata dai Gruppi Alpini di Forno Canavese, Levone, Rivara, Corio, Rocca e Sparone. Si tratta di una tradizione nata nel luglio 1980 quando alcuni gruppi alpini della zona hanno trasportato e posizionato al Monte Soglio la statua della Madonna. Il legame con la religione è sempre stato forte tra tutte le truppe italiane che hanno sempre un gran numero di Santi patroni: per gli Alpini, San Maurizio martire. Ma allora la Vergine Madonna come è riuscita a suscitare una particolare devozione?

La Madonna è la Mater Dolorosa nella quale gli Alpini, ma ogni soldato in genere, hanno da sempre visto al fronte della Grande Guerra la loro madre, la mamma di tutte di tutte le penne mozze china sul corpo dei propri figli. Leggendo diversi libri su testimonianze della Grande Guerra, si trova questo accostamento “Madonna – Mamma”. E’ l’urlo di disperazione o di rabbia che grida il soldato lanciandosi fuori dalle trincee ma è anche lo straziante lamento del ferito nella terra di nessuno che non può essere soccorso e che la morte tarda a liberare dai tormenti, è la preghiera dell’ammalato in delirio.

Ma è anche la mamma che raccomanda al figlio soldato prima di parte per il fronte prudenza e devozione mentre gli consegna la medaglietta della Madonna della Vittoria o l’immaginetta della Madonna del Soldato. Così un po’ per fede e un po’ per quell’accostamento Madonna-Mamma durante la  Grande Guerra, è nata la devozione degli alpini a Nostra Signora della Neve.

Ringrazio per l’annuale impegno i gruppi della IX Zona di Torino di Forno, Levone, Rivara, Corio, Rocca, Bosconero, Favria, Labaro di Torino e quello di Ivrea di Sparone che con la loro presenza a questa ricorrenza hanno portato la testimonianza ancora una volta dei valori Alpini, non solo fatta di altruismo e solidarietà ma di devozione semplice e schietta che accomuna  nella nostra umanità, la fede semplice e genuina, le risate che ci aiutano ed il senso di appartenenza alla nostra Alpinità nell’umana società, grazie a tutti, siete stati fantastici. Grazie al Capogruppo di Favria e al segretario Sergio per avermi fornito le foto. W Gli Alpini! (Giorgio Cortese)

Galleria fotografica
MONTE SOGLIO - Il tradizionale raduno degli Alpini giunto alledizione numero 39 - FOTO - immagine 1
MONTE SOGLIO - Il tradizionale raduno degli Alpini giunto alledizione numero 39 - FOTO - immagine 2
MONTE SOGLIO - Il tradizionale raduno degli Alpini giunto alledizione numero 39 - FOTO - immagine 3
MONTE SOGLIO - Il tradizionale raduno degli Alpini giunto alledizione numero 39 - FOTO - immagine 4
MONTE SOGLIO - Il tradizionale raduno degli Alpini giunto alledizione numero 39 - FOTO - immagine 5
MONTE SOGLIO - Il tradizionale raduno degli Alpini giunto alledizione numero 39 - FOTO - immagine 6
MONTE SOGLIO - Il tradizionale raduno degli Alpini giunto alledizione numero 39 - FOTO - immagine 7
MONTE SOGLIO - Il tradizionale raduno degli Alpini giunto alledizione numero 39 - FOTO - immagine 8
MONTE SOGLIO - Il tradizionale raduno degli Alpini giunto alledizione numero 39 - FOTO - immagine 9
MONTE SOGLIO - Il tradizionale raduno degli Alpini giunto alledizione numero 39 - FOTO - immagine 10
Cronaca
VESTIGNE' - Bimbo di cinque anni investito da una Fiat Punto
VESTIGNE
Trasportato con l'elisoccorso al Regina Margherita in codice rosso: è stato intubato
PONTE PRETI - Bozzello tiene alta la guardia su mezzi pesanti e viabilità
PONTE PRETI - Bozzello tiene alta la guardia su mezzi pesanti e viabilità
26.000 firme raccolte e nulla si è ancora mosso: il ponte è stato dichiarato sicuro, ma nulla si è mosso sul fronte della viabilità
AGLIE' - Visita della giuria "Comuni Fioriti" per l'assegnazione del Marchio di Qualità
AGLIE
Il concorso si trasforma in una prestigiosa certificazione di qualità dell'ambiente di vita, valutando accoglienza, benessere, rispetto ed armonia
CANAVESE - Uncem richiama l'attenzione degli operatori sul problema del segnale telefonico in aree montane
CANAVESE - Uncem richiama l
Parliamo sempre più spesso di 5G e interconnessione tra i dispositivi digitali, ma nelle zone montane la difficoltà è spesso fare una telefonata
CASELLE - Nuova rotta Torino Kyev operata da SkyUP
CASELLE - Nuova rotta Torino Kyev operata da SkyUP
L'Aeroporto di Torino amplia il proprio network di destinazioni servite con volo diretto e aggiunge un nuovo collegamento con Kiev, la capitale dell'Ucraina, servito dal vettore low-cost SkyUp Airlines.
CANAVESE - Nessuna misura anomala di radioattività fino ad ora rilevata in Piemonte
CANAVESE - Nessuna misura anomala di radioattività fino ad ora rilevata in Piemonte
In seguito al grave incidente nucleare di Severodvinsk, sito militare russo specializzato nella costruzione e manutenzione di sottomarini nucleari.
CASELLE - I risultati dell'operazione Re Mida della Guardia di Finanza di Torino
CASELLE - I risultati dell
Oltre 11 milioni di euro monitorati e centinaia di migliaia di euro di sanzioni e sequestri da parte della GdF in materia di circolazione transfrontaliera di valute
LOCANA - Canyonista francese ferita messa in salvo dal Soccorso Alpino
LOCANA - Canyonista francese ferita messa in salvo dal Soccorso Alpino
Difficile intervento di recupero di una turista francese fratturatosi una caviglia durante una discesa con il kayak
CASTELLAMONTE - Le condoglianze del sindaco di Castellamonte Mazza per la scomparsa di Martini
CASTELLAMONTE - Le condoglianze del sindaco di Castellamonte Mazza per la scomparsa di Martini
Condoglianze per la scomparsa di Marcello da parte del primo cittadino castellamontese
CASTELLAMONTE - Commosso addio a Marcello Martini, reduce di Mathausen
CASTELLAMONTE - Commosso addio a Marcello Martini, reduce di Mathausen
Nel giugno del 1944, ancora quattordicenne, fu catturato dagli SS e deportato dei lager nazisti assieme a tutta la sua familia
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore