OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Gloria Rosboch ha tentato di scappare prima di essere uccisa?

| Quando Gabriele Defilippi e Roberto Obert le hanno stretto un cavo attorno al collo per ucciderla, la professoressa potrebbe aver reagito. E' l'ipotesi sulla quale stanno lavorando i carabinieri del Ris di Parma

+ Miei preferiti
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Gloria Rosboch ha tentato di scappare prima di essere uccisa?
Gloria Rosboch ha tentato di scappare quando Gabriele Defilippi e Roberto Obert le hanno stretto un cavo attorno al collo per ucciderla. E' l'ipotesi sulla quale stanno lavorando i carabinieri del Ris di Parma dopo che gli accertamenti tecnici eseguiti sulla Renault Twingo di Roberto Obert hanno scoperto una fenditura nel parabrezza dell'auto stessa. Proprio in prossimità del lato passeggero, dove era seduta Gloria Rosboch secondo il racconto fornito ai carabinieri da Defilippi e Obert. Sul quel vetro ci sarebbero impronte digitali e tracce biologiche. Entro un mese il Ris terminerà gli accertamenti tecnici. Obert, quel parabrezza, aveva deciso di sostituirlo proprio ai primi di febbraio.
 
Ma gli addetti del centro specializzato di Rivarolo Canavese, prima di destinarlo allo smaltimento, pensando che potesse essere utile alle indagini, hanno chiamato i carabinieri che, come da prassi, lo hanno posto sotto sequestro. Poi il parabrezza è stato inviato al Ris di Parma. Obert, l'amante-complice di Gabriele Defilippi, si è comunque giustificato davanti al procuratore capo di Ivrea, Giuseppe Ferrando: «Avevo preso una pietra e ho deciso di cambiare il parabarezza». Circostanza da verificare perchè se la fenditura nel vetro parte dall'interno, difficile possa essersi trattato di una pietra...
 
L'ipotesi della procura, a questo punto, se la fenditura dovesse essere compatibile con una reazione di Gloria Rosboch nelle fasi immediatamente precedenti all'omicidio, andrebbe a scardinare una delle certezze sulle quali, fin qui, si sono basate le indagini. Sia Defilippi che Obert, pur rimpallandosi le responsabilità dello strangolamento della povera professoressa, hanno infatti raccontato che la donna è stata uccisa da chi era seduto sul sedile posteriore della Twingo. Sia Defilippi che Obert hanno ribadito che la Rosboch non ha fatto in tempo a dimenarsi o a parlare, presa di sorpresa alle spalle. Questo avrebbe permesso a uno solo degli assassini di completare materialmente lo strangolamento.
 
La fenditura nel vetro, invece, potrebbe rivelare una reazione della donna che, vista la posizione e le possibilità di movimento, non sarebbe stata uccisa unicamente da chi era seduto sul sedile posteriore. Un'eventuale reazione, infatti, avrebbe costretto l'autista della Twingo a intervenire per bloccare il dimenarsi della donna. In tal caso, Defilippi e Obert hanno volutamente omesso questo particolare per tentare di alleggerire la rispettiva posizione (almeno ipoteticamente) in sede di processo. Mercoledì prossimo, a Ivrea, il confronto tra Obert e Defilippi.
Cronaca
VOLPIANO - Rubava gioielli nelle case dove lavorava: condannata
VOLPIANO - Rubava gioielli nelle case dove lavorava: condannata
La collaboratrice domestica infedele rubava oggetti preziosi nelle case dove lavorava. E' stata condannata a undici mesi
RIVAROLO - Nel sottopasso della morte il Comune installa il semaforo
RIVAROLO - Nel sottopasso della morte il Comune installa il semaforo
Dopo l'incidente costato la vita ad un operaio di Favria, via libera ai lavori per installare un impianto semaforico in grado di segnalare l'acqua alta nel sottopasso di via Galileo Ferraris che porta a Feletto
CASTELLAMONTE - Minacce nei bar: clienti violenti già in libertà
CASTELLAMONTE - Minacce nei bar: clienti violenti già in libertà
La convalida del fermo è stata effettuata dal giudice che non ha ritenuto i due pericolosi per l'incolumità pubblica
CHIVASSO - Ex assessore condannato per traffico di stupefacenti
CHIVASSO - Ex assessore condannato per traffico di stupefacenti
Nove condanne, con pene che vanno da 4 a 13 anni, hanno chiuso il processo nato da un'inchiesta dei carabinieri del Ros
IVREA - Donna punta da un calabrone finisce in ospedale
IVREA - Donna punta da un calabrone finisce in ospedale
Il pericoloso insetto è uscito dal cassone della tapparella e ha colpito la padrona di casa. Per fortuna non era allergica
FAVRIA - Avvisi di garanzia, indagato anche un ex sindaco di Rivarolo Canavese
FAVRIA - Avvisi di garanzia, indagato anche un ex sindaco di Rivarolo Canavese
C'è anche il nome di Carlo Bollero, ex sindaco di Rivarolo Canavese, tra i 53 indagati nell'ambito dell'operazione «Perseo» dei carabinieri, quella che la scorsa settimana ha portato all'arresto del noto imprenditore Pasquale Motta
CHIVASSO - Si masturba davanti a una 20enne: denunciato
CHIVASSO - Si masturba davanti a una 20enne: denunciato
Nei guai un italiano di 45 anni, residente a Cavagnolo. Dovrà rispondere di atti osceni. L'episodio su un pullman della Gtt
VIALFRE' - Il Canavese ospita il maxi raduno degli scout
VIALFRE
Dal primo al tredici agosto, più di 4000 scout per il Campo 2018 del Corpo Nazionale Giovani Esploratori
IVREA - Marilena Nappa Pola è la presidente dell'Inner Wheel
IVREA - Marilena Nappa Pola è la presidente dell
Nel suo discorso di congedo, Sabina Chiodi Ferraris ha sottolineato come abbia cercato di realizzare il tema dell'anno
MONTI PELATI - Una nuova segnaletica per la riserva naturale - FOTO
MONTI PELATI - Una nuova segnaletica per la riserva naturale - FOTO
Sono stati anche realizzati nuovi interventi di prevenzione e contenimento dell'erosione provocata dalle piogge intense
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore