'NDRANGHETA - I carabinieri arrestano venti persone - GUARDA IL VIDEO

| Arresti per associazione a delinquere di stampo mafioso finalizzata ad estorsioni, usura, traffico di droga e gestione di bische clandestine. L’auspicio della Procura è che altre vittime trovino la forza di denunciare

+ Miei preferiti
NDRANGHETA - I carabinieri arrestano venti persone - GUARDA IL VIDEO
Nella notte, tra Torino e Reggio Calabria, i carabinieri del Nucleo Investigativo di Torino hanno arrestato, su ordinanza di custodia cautelare della Direzione Distrettuale Antimafia, venti persone, ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere di stampo mafioso (‘ndrangheta) finalizzata ad estorsioni, usura, traffico di droga e gestione di bische clandestine. Sono state contestualmente eseguite 41 perquisizioni domiciliari e sequestri di beni. Particolarmente pesanti gli atti intimidatori: in un caso è stata inviata a una vittima di estorsione una testa mozzata di suino, con l’avviso che la “prossima sarebbe stata la sua”.
 
L’operazione è stata denominata “Big bang”, dal nome di uno dei locali gestiti dal sodalizio. L’attività d’indagine si è sviluppata a partire dal giugno 2014 con sistemi tradizionali e senza il supporto di collaboratori di giustizia. La Procura della Repubblica e i Carabinieri sono partiti dall’attività di traffico di stupefacenti organizzato dai fratelli Adolfo e Aldo Cosimo CREA, inizialmente detenuti perché tratti in arresto l’8 giugno del 2011 nel corso dell’operazione “Minotauro”, accertando che gli indagati comunicavano tra di loro sia con i cosiddette “pizzini”, che con puntualità venivano distrutti subito dopo essere stati letti dai destinatari, sia con smartphone di ultima generazione. Sono state intercettate oltre 263mila telefonate. 
 
In particolare, già dal carcere di Voghera e poi all’atto della loro remissione in libertà (avvenuta nel mese di febbraio 2014 per Aldo Cosimo CREA e nel mese di Giugno 2015 per  Adolfo CREA) i due citati fratelli, considerati espressione di vertice nel capoluogo piemontese della “Ndrangheta reggina, entrambi con il grado di “padrino”, hanno aggregato pregiudicati già noti, parenti e nuovi giovani emergenti nel contesto criminale cittadino, avviando attività tipiche del controllo mafioso del territorio.
 
L’auspicio della Procura – che a tal fine autorizza la diffusione di spezzoni di filmati realizzati durante le indagini - è che altre vittime di questi odiosi atti minatori trovino la forza di denunciare quanto subìto, invitandoli ad assumere l’atteggiamento che rappresenta il solo modo di arrestare e vincere il diffondersi della cultura mafiosa anche in Piemonte.
 

Video
Cronaca
STRAGE DI CASELLE - Intera famiglia uccisa a coltellate: carcere a vita per il killer e l'ideatrice del massacro
STRAGE DI CASELLE - Intera famiglia uccisa a coltellate: carcere a vita per il killer e l
Ergastolo confermato anche in Cassazione: Giorgio Palmieri e la moglie Dorotea De Pippo rimarranno per tutta la vita in carcere per aver pianificato e realizzato la strage che il 3 gennaio 2014 a Caselle
SCARMAGNO - E' morto in ospedale il pensionato ritrovato nei boschi della frazione Bessolo
SCARMAGNO - E
Non ce l'ha fatta Nicolao Binando, l'anziano scomparso dalla casa di riposo ritrovato oggi dopo otto giorni di ricerche. Una volta in ospedale le sue condizioni si sono aggravate. In tarda serata il suo cuore ha smesso di battere
IVREA - Allarme zanzara tigre: partono i controlli del Comune
IVREA - Allarme zanzara tigre: partono i controlli del Comune
I controlli in città e nei giardini verranno effettuati dal dottor Sergio Graziano che è stato incaricato dalla Regione
MONTALENGHE - Una discarica abusiva: due persone condannate
MONTALENGHE - Una discarica abusiva: due persone condannate
Nel corso del procedimento giudiziario il Comune si è costituito parte civile, assistito dall'avvocato Celere Spaziante
CASTELLAMONTE - Riconoscimento internazionale per Giovanni Matano
CASTELLAMONTE - Riconoscimento internazionale per Giovanni Matano
A Kaunas, città della Lituania che ospita il «Devil’s Museum», unico al mondo, ha trovato il giusto spazio un'opera dell'artista di Castellamonte
CASTELLAMONTE - Le opere di Baruzzi e Marthyn in mostra ad Albissola Marina
CASTELLAMONTE - Le opere di Baruzzi e Marthyn in mostra ad Albissola Marina
Sandra Baruzzi e Guglielmo Marthyn ambasciatori di ceramiche d’Arte con una mostra ad Albissola Marina presso il Circolo degli Artisti di Pozzo Garitta
CASELLE - Cinese fermata dalla Finanza con gioielli e orologi farlocchi
CASELLE - Cinese fermata dalla Finanza con gioielli e orologi farlocchi
La trentenne fermata dai finanzieri di Caselle durante un normale controllo doganale all'interno dell'aeroporto Pertini
VOLPIANO - Incidente stradale: cinque feriti. Tra loro due bambini - FOTO
VOLPIANO - Incidente stradale: cinque feriti. Tra loro due bambini - FOTO
Una donna è stata estratta dai vigili del fuoco di Volpiano e Torino Stura e trasportata d'urgenza in elicottero al Cto
CERESOLE REALE - Inizia il ciclo «Aperidoc» al PalaMila
CERESOLE REALE - Inizia il ciclo «Aperidoc» al PalaMila
Il primo appuntamento è con Enrico Camanni, autore del libro biografico “Il desiderio di infinito” (Laterza)
IVREA - Per non pagare la parcella invia foto e video hard...
IVREA - Per non pagare la parcella invia foto e video hard...
Una torbida storia di ricatti rischia di inguaiare alcuni avvocati e professionisti del Canavese. Indaga la procura di Ivrea
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore