OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - E' stato Gabriele Defilippi a strangolare Gloria Rosboch

| Defilippi e Obert si sono rimpallati la responsabilità per mesi. Caterina Abbattista, invece, secondo la procura, ha «avallato e istigato il figlio nel suo proposito di eliminare la professoressa Rosboch»

+ Miei preferiti
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - E stato Gabriele Defilippi a strangolare Gloria Rosboch
Hanno agito con premeditazione per «garantirsi l'impunità dalla truffa» messa a segno ai danni di Gloria Rosboch. Lo scrive il procuratore capo di Ivrea, Giuseppe Ferrando, nel dispositivo di chiusura delle indagini preliminari relative all'omicidio della professoressa di Castellamonte. Ne risponderanno Gabriele Defilippi, 22 anni di Gassino, ex allievo di Gloria Rosboch, il complice Roberto Obert, 54 anni di Forno Canavese, e Caterina Abbattista, 49 anni, madre di Defilippi. Quest'ultima, al momento ai domiciliari, secondo la procura ha «avallato e istigato il figlio nel suo proposito di eliminare la professoressa, la quale aveva presentato una querela per truffa al fine di ottenere la restituzione del denaro».
 
Una truffa da 187 mila euro, andata in scena un anno prima dell’omicidio. Solo quando la Rosboch ha iniziato a chiedere con insistenza la restituzione di quei soldi è scattato il piano omicida. A Defilippi e Obert, che il 13 gennaio scorso strangolarono la donna «cingendole al collo un laccio tanto da averne provocato la morte immediata», viene contestata anche la premeditazione, dal momento che nei giorni precedenti all’assassinio effettuarono un sopralluogo nella discarica della localita “Rossetti” di Rivara, a pochi chilometri dalla casa di Obert, individuando la vasca del percolato per nascondere il corpo della professoressa Rosboch. Il procuratore Ferrando, tra l’altro, specifica nel dispositivo che a strangolare la donna è stato proprio l'ex allievo, a bordo della Renault Twingo utilizzata per gli spostamenti il 13 gennaio e poi accuratamente lavata per cancellare ogni traccia del delitto. I due sono accusati anche di sottrazione di cadavere. Defilippi e Obert si sono rimpallati la responsabilità per mesi. Ora la procura ha deciso di mettere nero su bianco l'autore materiale.
 
La quarta indagata, Efisia Rossignoli di San Giorgio Canavese, è accusata di truffa in concorso, avendo partecipato al raggiro nei confronti della Rosboch fingendosi direttrice di banca e convincendo la donna, in quel modo, a cedere tutti i suoi risparmi. Alla donna è contestata anche la cessione di alcune dosi di hashish e marijuana a Defilippi. Anche sulla truffa, infine, gli inquirenti rilevano una chiara e determinante partecipazione di Caterina Abbattista: la mamma di Gabriele, infatti, incontrò Gloria Rosboch prima ancora che la professoressa presentasse la denuncia per truffa, insistendo «affinchè non venissero coinvolti gli avvocati». 
Cronaca
FAVRIA - Tamponamento a catena tra quattro autovetture - FOTO
FAVRIA - Tamponamento a catena tra quattro autovetture - FOTO
Dopo i due incidenti sulla provinciale 53, questa sera intorno alle 18 si è verificato un tamponamento a catena anche sulla favriasca
BARONE - Esce di strada e si ribalta: ferita una donna - FOTO
BARONE - Esce di strada e si ribalta: ferita una donna - FOTO
La donna al volante è stata estratta dalle lamiere grazie al pronto intervento dei vigili del fuoco di Ivrea. Dinamica da accertare
CHIAVERANO - Vandali in azione: il Comune chiede aiuto ai genitori
CHIAVERANO - Vandali in azione: il Comune chiede aiuto ai genitori
Il sindaco si appella alle famiglie: «Altrimenti saremo costretti a sanzioni amministrative, denunce e richieste di risarcimento»
SAN GIUSTO CANAVESE - Sbatte contro lo spartitraffico e finisce nella rotonda: ferito un uomo di Alpette
SAN GIUSTO CANAVESE - Sbatte contro lo spartitraffico e finisce nella rotonda: ferito un uomo di Alpette
Incidente stradale, oggi pomeriggio, lungo la provinciale 53. Al confine tra San Giorgio e San Giusto, quasi di fronte all'ex Pininfarina, un uomo ha «parcheggiato» la propria vettura direttamente sulla rotonda...
LAVORO - A Brandizzo ha aperto il nuovo centro di Amazon - VIDEO
LAVORO - A Brandizzo ha aperto il nuovo centro di Amazon - VIDEO
Da ieri mattina è pienamente operativo il nuovissimo centro di smistamento di Amazon, aperto da circa tre settimane
MONTANARO - Troppi batteri nell'acqua: a scuola solo bottigliette
MONTANARO - Troppi batteri nell
Secondo le analisi Asl, nell'acqua dei rubinetti sono stati trovati dei valori di batteri leggermente superiori al consentito
CUORGNE' - Pensionato sprint coltiva marijuana nel suo terreno
CUORGNE
I carabinieri hanno scoperto cinque piante di cannabis e 250 grammi di foglie di marijuana già essiccate. 65enne denunciato
IVREA - Violenza sessuale in classe: maestro elementare assolto
IVREA - Violenza sessuale in classe: maestro elementare assolto
Per il collegio giudicante non erano sufficienti le prove dell'accusa che aveva chiesto una condanna a 4 anni di reclusione
LOMBARDORE-LEINI - Lavori sulla 460: code e disagi per il semaforo
LOMBARDORE-LEINI - Lavori sulla 460: code e disagi per il semaforo
«I lavori dureranno pochi giorni senza necessità di chiudere la strada al traffico», conferma il consigliere Antonino Iaria
CHIVASSO - Anziana con fratture in casa di riposo: indagano i Nas
CHIVASSO - Anziana con fratture in casa di riposo: indagano i Nas
Secondo il referto dei medici dell'ospedale di Chivasso le ferite potrebbero essere state causate da un evento traumatico
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore