OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - «Chiamo i carabinieri e vi denuncio»: le ultime parole di Gloria Rosboch

| Gabriele Defilippi, nel corso dei colloqui che hanno portato alla perizia psichiatrica, ha raccontato nuovamente tutti i dettagli di quello che è successo con la professoressa di Castellamonte. Compresa la dinamica del delitto

+ Miei preferiti
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - «Chiamo i carabinieri e vi denuncio»: le ultime parole di Gloria Rosboch
«Riassumendo e concludendo è possibile affermare che non si è venuti a conoscenza di elementi per ritenere che, al momento dei fatti, Gabriele Defilippi non fosse in grado di intende o di volere. Gabriele Defilippi è apparso attualmente capace di stare in giudizio». Con queste parole si conclude la perizia psichiatrica che il professor Franco Freilone, per conto del giudice di Ivrea, Alessandro Scialabba, ha eseguito su Gabriele Defilippi, reoconfesso assassino della professoressa Gloria Rosboch di Castellamonte. Nero su bianco: è un parere che avvicina Defilippi all'ergastolo.
 
La perizia è stata redatta a seguito dei cinque incontri con il giovane avvenuti in carcere tra il marzo e il maggio di quest'anno. Ne è emerso un quadro a tratti noto: Defilippi si sente un po' uomo e un po' donna e subisce gli atteggiamenti dei compagni di scuola a Castellamonte. Circostanza che lo convince a costruirsi diverse identità farlocche su internet. Quando inizia a conoscere il mondo delle discoteche, inizia anche a fare uso di stupefacenti. Una dipendenza che diventa sempre più pesante nel corso degli anni. Per mantenere quel tenore di vita, però, servono soldi. Così Defilippi si ispira a una serie di truffe che, a suo dire, «sono consuete in Canavese». Fa mettere nero su bianco l'intera storia che lo ha portato all'omicidio di Gloria Rosboch. Con dettagli che, forse, non aveva mai raccontato nemmeno agli inquirenti.
 
Il quadro complessivo è ancora una volta disarmante. Defilippi conferma che lui e il complice Roberto Obert, il 54enne di Forno Canavese che è stato come un padre, non volevano uccidere la Rosboch. Volevano solo spaventarla per convincerla a rititare la denuncia presentata per farsi restituire 187 mila euro. Soldi che, l'anno prima, Gloria aveva consegnato a Gabriele con la promessa di un investimento immobiliare in Costa Azzurra e di una nuova vita. In realtà quei soldi se ne sono poi andati in casinò e droga. «Nella testa sapevo di avere un piede nella fossa», racconta Defilippi in merito alla lettera dell'avvocato dei Rosboch che chiede indietro i 187 mila euro.
 
E' allora che il giovane mette in atto il suo piano. Si arma «con un filo per stendere i panni comprato in un supermercato», racconta il 24enne, poi va con Obert alla discarica di Rivara dove tentano di spaventare Gloria. I due hanno anche una valigetta con 55 mila euro e il resto in banconote fac-simile. Quando la Rosboch si rende conto del raggiro, Defilippi entra in azione e strangola la donna. «Si è sentita raggirata, si è accorta delle banconote fasulle - racconta l'omicida - dice "Chiamo i carabinieri e vi denuncio". Io prendo il cordino che ho nelle tasche e l'ho cinto al collo». Il resto è la storia nota di uno dei delitti più efferati mai avvenuti in Canavese.
Dove è successo
Cronaca
FERROVIA CANAVESANA - Il passaggio a livello resta aperto tra Bosconero e San Benigno: ritardi a raffica sulla linea
FERROVIA CANAVESANA - Il passaggio a livello resta aperto tra Bosconero e San Benigno: ritardi a raffica sulla linea
Furibondi i pendolari. Anche perché il passaggio a livello aperto ha costretto Gtt a rimodulare i treni. Alla stazione di Rivarolo, ad esempio, con il treno in ritardo da Torino, i pendolari sono stati stipati su un vecchio treno arancione
CUORGNE' - In biblioteca con i bimbi di «Ascolta: ti racconterò una storia»
CUORGNE
Il progetto prevede 26 laboratori di lettura della durata di un’ora ciascuno, curati dalla Cooperativa Alce Rosso di Ivrea
CANAVESE - Falsi Lego nei negozi: scattano i primi sequestri
CANAVESE - Falsi Lego nei negozi: scattano i primi sequestri
L'indagine, partita da Udine, si è estesa al nord Italia. Primi sequestri di mattoncini farlocchi a Ciriè. Accertamenti in corso
TRAGEDIA AD ALBIANO - Muore dopo l'incidente stradale: addio alla prof Liana Montevecchi - FOTO
TRAGEDIA AD ALBIANO - Muore dopo l
La donna si è spenta al Cto di Torino dopo due giorni di agonia. Martedì era rimasta coinvolta in un drammatico incidente tra Albiano e Caravino. Uno scontro frontale che, purtroppo, le è stato fatale a causa dei traumi riportati
PAVONE - A spasso con coltelli e piede di porco: due denunciati - VIDEO
PAVONE - A spasso con coltelli e piede di porco: due denunciati - VIDEO
Due eporediesi controllati martedì pomeriggio a bordo di un autocarro mentre percorrevano le vie centrali di Pavone
PAVONE - Entra nel vivo «I supercittadini hanno classe» per le scuole
PAVONE - Entra nel vivo «I supercittadini hanno classe» per le scuole
Domenica 3 dicembre al Pavone Center si terrà la festa conclusiva del progetto. La partecipazione delle scuole è gratuita
DROGA DALLA SPAGNA - 12 arresti: l'indagine dei carabinieri legata a un maxi sequestro di cocaina a Feletto
DROGA DALLA SPAGNA - 12 arresti: l
L'indagine «Bellavita» dei carabinieri del Ros è partita nel dicembre 2012. Dodici persone, questa mattina, sono finite in manette. Gli accertamenti legati anche al sequestro di 200 chili di cocaina in Canavese
OPERAZIONE CONTRO LA 'NDRANGHETA - Fiume di droga Italia-Spagna: due arresti in Canavese - I NOMI DELLA BANDA
OPERAZIONE CONTRO LA
I provvedimenti scaturiscono da un'indagine dei carabinieri che, sviluppata attraverso intercettazioni telefoniche ed ambientali, ha consentito di individuare gli appartenenti a una banda che trafficava hashish e cocaina per il torinese
TONENGO DI MAZZE' - Aggredisce negozianti e passanti poi scappa
TONENGO DI MAZZE
I carabinieri hanno sentito diversi testimoni oculari. L'uomo, già noto alle forze dell'ordine, incasserà una denuncia
VOLPIANO - Genitori che si separano, un progetto per parlare con i figli
VOLPIANO - Genitori che si separano, un progetto per parlare con i figli
Il Comune e l'Informagiovani propongono un gruppo per aiutare i genitori separati a gestire le relazioni con i figli
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore