OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Faccia a faccia in procura: Gabriele Defilippi contro Roberto Obert

| Nel corso dell'ultimo interrogatorio Defilippi ha fatto il nome di almeno nove persone coinvolte nella truffa ai danni della professoressa Gloria Rosboch. Il procuratore Ferrando, dopo Pasqua, lo sentirà insieme all'amante complice

+ Miei preferiti
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Faccia a faccia in procura: Gabriele Defilippi contro Roberto Obert
Gabriele Defilippi contro Roberto Obert. Prima complici dell'assassinio della professoressa Gloria Rosboch. Ora nemici giurati. Tanto che negli interrogatori continuano a rimpallarsi le responsabilità: per Obert è stato Gabriele a organizzare l'omicidio della povera professoressa di Castellamonte. Per Defilippi la mente diabolica era quella dell'ex amico-amante, capace di tutto pur di mettere le mani sui soldi della donna. Versioni diametralmente opposte che hanno convinto il procuratore capo di Ivrea, Giuseppe Ferrando, a tentare la via del faccia a faccia. Obert e Defilippi si confronteranno su quello che è successo lo scorso 13 gennaio tra Castellamonte e Rivara. Uno contro l'altro, davanti a Ferrando e ai carabinieri del reparto investigativo di Torino. Chissà se, finalmente, verrà a galla tutta la verità.

Di certo, dall'interrogatorio dell'altra mattina di Defilippi, sono emerse circostanze ancora non note ai carabinieri. I nomi di nove persone che avrebbero avuto un ruolo nella truffa da 187 mila euro messa a segno ai danni della Rosboch. Alcune già note agli investigatori, altre no. A questo punto l'indagine si complica e renderà necessari ulteriori accertamenti. Perchè, in fin dei conti, è stata la truffa ad aver innescato tutta quella serie di eventi che hanno convinto Defilippi e Obert ad ammazzare Gloria Rosboch. Non è escluso che, a breve, partano dalla procura di Ivrea altri avvisi di garanzia.

Gabriele Defilippi tornerà nell'ufficio di Ferrando il prossimo 31 marzo. Poi sarà sentita anche la madre, Caterina Abbattista, anche lei in carcere per concorso in omicidio. Solo allora sarà decisa la data del faccia a faccia tra Obert e Defilippi. Se è vero che entrambi hanno deciso di collaborare per aiutare gli inquirenti e magari ottenere qualche sconto nella condanna (che sembra già scritta in quanto reo-confessi), al momento del faccia a faccia dovranno anche smettere di accusarsi a vicenda. Altrimenti la loro collaborazione con la procura e i carabinieri potrebbe interrompersi bruscamente. In tal caso sia Defilippi che Obert rivedrebbero Ferrando solo in un'aula di tribunale.

Cronaca
VALPRATO - Il Comune cerca un nuovo gestore per bar e pizzeria
VALPRATO - Il Comune cerca un nuovo gestore per bar e pizzeria
Il giovane imprenditore che gestisce da alcuni mesi la struttura ha rinunciato da pochi giorni alla gestione per motivi privati
OMICIDIO DI SAN GIORGIO - ARRESTATO L'ASSASSINO DI LAURENT RADICI: E' IL FIDANZATO DELLA FIGLIA
OMICIDIO DI SAN GIORGIO - ARRESTATO L
Si è costituito a Torino, nella tarda serata di ieri, Giuseppe Laforè, 25 anni, un nomade sinti di Romano Canavese, accusato dell'omicidio di Laurent Radici, il 44enne di San Giorgio ucciso la scorsa settimana con un colpo di pistola
BORGARO - Troppo lavoro: i vigili urbani scioperano di nuovo
BORGARO - Troppo lavoro: i vigili urbani scioperano di nuovo
Tra le motivazioni i carichi di lavoro, tensione nel comando, ambiente insostenibile, richieste di trasferimento negate
IVREA - Alberi pericolosi da abbattere: i lavori dal 21 gennaio
IVREA - Alberi pericolosi da abbattere: i lavori dal 21 gennaio
Da lunedì verrà eseguito un intervento di abbattimento del primo filare di platani nei Giardini della stazione ferroviaria
BORGARO - Due donne rubano i soldi al bar, il titolare mette le foto su Facebook - FOTO
BORGARO - Due donne rubano i soldi al bar, il titolare mette le foto su Facebook - FOTO
Due donne, hanno approfittato di un momento di confusione all'interno del locale per impossessarsi del barattolo contenente le mance. Appena si sono accorti del furto, i titolari sono andati a visionare le immagini di videosorveglianza
ALLERTA INCENDI - 38 roghi da inizio anno: nessuna deroga al divieto di accendere fuochi
ALLERTA INCENDI - 38 roghi da inizio anno: nessuna deroga al divieto di accendere fuochi
Tutto il sistema operativo regionale Antincendi boschivi continua a essere allertato sull'intero territorio piemontese, pronto a intervenire in caso di necessità
IVREA - La rotonda costata 700 mila euro sarà smantellata?
IVREA - La rotonda costata 700 mila euro sarà smantellata?
Code e traffico in tilt in centro. «Colpa» della rotonda di porta Vercelli. Indagine del Comune in corso per nuove modifiche
IVREA - Vigili del fuoco in lutto per la tragica scomparsa di Ivan Ferrero
IVREA - Vigili del fuoco in lutto per la tragica scomparsa di Ivan Ferrero
Solo a notte fonda papà Luciano e mamma Nadia hanno ricevuto la tragica notizia direttamente dal comandante provinciale dei vigili del fuoco di Torino, Marco Frezza, che ha fatto loro visita a Saluggia
PASTORI MASSACRATI A CHIVASSO - La procura di Ivrea chiede un ergastolo e 57 anni di carcere
PASTORI MASSACRATI A CHIVASSO - La procura di Ivrea chiede un ergastolo e 57 anni di carcere
Alla sbarra Daniele Bergero, 26 anni di Front Canavese, Romano Bergero, 34 anni di Foglizzo, Piero Bergero, 31 anni di Oglianico, e Alex Bianciotto, 30 anni di Mercenasco. Le vittime furono uccise a Castelrosso il 24 ottobre del 2017
CALUSO - Pestano un 18enne per rubargli il computer: denunciati
CALUSO - Pestano un 18enne per rubargli il computer: denunciati
Lo scopo della «spedizione punitiva» sarebbe stato quello di recuperare un credito di droga. Indagini dei carabinieri in corso
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore