OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Caterina Abbattista vicina alla scarcerazione: ha partecipato al delitto Rosboch?

| Probabile colpo di scena nelle indagini sull'omicidio della professoressa di Castellamonte. L'analisi dei tabulati telefonici sul cellulare della madre di Gabriele non confermerebbe la sua uscita dall'ospedale il giorno dell'assassinio

+ Miei preferiti
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Caterina Abbattista vicina alla scarcerazione: ha partecipato al delitto Rosboch?
Probabile colpo di scena nelle indagini sull'omicidio di Gloria Rosboch, la professoressa di Castellamonte uccisa lo scorso 13 gennaio dall'ex allievo Gabriele Defilippi (22 anni) e dal complice-amante Roberto Obert (54). In carcere per concorso in omicidio, dal 19 febbraio, c'è anche la mamma di Gabriele, Caterina Abbattista, 49 anni, ex infermiera degli ospedali di Castellamonte e Ivrea. A incastrarla il suo telefono cellulare che la sera dell'omicidio la collocava, poco dopo le 19, in zona Montalenghe quando, invece, avrebbe dovuto essere al lavoro all'ospedale di Ivrea.
 
Il perito nominato dalla difesa, che sta esaminando i tabulati del cellulare, avrebbe confermato la connessione all'antenna dati di Montalenghe, circostanza che sarebbe stata possibile anche se la donna fosse rimasta all'ospedale di Ivrea. Di fatto, quella connessione dati non proverebbe uno spostamento della Abbattista dal luogo di lavoro il giorno dell'omicidio. Dato fondamentale che ha convinto gli inquirenti di un suo possibile coinvolgimento attivo nell'omicidio della professoressa Rosboch (magari per far sparire i vestiti della donna).
 
Se quindi Caterina Abbattista non si è mossa dall'ospedale di Ivrea il 13 gennaio (o, almeno, non c'è una prova inconfutabile), può cambiare la sua posizione? Secondo i legali, che hanno presentato l'ennesima istanza di scarcerazione, assolutamente si. La Abbattista si è sempre detta estranea all'omicidio premeditato dal figlio e non ha mai saputo spiegare perchè il suo telefono ha agganciato la cella di Montalenghe alle 19.19. Il perito avrebbe scoperto che il traffico dati dalla cella in questione, per motivi tecnici, si era già verificato altre volte, sempre con la Abbattista al lavoro all'ospedale di Ivrea.
 
Per ora la mamma di Gabriele è ancora detenuta al carcere torinese delle Vallette. Forse la settimana prossima arriverà la risposta all'istanza di scarcerazione. Negli stessi giorni, alla procura di Ivrea, dovrebbero arrivare gli esiti della perizia sul telefono cellulare della donna effettuati dai carabinieri del Ros. Le indagini a carico della mamma di Gabriele, al momento, non si avvalgono solo dei riscontri legati al telefono cellulare ma si basano anche sulle dichiarazioni rese dal fratellastro del killer della Rosboch e dell'ex fidanzata. Entrambi hanno confermato che la madre era a conoscenza dei piani del figlio.
Dove è successo
Cronaca
IVREA - Tenta di rubare 250 euro di profumi ma viene bloccata
IVREA - Tenta di rubare 250 euro di profumi ma viene bloccata
Una ragazza di 21 anni fermata dai carabinieri dopo il tentato furto di cosmetici all'interno del Carrefour Market
CANAVESE - Pugno di ferro dei carabinieri: sequestrate case e auto alle famiglie di nomadi sinti
CANAVESE - Pugno di ferro dei carabinieri: sequestrate case e auto alle famiglie di nomadi sinti
Ieri mattina, su indicazione della procura di Ivrea, i militari dell'Arma hanno sequestrato undici immobili, auto, negozi e terreni a Leini, San Carlo Canavese e Villanova Canavese. Tutte proprietŕ di alcune famiglie di sinti piemontesi
LAVORO IN CANAVESE - Il Bennet cerca personale
LAVORO IN CANAVESE - Il Bennet cerca personale
Offerte di lavoro per Addetti ipermercato, Allievi/e Direttori, Cassiere/i, Apprendisti, Giovani 16-23 anni, Farmacisti, Macellai a Torino e provincia
MONTANARO - Spaccio di droga: arrestato un ragazzo di 21 anni
MONTANARO - Spaccio di droga: arrestato un ragazzo di 21 anni
Questa mattina il Gip del tribunale di Ivrea, pur convalidando l'arresto, non ha disposto alcuna misura restrittiva per il ragazzo
LOMBARDORE - La strada per il Paradiso č irta di rifiuti - FOTO
LOMBARDORE - La strada per il Paradiso č irta di rifiuti - FOTO
Tra Leini e Lombarodre la strada che porta al Gran Paradiso č costellata di piazzole che molti hanno scambiato per discariche
CANAVESE - Incidenti a raffica nella notte ad Aglič, Pont e Salassa: feriti due giovani di Rivarolo
CANAVESE - Incidenti a raffica nella notte ad Aglič, Pont e Salassa: feriti due giovani di Rivarolo
Sulle dinamiche degli schianti sono in corso gli accertamenti dei carabinieri della compagnia di Ivrea. L'incidente piů grave a Pont Canavese, in frazione Doblazio. Abbattuto anche un palo dell'illuminazione pubblica
TRUFFE AGLI ANZIANI - Ecco l'auto utilizzata dai ladri per raggirare i pensionati - FOTO
TRUFFE AGLI ANZIANI - Ecco l
Potrebbero aver agito in tantissimi Comuni del Canavese, della provincia e anche a Torino i malviventi intercettati ieri mattina a Caselle dopo l'ennesima truffa ai danni di un'anziana. Uno di loro č stato arrestato
CANAVESANA - Treni obsoleti e nessun rispetto per i passeggeri
CANAVESANA - Treni obsoleti e nessun rispetto per i passeggeri
Riceviamo e pubblichiamo la lettera di un pendolare della ferrovia Canavesana. Lettera che riassume mesi di disagi
IVREA - Cgil, Cisl e Uil contro l'Asl To4 sulla questione sicurezza
IVREA - Cgil, Cisl e Uil contro l
Solo qualche giorno fa un'altra aggressione č stata registrata nel Presidio Ospedaliero di Chivasso. Allarme tra i dipendenti
BORGOMASINO - Rubano 200 mila euro di materiale sportivo: due arresti
BORGOMASINO - Rubano 200 mila euro di materiale sportivo: due arresti
Operazione coordinata dalla procura di Aosta per un ingente furto in un negozio. In manette due fratelli di Borgomasino
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore