OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Defilippi contro Obert: è il giorno del faccia a faccia in procura

| A quasi due mesi dall'arresto, i due assassini della professoressa Gloria Rosboch oggi in procura, a Ivrea, per l'atteso confronto. Fin qui si sono accusati a vicenda. Forse oggi è l'ultima occasione per evitare l'ergastolo

+ Miei preferiti
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Defilippi contro Obert: è il giorno del faccia a faccia in procura
Dopo decine di interrogatori, accertamenti, ispezioni e verbali, oggi è il giorno del confronto. Gabriele Defilippi, 22 anni di Gassino, e Roberto Obert, 54 anni di Forno Canavese, saranno interrogati insieme dal procuratore capo di Ivrea, Giuseppe Ferrando, e dai carabinieri del reparto investigativo di Torino. Uno contro l'altro: fin qui, Obert e Defilippi, si sono rimbalzati le responsabilità dell'omicidio della povera professoressa Gloria Rosboch e anche della premeditazione. Si sono accusati a vicenda fin dal giorno dell'arresto, quando Obert ha confessato ai carabinieri dove i due avevano lasciato il corpo della donna, portando gli investigatori nella discarica abbandonata di Rivara. 
 
Il faccia a faccia servirà agli inquirenti per capire quanto i due, fin qui, abbiano effettivamente collaborato alle indagini. Le loro dichiarazioni, infatti, sono sempre sembrate incomplete, a volte fuorvianti. Come nel caso della pistola fatta sparire da Obert e mai più ritrovata o i soldi falsi che lo stesso fornese avrebbe per qualche motivo bruciato. Defilippi e Obert si sono trovati d'accordo solo su un particolare: Caterina Abbattista, 49 anni, mamma di Gabriele Defilippi, non avrebbe partecipato al delitto. Solo che le celle telefoniche la incastrano e gli investigatori non sono per nulla convinti della sua innocenza. Tanto che la donna, come il figlio, è ancora dietro le sbarre al carcere delle Vallette.
 
Per Obert e Defilippi quella di oggi potrebbe essere l'ultima occasione di evitare l'ergastolo. Ma è difficile che uno dei due cambi completamente versione dopo aver tenuto duro per due mesi. E' chiaro che uno dei due racconta una verità distorta. Forse guardandosi ancora una volta negli occhi, qualcosa cambierà. Obert aveva conosciuto Gabriele quando questi era ancora minorenne. La loro relazione omosessuale è andata avanti negli anni tanto che il fornese, per sua stessa ammissione, era "succube e invaghito" del ragazzo. Per lui avrebbe fatto di tutto. Come, purtroppo, è successo. L'interrogatorio partirà in mattinata. E' probabile che duri parecchie ore. In serata tutti gli aggiornamenti del caso.
Dove è successo
Cronaca
CANAVESE - Centro Italia: la protezione civile non raccoglie cibo e indumenti
CANAVESE - Centro Italia: la protezione civile non raccoglie cibo e indumenti
Il Coordinamento si dissocia da ogni attività non ufficializzata dalla Regione Piemonte
CUORGNE' - Studenti volenterosi rendono confortevole la scuola
CUORGNE
Realizzato dai ragazzi una sorta di salottino colorato all'interno dello storico istituto cuorgnatese: assolutamente originale
MAZZE' - Donna colpita dalla meningite trasferita all'Amedeo di Savoia
MAZZE
La pensionata, sola in casa, era stata soccorsa dopo l'allarme del figlio che, non riuscendo a contattarla, aveva chiamato il 118
CUORGNÉ – Solenne benedizione degli automezzi in piazza
CUORGNÉ – Solenne benedizione degli automezzi in piazza
In occasione della recente Festa di Sant’Antonio
IVREA - Contro le barriere sensoriali Asl e Apic lavorano insieme
IVREA - Contro le barriere sensoriali Asl e Apic lavorano insieme
All’ingresso dell'ospedale di Ivrea installato un amplificatore portatile con sistema a induzione magnetica donato dall’Apic
SICUREZZA - Furti sui treni: allarme sulla Canavesana. Una zingara denunciata dalla polizia ferroviaria
SICUREZZA - Furti sui treni: allarme sulla Canavesana. Una zingara denunciata dalla polizia ferroviaria
Una quarantunenne, domiciliata nel campo nomadi di strada dell’Aeroporto tra Borgaro e Torino, è stata denunciata per furto aggravato in concorso: agiva con «l'aiuto» dei suoi sei bambini che sono stati affidati alla custodia del nonno
RIVAROLO - Fuga di gas sospetta in via Palestro
RIVAROLO - Fuga di gas sospetta in via Palestro
Indagini in corso da parte dei carabinieri di Rivarolo Canavese
IVREA - Ispezione in carcere: «La situazione è davvero a rischio»
IVREA - Ispezione in carcere: «La situazione è davvero a rischio»
Visita al carcere da parte di Marco Grimaldi, consigliere di Sel, Silvja Manzi e Igor Boni della Direzione nazionale Radicali
CASELLE - Due donne gelose si picchiano in strada per lo stesso uomo: la rissa si conclude con quattro arresti
CASELLE - Due donne gelose si picchiano in strada per lo stesso uomo: la rissa si conclude con quattro arresti
A scatenare il tutto un incontro che, in teoria, avrebbe dovuto essere un chiarimento, tra due donne: una di 43 anni e l'altra di 32. La prima, l'ex moglie di un 41enne residente proprio a Caselle. La seconda, la nuova fiamma dell'uomo
SLAVINA SULL'HOTEL RIGOPIANO - Dal Canavese partirà un altro contingente - FOTO
SLAVINA SULL
Intanto dei 20 nuovi tecnici piemontesi arrivati in loco, un gruppo sarà operativo già in serata, mentre l’altro entrerà in azione domani mattina
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore