OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Caterina Abbattista vicina alla scarcerazione: ha partecipato al delitto Rosboch?

| Probabile colpo di scena nelle indagini sull'omicidio della professoressa di Castellamonte. L'analisi dei tabulati telefonici sul cellulare della madre di Gabriele non confermerebbe la sua uscita dall'ospedale il giorno dell'assassinio

+ Miei preferiti
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Caterina Abbattista vicina alla scarcerazione: ha partecipato al delitto Rosboch?
Probabile colpo di scena nelle indagini sull'omicidio di Gloria Rosboch, la professoressa di Castellamonte uccisa lo scorso 13 gennaio dall'ex allievo Gabriele Defilippi (22 anni) e dal complice-amante Roberto Obert (54). In carcere per concorso in omicidio, dal 19 febbraio, c'è anche la mamma di Gabriele, Caterina Abbattista, 49 anni, ex infermiera degli ospedali di Castellamonte e Ivrea. A incastrarla il suo telefono cellulare che la sera dell'omicidio la collocava, poco dopo le 19, in zona Montalenghe quando, invece, avrebbe dovuto essere al lavoro all'ospedale di Ivrea.
 
Il perito nominato dalla difesa, che sta esaminando i tabulati del cellulare, avrebbe confermato la connessione all'antenna dati di Montalenghe, circostanza che sarebbe stata possibile anche se la donna fosse rimasta all'ospedale di Ivrea. Di fatto, quella connessione dati non proverebbe uno spostamento della Abbattista dal luogo di lavoro il giorno dell'omicidio. Dato fondamentale che ha convinto gli inquirenti di un suo possibile coinvolgimento attivo nell'omicidio della professoressa Rosboch (magari per far sparire i vestiti della donna).
 
Se quindi Caterina Abbattista non si è mossa dall'ospedale di Ivrea il 13 gennaio (o, almeno, non c'è una prova inconfutabile), può cambiare la sua posizione? Secondo i legali, che hanno presentato l'ennesima istanza di scarcerazione, assolutamente si. La Abbattista si è sempre detta estranea all'omicidio premeditato dal figlio e non ha mai saputo spiegare perchè il suo telefono ha agganciato la cella di Montalenghe alle 19.19. Il perito avrebbe scoperto che il traffico dati dalla cella in questione, per motivi tecnici, si era già verificato altre volte, sempre con la Abbattista al lavoro all'ospedale di Ivrea.
 
Per ora la mamma di Gabriele è ancora detenuta al carcere torinese delle Vallette. Forse la settimana prossima arriverà la risposta all'istanza di scarcerazione. Negli stessi giorni, alla procura di Ivrea, dovrebbero arrivare gli esiti della perizia sul telefono cellulare della donna effettuati dai carabinieri del Ros. Le indagini a carico della mamma di Gabriele, al momento, non si avvalgono solo dei riscontri legati al telefono cellulare ma si basano anche sulle dichiarazioni rese dal fratellastro del killer della Rosboch e dell'ex fidanzata. Entrambi hanno confermato che la madre era a conoscenza dei piani del figlio.
Cronaca
CERESOLE REALE - Un escursionista disperso salvato dai pompieri
CERESOLE REALE - Un escursionista disperso salvato dai pompieri
L'uomo, giunto alla cima di Courmaon si è trovato su una pietraia e ha perso il sentiero e il senso dell'orientamento
CERESOLE REALE - L'orchestra Gran Paradiso ha ricordato Gianpiero Mattioda - VIDEO
CERESOLE REALE - L
Un concerto d'Estate particolare quello di sabato scorso al PalaMila di Ceresole Reale
CIRIE' - Si uccide lanciandosi da una finestra dell'ospedale
CIRIE
Un uomo si è lanciato nel vuoto da una finestra del terzo piano. Era un 64enne residente a San Maurizio Canavese
SAN PONSO-SALASSA - Chiude la provinciale per due giorni
SAN PONSO-SALASSA - Chiude la provinciale per due giorni
Causa lavori strada chiusa al traffico martedì 28 e mercoledì 29 agosto nel tratto dal chilometro 4+565 al chilometro 4+798
INGRIA - Sagra della patata ed elezione di «Miss Patata 2018»
INGRIA - Sagra della patata ed elezione di «Miss Patata 2018»
Sabato la manifestazione che chiude da ormai oltre un decennio il programma turistico dell'agosto Ingriese
IVREA-SANTHIA' - Senza lavoro minaccia di buttarsi dal ponte: salvato da polizia e vigili del fuoco - FOTO
IVREA-SANTHIA
Sul posto sono intervenuti celermente i vigili del fuoco e gli agenti della polizia stradale di Torino. Sono stati proprio i poliziotti ad intavolare una «trattativa» con il ragazzo e a convincerlo a desistere
CIRIE' - Va a fuoco l'auto di un senzatetto: ancora il piromane?
CIRIE
Toccherà ai carabinieri di Venaria Reale chiarire le cause dell'incendio. Potrebbe trattarsi dell'azione del solito idiota
CHIVASSO - Piantagione di marijuana sul Po a San Sebastiano - VIDEO
CHIVASSO - Piantagione di marijuana sul Po a San Sebastiano - VIDEO
I carabinieri hanno arrestato due albanesi per coltivazione, produzione e detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti
IVREA - Muore travolta da una motocicletta mentre tenta di attraversare la strada
IVREA - Muore travolta da una motocicletta mentre tenta di attraversare la strada
Una donna è morta in ospedale dopo l'incidente avvenuto in via Cascinette. La dinamica dell'incidente è adesso al vaglio degli agenti della polizia municipale di Ivrea. Il centauro, un 36enne eporediese, sarà denunciato
OMICIDIO SETTIMO - Rimprovera il figliastro che lo ammazza
OMICIDIO SETTIMO - Rimprovera il figliastro che lo ammazza
Clemente, già alle prese con precedenti, è stato arrestato dai carabinieri di Chivasso e tradotto nel carcere di Ivrea
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore