OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - E' stato Gabriele Defilippi a strangolare Gloria Rosboch

| Defilippi e Obert si sono rimpallati la responsabilità per mesi. Caterina Abbattista, invece, secondo la procura, ha «avallato e istigato il figlio nel suo proposito di eliminare la professoressa Rosboch»

+ Miei preferiti
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - E stato Gabriele Defilippi a strangolare Gloria Rosboch
Hanno agito con premeditazione per «garantirsi l'impunità dalla truffa» messa a segno ai danni di Gloria Rosboch. Lo scrive il procuratore capo di Ivrea, Giuseppe Ferrando, nel dispositivo di chiusura delle indagini preliminari relative all'omicidio della professoressa di Castellamonte. Ne risponderanno Gabriele Defilippi, 22 anni di Gassino, ex allievo di Gloria Rosboch, il complice Roberto Obert, 54 anni di Forno Canavese, e Caterina Abbattista, 49 anni, madre di Defilippi. Quest'ultima, al momento ai domiciliari, secondo la procura ha «avallato e istigato il figlio nel suo proposito di eliminare la professoressa, la quale aveva presentato una querela per truffa al fine di ottenere la restituzione del denaro».
 
Una truffa da 187 mila euro, andata in scena un anno prima dell’omicidio. Solo quando la Rosboch ha iniziato a chiedere con insistenza la restituzione di quei soldi è scattato il piano omicida. A Defilippi e Obert, che il 13 gennaio scorso strangolarono la donna «cingendole al collo un laccio tanto da averne provocato la morte immediata», viene contestata anche la premeditazione, dal momento che nei giorni precedenti all’assassinio effettuarono un sopralluogo nella discarica della localita “Rossetti” di Rivara, a pochi chilometri dalla casa di Obert, individuando la vasca del percolato per nascondere il corpo della professoressa Rosboch. Il procuratore Ferrando, tra l’altro, specifica nel dispositivo che a strangolare la donna è stato proprio l'ex allievo, a bordo della Renault Twingo utilizzata per gli spostamenti il 13 gennaio e poi accuratamente lavata per cancellare ogni traccia del delitto. I due sono accusati anche di sottrazione di cadavere. Defilippi e Obert si sono rimpallati la responsabilità per mesi. Ora la procura ha deciso di mettere nero su bianco l'autore materiale.
 
La quarta indagata, Efisia Rossignoli di San Giorgio Canavese, è accusata di truffa in concorso, avendo partecipato al raggiro nei confronti della Rosboch fingendosi direttrice di banca e convincendo la donna, in quel modo, a cedere tutti i suoi risparmi. Alla donna è contestata anche la cessione di alcune dosi di hashish e marijuana a Defilippi. Anche sulla truffa, infine, gli inquirenti rilevano una chiara e determinante partecipazione di Caterina Abbattista: la mamma di Gabriele, infatti, incontrò Gloria Rosboch prima ancora che la professoressa presentasse la denuncia per truffa, insistendo «affinchè non venissero coinvolti gli avvocati». 
Dove è successo
Cronaca
TRAGEDIA AL RALLY CITTA' DI TORINO - I medici hanno tentato di rianimare il bambino per 50 minuti
TRAGEDIA AL RALLY CITTA
«Non ci risulta che al momento del via ci fossero persone in posizioni pericolose» dice l'organizzatore della gara. Sarà l'inchiesta della procura di Ivrea a stabilire se, nel corso del rally, le persone si sono spostate dai luoghi sicuri
RIVAROLO - Taglio del nastro per i nuovi locali dell'Anffas - FOTO
RIVAROLO - Taglio del nastro per i nuovi locali dell
La fondazione La Torre-Anffas, nata nel 1985 da un progetto della Regione, assiste numerosi pazienti nella sede rivarolese
METEO - Ondate di calore: in pianura fino a 35 gradi
METEO - Ondate di calore: in pianura fino a 35 gradi
In queste ore l'influenza di un promontorio di alta pressione esteso dal Nord Africa fino alla Penisola Scandinava, garantisce giorni soleggiati e un aumento delle temperature massime
CASELLE-MAPPANO - Aprono gli sportelli casa per i cittadini
CASELLE-MAPPANO - Aprono gli sportelli casa per i cittadini
Il progetto è cofinanziato da Comune di Caselle, Cim di Mappano, Compagnia di San Paolo e associazione Sinapsi
IVREA - Core festeggia i vent'anni di attività al castello di Masino
IVREA - Core festeggia i vent
L’azienda si è caratterizzata per la capacità di seguire le evoluzioni del mercato informatico, superando gli anni di crisi
AGLIE' - Muore in casa a 38 anni: ritrovato dai carabinieri
AGLIE
Si tratta di una persona nota in paese, più volte finito alla ribalta delle cronache. Anni fa aveva salvato i vicini da un incendio
TRAGEDIA AL RALLY CITTÀ DI TORINO - Canavese sotto shock per il dramma di Coassolo - FOTO
TRAGEDIA AL RALLY CITTÀ DI TORINO - Canavese sotto shock per il dramma di Coassolo - FOTO
Un bimbo di sei anni morto nell'incidente. Al volante dell'auto il pilota Cristian Milano, 47 anni, di Prascorsano, colto da un malore durante la gara. Tanti sportivi si sono stretti al dolore della famiglia del piccolo
TRAGEDIA AL RALLY CITTA' DI TORINO - Muore un bimbo travolto da un'auto: la procura di Ivrea apre un'inchiesta - FOTO
TRAGEDIA AL RALLY CITTA
Un'auto impegnata nella corsa è uscita di strada travolgendo un'intera famiglia. L'inchiesta è stata affidata al pubblico ministero Ruggero Mauro Crupi. Le indagini sulla dinamica dell'incidente sono in corso a cura dei carabinieri
CALUSO - Incidente stradale: due feriti sulla statale 26 - VIDEO
CALUSO - Incidente stradale: due feriti sulla statale 26 - VIDEO
Scontro frontale, oggi intorno alle 16.30. Coinvolti un Fiat Ducato e una Fiat Panda all'incrocio appena fuori il centro abitato
TRAGEDIA AL RALLY CITTÀ DI TORINO - AUTO SULLA FOLLA: MUORE UN BAMBINO DI SEI ANNI
TRAGEDIA AL RALLY CITTÀ DI TORINO - AUTO SULLA FOLLA: MUORE UN BAMBINO DI SEI ANNI
Tragedia assurda a Coassolo, nelle Valli di Lanzo. Nel corso del «Rally Città di Torino» un'auto è finita sulla folla. Un bambino di 6 anni è morto travolto dalla vettura in gara. Travolti anche altri tre spettatori
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore