OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - GABRIELE DEFILIPPI CHIEDE SCUSA MA I GENITORI NON LO PERDONANO

| Colpo di scena nel corso dell'udienza preliminare per l'omicidio di Gloria Rosboch. Gabriele Defilippi ha reso una dichiarazione spontanea per mostrarsi pentito per l'accaduto. Chiesto il processo con rito abbreviato

+ Miei preferiti
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - GABRIELE DEFILIPPI CHIEDE SCUSA MA I GENITORI NON LO PERDONANO
Gabriele Defilippi si è pentito in aula per l'omicidio di Gloria Rosboch. Ha chiesto scusa per l'accaduto davanti ai genitori della donna uccisa l'anno scorso. La madre Caterina Abbattista ha letto in aula una lettera con una dichiarazione spontanea al giudice Alessandro Scialabba. I genitori della Rosboch, però, all'uscita dal tribunale hanno confermato la loro posizione. "Non possiamo perdonare".
 
Prossima udienza giovedì prossimo quando il giudice dovrà esprimersi sulle richieste presentate dalle difese. Caterina Abbattista sarà processata con rito ordinario. Abbreviato invece per Obert e Defilippi. Per quest'ultimo è stata richiesta la perizia psichiatrica. Efisia Rossignoli, invece, a processo per truffa, ha presentato richiesta di patteggiamento.
 
"Ho detto grazie a Gabriele per quello che ci ha fatto. Solo questo. Per me sono tutti e tre degli assassini". Così Ettore Rosboch, il papà della professoressa Gloria, all'uscita dal tribunale di Ivrea dopo l'udienza preliminare del processo a carico degli assassini della figlia. La mamma Marisa Mores ha confermato: "Noi non possiamo perdonare gli assassini. Sapevo che stamattina sarebbe stata dura. Me lo aspettavo. Mi hanno solo dato fastidio gli sguardi della Abbattista che continuava a guardarmi". Sui pentimenti di Defilippi e della Abbattista il legale della famiglia, Stefano Caniglia, ha preferito non commentare. "I genitori hanno provato una forte emozione a venire in aula questa mattina, era la prima volta che vedevano gli assassini della figlia. Ma era un loro diritto".
 
Dove è successo
Cronaca
LOMBARDORE - Undici piante di marijuana coltivate in un terreno agricolo: due giovani fratelli arrestati
LOMBARDORE - Undici piante di marijuana coltivate in un terreno agricolo: due giovani fratelli arrestati
Nell'ambito della stessa operazione, i militari dell'Arma hanno denunciato due studenti, di 22 e di 30 anni, sempre residenti a Lombardore, dal momento che è emerso che gli stessi avevano curato la piantagione insieme ai due fratelli
SAN GIUSTO - Vanno a fuoco i bancali nel cortile di un'azienda
SAN GIUSTO - Vanno a fuoco i bancali nel cortile di un
L'incendio divampato l'altra notte. Accertamenti dei carabinieri in corso. E' il secondo caso in meno di una settimana
MAPPANO - Al Ministero nuove offerte per comprare il Mercatone Uno
MAPPANO - Al Ministero nuove offerte per comprare il Mercatone Uno
I Commissari hanno comunicato l'avvio della procedura di cessione dei complessi aziendali con i soggetti interessati
RONCO - La festa del paese celebra l'identità francoprovenzale
RONCO - La festa del paese celebra l
L'amministrazione comunale invita tutta la popolazione a partecipare in costume
NOASCA-CERESOLE - Due interventi del soccorso alpino in pochi minuti
NOASCA-CERESOLE - Due interventi del soccorso alpino in pochi minuti
Fine giornata movimentata, quella di lunedi, per i volontari della stazione di Ceresole Reale. Due donne tratte in salvo
RIVAROLO - Prende fuoco l'insegna della Reale Mutua - FOTO
RIVAROLO - Prende fuoco l
Intervento dei vigili del fuoco subito dopo mezzanotte in corso Torino
SAN GIUSTO-FOGLIZZO - Incidente mortale: non ce l'ha fatta uno degli automobilisti coinvolti - FOTO
SAN GIUSTO-FOGLIZZO - Incidente mortale: non ce l
Il pensionato settantenne rimasto coinvolto, ieri pomeriggio, in un grave incidente sulla provinciale tra Foglizzo e San Giusto Canavese, è morto oggi, poco dopo le 12, al Cto. Dimesso, invece, il ragazzo alla guida dell'altro veicolo
FORNO - La Filarmonica suona con la Fanfara della Taurinense - VIDEO
FORNO - La Filarmonica suona con la Fanfara della Taurinense - VIDEO
A Ceresole Reale per la festa del Piemonte e i 60 anni del Soccorso Alpino, la Filarmonica ha suonato con la Taurinense
CANAVESE - A Favria la base della banda dei bancomat: due nomadi sinti arrestati - FOTO e VIDEO
CANAVESE - A Favria la base della banda dei bancomat: due nomadi sinti arrestati - FOTO e VIDEO
Due gli arrestati: erano soliti assaltare di notte sportelli bancomat con il volto coperto con le maschere di Donald Trump. Sono i fratelli sinti Vittorio Laforè, 26 anni, e Ivan Laforè, 30 anni, entrambi residenti ad Alpignano
MAZZE' - Bruciano quintali di fieno nell'azienda agricola: salvi 200 tori
MAZZE
I vigili del fuoco, che sono entrati in azione alle tre con numerose squadre, sono riusciti a limitare l'estensione dell'incendio
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore