OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - I carabinieri hanno interrogato il fratellino di Gabriele Defilippi

| L'interrogatorio è avvenuto in una caserma dei carabinieri di Torino. Nel tentativo (riuscito) di non mettere in difficoltà il ragazzino, luogo e ora sono stati tenuti segreti fino all'ultimo

+ Miei preferiti
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - I carabinieri hanno interrogato il fratellino di Gabriele Defilippi
Ieri mattina, a sorpresa, gli investigatori che stanno indagando sull'omicidio della professoressa Gloria Rosboch di Castellamonte hanno nuovamente interrogato il fratellastro di Gabriele Defilippi, 13 anni. L'interrogatorio è avvenuto in una caserma dei carabinieri di Torino. Nel tentativo (riuscito) di non mettere in difficoltà il ragazzino, luogo e ora sono stati tenuti segreti fino all'ultimo. Per il procuratore capo di Ivrea, Giuseppe Ferrando, le parole del fratellastro di Gabriele potrebbero essere determinanti. Specie per quanto riguarda la posizione della madre, Caterina Abbattista, 45 anni ex operatrice dell'ospedale di Ivrea, anche lei in carcere per concorso in omicidio dallo scorso 19 febbraio. Per gli inquirenti ha avuto un ruolo nel piano diabolico messo in atto dal figlio Gabriele Defilippi e dall'amante complice Roberto Obert. 
 
Il verbale dell'interrogatorio di ieri, come da prassi, è stato secretato. Il tredicenne, il giorno dell'omicidio, avrebbe telefonato più volte alla mamma e al fratello perchè rimasto solo in casa (a Gassino). Nessuno gli ha mai risposto. Circostanza anomala, specie per quel che riguarda la madre che, quel giorno, dice di non aver mai lasciato l'ospedale di Ivrea e di essere sempre rimasta al lavoro. Perchè non ha risposto alle chiamate del figlioletto? Mistero. E perchè il suo telefono cellulare è stato agganciato, nel pomeriggio, alla cella telefonica di Montalenghe? Altro mistero al quale la Abbattista non ha saputo dare una risposta concreta. 
 
Il fratello di Defilippi ha anche raccontato agli investigatori che Gabriele, in un paio di occasioni, lo aveva minacciato di morte puntandogli contro una pistola (probabilmente vera) perchè aveva visto una borsa con del denaro falso. Lo stesso che Obert avrebbe poi bruciato dopo l'omicidio della professoressa Rosboch. E ancora: il tredicenne ha rivelato agli inquirenti di aver visto il fratello e la madre dare fuoco ad altre banconote (forse vere) che potrebbero essere i rimasugli dei 187 mila euro che Gabriele aveva rubato, con un'abile truffa, alla povera professoressa di Castellamonte, un anno prima dell'omicidio. Se il tredicenne, ieri, ha confermato queste versioni, la posizione della madre potrebbe ulteriormente aggravarsi.
Dove è successo
Cronaca
CASTELLAMONTE - Gran finale per la Mostra della Ceramica
CASTELLAMONTE - Gran finale per la Mostra della Ceramica
Domenca «Cammin'arte» e alla sera, con la chiusura dei punti mostra alle 20, l'atteso concerto di Francesco Taskayali
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il 17 ottobre inizia il processo alla mamma di Gabriele Defilippi
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il 17 ottobre inizia il processo alla mamma di Gabriele Defilippi
«Leggeremo le motivazioni e valuteremo cosa fare. Ma prima ci sarà il processo a Caterina Abbattista». Il procuratore capo di Ivrea, Giuseppe Ferrando, ha commentato così la sentenza del gup Alessandro Scialabba sul caso Rosboch
VOLPIANO - Auto prende fuoco: il conducente se ne va... - FOTO
VOLPIANO - Auto prende fuoco: il conducente se ne va... - FOTO
Intervento dei vigili del fuoco oggi pomeriggio nei pressi del passaggio a livello della stazione. Indagini sul proprietario del mezzo
CUORGNE' - Paura all'interno della Federal Mogul, scatta l'evacuazione
CUORGNE
L'allarme scattato per una possibile intossicazione nel reparto cuscinetti. Una cinquantina di dipendenti fatti evacuare
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il papà di Gloria: «Sia maledetto chi ha ucciso mia figlia» - VIDEO
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il papà di Gloria: «Sia maledetto chi ha ucciso mia figlia» - VIDEO
Ettore Rosboch all'uscita dal tribunale si scaglia contro la sentenza. Anche la madre di Gloria, Marisa Mores, si dice insoddisfatta. La famiglia aveva chiesto giustizia per la morte della loro unica figlia
OMICIDIO ROSBOCH - 30 ANNI DI CARCERE PER GABRIELE DEFILIPPI: EVITATO L'ERGASTOLO
OMICIDIO ROSBOCH - 30 ANNI DI CARCERE PER GABRIELE DEFILIPPI: EVITATO L
Si è chiuso il processo di primo grado per l'omicidio della povera professoressa di Castellamonte. L'ex allievo, reo-confesso del delitto, è stato condannato a trent'anni. Accolta solo in parte la richiesta della procura di Ivrea
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Le tappe fondamentali dell'assassinio di Gloria Rosboch - VIDEO
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Le tappe fondamentali dell
Si è chiuso al tribunale di Ivrea, oggi, un altro capitolo della lunga storia che ha portato all'efferato omicidio della professoressa Rosboch. Ecco il riassunto di quanto avvenuto in alcune tappe fondamentali
INGRIA - Gara di rutti: il sindaco difende la manifestazione
INGRIA - Gara di rutti: il sindaco difende la manifestazione
Il piccolo Comune della Valle Soana difende la scelta di ospitare la gara goliardica e benefica dopo le tante polemiche emerse
CUORGNE' - Riparato il Gesù bambino decapitato dai vandali
CUORGNE
La statua affidata alla restauratrice Sara Bertella è stata riconsegnata a Pezzetto in settimana e quindi riposizionata
SCARMAGNO - Auto contro moto sulla Sp82: centauro grave al Cto
SCARMAGNO - Auto contro moto sulla Sp82: centauro grave al Cto
Nei campi vicino alla provinciale è atterrato l'elisoccorso. Dinamica dell'incidente stradale al vaglio dei carabinieri
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore