OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Caterina Abbattista vicina alla scarcerazione: ha partecipato al delitto Rosboch?

| Probabile colpo di scena nelle indagini sull'omicidio della professoressa di Castellamonte. L'analisi dei tabulati telefonici sul cellulare della madre di Gabriele non confermerebbe la sua uscita dall'ospedale il giorno dell'assassinio

+ Miei preferiti
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Caterina Abbattista vicina alla scarcerazione: ha partecipato al delitto Rosboch?
Probabile colpo di scena nelle indagini sull'omicidio di Gloria Rosboch, la professoressa di Castellamonte uccisa lo scorso 13 gennaio dall'ex allievo Gabriele Defilippi (22 anni) e dal complice-amante Roberto Obert (54). In carcere per concorso in omicidio, dal 19 febbraio, c'è anche la mamma di Gabriele, Caterina Abbattista, 49 anni, ex infermiera degli ospedali di Castellamonte e Ivrea. A incastrarla il suo telefono cellulare che la sera dell'omicidio la collocava, poco dopo le 19, in zona Montalenghe quando, invece, avrebbe dovuto essere al lavoro all'ospedale di Ivrea.
 
Il perito nominato dalla difesa, che sta esaminando i tabulati del cellulare, avrebbe confermato la connessione all'antenna dati di Montalenghe, circostanza che sarebbe stata possibile anche se la donna fosse rimasta all'ospedale di Ivrea. Di fatto, quella connessione dati non proverebbe uno spostamento della Abbattista dal luogo di lavoro il giorno dell'omicidio. Dato fondamentale che ha convinto gli inquirenti di un suo possibile coinvolgimento attivo nell'omicidio della professoressa Rosboch (magari per far sparire i vestiti della donna).
 
Se quindi Caterina Abbattista non si è mossa dall'ospedale di Ivrea il 13 gennaio (o, almeno, non c'è una prova inconfutabile), può cambiare la sua posizione? Secondo i legali, che hanno presentato l'ennesima istanza di scarcerazione, assolutamente si. La Abbattista si è sempre detta estranea all'omicidio premeditato dal figlio e non ha mai saputo spiegare perchè il suo telefono ha agganciato la cella di Montalenghe alle 19.19. Il perito avrebbe scoperto che il traffico dati dalla cella in questione, per motivi tecnici, si era già verificato altre volte, sempre con la Abbattista al lavoro all'ospedale di Ivrea.
 
Per ora la mamma di Gabriele è ancora detenuta al carcere torinese delle Vallette. Forse la settimana prossima arriverà la risposta all'istanza di scarcerazione. Negli stessi giorni, alla procura di Ivrea, dovrebbero arrivare gli esiti della perizia sul telefono cellulare della donna effettuati dai carabinieri del Ros. Le indagini a carico della mamma di Gabriele, al momento, non si avvalgono solo dei riscontri legati al telefono cellulare ma si basano anche sulle dichiarazioni rese dal fratellastro del killer della Rosboch e dell'ex fidanzata. Entrambi hanno confermato che la madre era a conoscenza dei piani del figlio.
Dove è successo
Cronaca
ALBIANO D'IVREA - Trovata una bomba in un campo agricolo: allarme
ALBIANO D
Artificieri in azione per la messa in sicurezza dell'area. La bomba sarà fatta brillare. Si tratta di un ordigno bellico
FORNO CANAVESE - Incidente stradale a Crosi: un uomo ferito
FORNO CANAVESE - Incidente stradale a Crosi: un uomo ferito
Paura questa mattina sulla provinciale tra Forno e Rivara. Un sessantenne di Forno si è ribaltato con la propria auto
CALUSO - Salta il bancomat della Biver Banca: ladri in fuga con il bottino - FOTO
CALUSO - Salta il bancomat della Biver Banca: ladri in fuga con il bottino - FOTO
Probabilmente con del gas esplosivo la banda ha fatto saltare l'alloggiamento del bancomat arraffando le banconote all'interno. Bottino da quantificare. Indagini dei carabinieri della compagnia di Chivasso
CASELLE - Incidente stradale: muore dopo il ricovero al Cto
CASELLE - Incidente stradale: muore dopo il ricovero al Cto
L'uomo era al volante di una Fiat Panda quando, in via Torino, è rimasto coinvolto in uno schianto con un'Alfa Romeo Giulietta
IVREA - Lo storico Carnevale in «mostra» al salone del libro
IVREA - Lo storico Carnevale in «mostra» al salone del libro
Per la prima volta anche lo Storico Carnevale di Ivrea ha avuto una postazione all’interno della manifestazione torinese
CERESOLE REALE - Gli esperti a confronto per salvare la trota
CERESOLE REALE - Gli esperti a confronto per salvare la trota
Venerdì verranno presentati anche i risultati del progetto Life+Bioaquae promosso dal Parco Nazionale Gran Paradiso
TRAGEDIA SULL'AUTOSTRADA - Ubriaco uccide due persone con il tir: condannato a otto anni di carcere - VIDEO INCIDENTE
TRAGEDIA SULL
Il processo di primo grado, con rito abbreviato, si è chiuso con la condanna a otto anni di carcere per omicidio stradale. Alla sbarra Emil Volfe, camionista di 63 anni di nazionalità slovacca. Non è escluso il ricorso in appello
IVREA - Carcere esplosivo: chiesto l'intervento del Ministro Orlando
IVREA - Carcere esplosivo: chiesto l
La politica regionale, Sinistra, Radicali e Movimento 5 Stelle, chiedono interventi urgenti prima che la situazione degeneri
OZEGNA - Si ribalta al distributore per evitare una moto - FOTO
OZEGNA - Si ribalta al distributore per evitare una moto - FOTO
Incidente stradale oggi alla Q8 lungo la provinciale tra Ozegna e Rivarolo. Miracolosamente quasi illeso il conducente
CASELLE - Polizia recupera 330 mila euro su auto diretta in aeroporto
CASELLE - Polizia recupera 330 mila euro su auto diretta in aeroporto
Due italiani denunciati per riciclaggio. All'operazione, con la polizia stradale, ha partecipato anche la guardia di finanza
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore