OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Gloria Rosboch ha lottato con gli assassini prima di morire

| Lo confermano gli esiti dell'autopsia effettuata dal medico legale. Sul corpo graffi e lesioni. Defilippi e Obert sempre più colpevoli: se è vero che uno dei due ha strangolato Gloria, l'altro non ha fatto nulla per impedire l'omicidio

+ Miei preferiti
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Gloria Rosboch ha lottato con gli assassini prima di morire
Gloria Rosboch ha lottato prima di morire a bordo della Renault Twingo di Roberto Obert. Lo confermano anche gli esiti dell'autopsia effettuata dal medico legale Roberto Testi. Non c'è l'ufficialità ma qualche dettaglio è già emerso. Anche perchè l'esame autoptico sta riscrivendo almeno una parte del delitto, andando a complicare la posizione di entrambi gli arrestati: Gabriele Defilippi, 22 anni di Gassino (ex allievo della professoressa di Castellamonte), e Roberto Obert, 54 anni di Forno Canavese.
 
Gloria, prima di morire, avrebbe lottato con i due assassini: sul collo, la lesione dal basso verso l’alto, provocata con un filo per stendere, è compatibile con lo strangolamento dalle spalle. Chi era seduto sul sedile posteriore ha cinto il cavo attorno al collo della 49enne e ha iniziato a tirare verso di se. In quella posizione, però, Gloria ha comunque lottato. Il complice, seduto al volante della Twingo, avrebbe tenuto ferma la professoressa che ha riportato una lesione sul ginocchio in teoria compatibile con la spaccatura sul parabrezza dell'auto (rilevato dai carabinieri del Ris di Parma). 
 
Non solo: sulle braccia e sulle spalle il corpo della Rosboch evidenzia una serie di graffi sospetti. Sarebbero lesioni da compressione: ovvero qualcuno ha tentato di tenere ferma la prof mentre il secondo uomo la strangolava dalle spalle. Secondo il medico legale tutte le ferite risalgono ai minuti precedenti la morte e non hanno nulla a che vedere con il trascinamento del cadavere avvenuto alla discarica di Rivara, dove la Rosboch è stata gettata (già morta) nella vasca del percolato. Stando alle tracce sui sedili, poi, sarà possibile chiarire se la professoressa è stata strangolata a Rivara oppure, come sembra maggiormente probabilmente, già poco distante da Castellamonte, arrivando alla discarica già morta da diversi minuti. 
 
Tutto questo, ovviamente, scredita la posizione di entrambi gli arrestati per l'omicidio che si sono sempre dati la colpa a vicenda. Obert ha detto che è stato Defilippi a strangolare Gloria. L'ex allievo ha detto (in più interrogatori) l'esatto contrario. Ognuno ha tentato di scagiornarsi. Invece, dall'esame autoptico, emerge un quadro ben differente. Se è vero che uno dei due ha strangolato Gloria, l'altro non ha fatto nulla per impedire l'omicidio e, anzi, avrebbe dato il suo decisivo contributo per uccidere la prof. 
Dove è successo
Cronaca
SLAVINA SULL'HOTEL RIGOPIANO - Dal Canavese all'Abruzzo: all'opera i tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico - FOTO
SLAVINA SULL
Si tratta di tecnici provenienti dalle delegazioni Canavesana, Cuneo, Mondovì, Ossola, Valsusa, oltre a due speleologi. La squadra è stata composta nella serata di ieri dopo la richiesta di rinforzi da parte della protezione civile
AGLIE' - Incendio in centro distrugge abitazione: vigili del fuoco combattono contro le fiamme - FOTO e VIDEO
AGLIE
Drammatico incendio in via Michela, pieno centro storico alladiese. Le fiamme si sono estese a un intero caseggiato. Vigili del fuoco al lavoro per domare le fiamme. Paura per i residenti della zona: tutti illesi
CUORGNE' - Spaccata nella notte: furto di gratta e vinci e sigarette
CUORGNE
Nel mirino la tabaccheria di corso Torino. Banditi messi in fuga dalla vigilanza. Indagini dei carabinieri cuorgnatesi in corso
RIVARA - Incidente stradale all'incrocio: due automobilisti feriti
RIVARA - Incidente stradale all
Schianto intorno alle 11, in corso Vittorio Emanuele, al bivio per Camagna. Si sono scontrate una Fiat Grande Punto e una Panda
LOCANA - Armi e arnesi da scasso in auto: due giovani denunciati
LOCANA - Armi e arnesi da scasso in auto: due giovani denunciati
I materiali recuperati dai carabinieri a bordo dell'auto di due ragazzi di Cirié di 18 e 17 anni, entrambi denunciati a piede libero
CUORGNÈ - Ex tabaccaio intossicato dal monossido di carbonio: grave in ospedale
CUORGNÈ - Ex tabaccaio intossicato dal monossido di carbonio: grave in ospedale
L'episodio in pieno centro a Cuorgnè dove un ex commerciante della città di 73 anni, residente in via Garibaldi, è rimasto gravemente intossicato dal malfunzionamento del riscaldamento
CASELLE - Record di passeggeri in aeroporto: quasi 4 milioni
CASELLE - Record di passeggeri in aeroporto: quasi 4 milioni
Il Pertini registra il record storico di passeggeri superando il precedente record annuale del 2011. Crescita 7,8% rispetto all'anno scorso
LEINI - Insultano i vigili urbani su Facebook: quattro denunciati
LEINI - Insultano i vigili urbani su Facebook: quattro denunciati
Gli accusati, interrogati dagli agenti, hanno ammesso le proprie colpe, spiegando però che non pensavano «fosse un reato»
AGLIE' - 280 Pro Loco per l'assemblea in castello
AGLIE
Saranno presenti anche i rappresentanti di Regione Piemonte, Città Metropolitana di Torino e Comune di Agliè
CANAVESE - Azienda pubblicitaria evade sette milioni di euro: titolari denunciati dalla guardia di finanza
CANAVESE - Azienda pubblicitaria evade sette milioni di euro: titolari denunciati dalla guardia di finanza
Grazie a società compiacenti i costi dei servizi venivano gonfiati a dismisura, pertanto la società, nonostante un elevato volume d’affari, dichiarava redditi che per l’attività svolta possono considerarsi irrisori
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore