OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - I carabinieri hanno interrogato il fratellino di Gabriele Defilippi

| L'interrogatorio è avvenuto in una caserma dei carabinieri di Torino. Nel tentativo (riuscito) di non mettere in difficoltà il ragazzino, luogo e ora sono stati tenuti segreti fino all'ultimo

+ Miei preferiti
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - I carabinieri hanno interrogato il fratellino di Gabriele Defilippi
Ieri mattina, a sorpresa, gli investigatori che stanno indagando sull'omicidio della professoressa Gloria Rosboch di Castellamonte hanno nuovamente interrogato il fratellastro di Gabriele Defilippi, 13 anni. L'interrogatorio è avvenuto in una caserma dei carabinieri di Torino. Nel tentativo (riuscito) di non mettere in difficoltà il ragazzino, luogo e ora sono stati tenuti segreti fino all'ultimo. Per il procuratore capo di Ivrea, Giuseppe Ferrando, le parole del fratellastro di Gabriele potrebbero essere determinanti. Specie per quanto riguarda la posizione della madre, Caterina Abbattista, 45 anni ex operatrice dell'ospedale di Ivrea, anche lei in carcere per concorso in omicidio dallo scorso 19 febbraio. Per gli inquirenti ha avuto un ruolo nel piano diabolico messo in atto dal figlio Gabriele Defilippi e dall'amante complice Roberto Obert. 
 
Il verbale dell'interrogatorio di ieri, come da prassi, è stato secretato. Il tredicenne, il giorno dell'omicidio, avrebbe telefonato più volte alla mamma e al fratello perchè rimasto solo in casa (a Gassino). Nessuno gli ha mai risposto. Circostanza anomala, specie per quel che riguarda la madre che, quel giorno, dice di non aver mai lasciato l'ospedale di Ivrea e di essere sempre rimasta al lavoro. Perchè non ha risposto alle chiamate del figlioletto? Mistero. E perchè il suo telefono cellulare è stato agganciato, nel pomeriggio, alla cella telefonica di Montalenghe? Altro mistero al quale la Abbattista non ha saputo dare una risposta concreta. 
 
Il fratello di Defilippi ha anche raccontato agli investigatori che Gabriele, in un paio di occasioni, lo aveva minacciato di morte puntandogli contro una pistola (probabilmente vera) perchè aveva visto una borsa con del denaro falso. Lo stesso che Obert avrebbe poi bruciato dopo l'omicidio della professoressa Rosboch. E ancora: il tredicenne ha rivelato agli inquirenti di aver visto il fratello e la madre dare fuoco ad altre banconote (forse vere) che potrebbero essere i rimasugli dei 187 mila euro che Gabriele aveva rubato, con un'abile truffa, alla povera professoressa di Castellamonte, un anno prima dell'omicidio. Se il tredicenne, ieri, ha confermato queste versioni, la posizione della madre potrebbe ulteriormente aggravarsi.
Cronaca
CANAVESANA - Class Action contro Gtt: incontro il 31 gennaio
CANAVESANA - Class Action contro Gtt: incontro il 31 gennaio
L'incontro promosso dall'associazione «Codici-Torino» con i pendolari della ferrovia Canavesana si terrà a Bosconero
CHIVASSO - Vuole lanciarsi sotto il treno: lo salvano i carabinieri
CHIVASSO - Vuole lanciarsi sotto il treno: lo salvano i carabinieri
Attimi di apprensione alla stazione ferroviaria dove un uomo di 35 anni ha minacciato di lanciarsi sotto un treno
IVREA - Vendevano droga ai ragazzini delle scuole: quattro persone arrestate dalla polizia - VIDEO
IVREA - Vendevano droga ai ragazzini delle scuole: quattro persone arrestate dalla polizia - VIDEO
L'indagine ha permesso di documentare la sistematica attività di spaccio con l'aggravante della vendita a minori e dello smercio effettuato in prossimità degli istituti scolastici superiori. La base in un alloggio occupato abusivamente
CASELLE - La ricerca personale era farlocca: aeroporto estraneo
CASELLE - La ricerca personale era farlocca: aeroporto estraneo
Un 59enne di Ciriè è stato arrestato dai carabinieri per truffa. Aveva organizzato una falsa ricerca di personale per l'aeroporto
IVREA - Mercoledì a Saluggia l'ultimo saluto a Ivan Ferrero
IVREA - Mercoledì a Saluggia l
Camera ardente al distaccamento dei vigili del fuoco di Ivrea. Il pompiere ha perso la vita in un incidente stradale
RIVAROLO - Parte un innovativo progetto per bimbi e genitori
RIVAROLO - Parte un innovativo progetto per bimbi e genitori
«Ti con-tatto con le fiabe», promosso dal Comune e dalla biblioteca con il supporto dell'Asl To4, coop Andirivieni e asilo nido
CANAVESE - Lavori sul raccordo: chiude lo svincolo della 460
CANAVESE - Lavori sul raccordo: chiude lo svincolo della 460
Lavori in corso: mercoledì 23 e giovedì 24 gennaio saranno chiuse al traffico le rampe di uscita e ingresso per la 460
CASELLE - La ricerca personale per l'aeroporto era una truffa: arrestato un 59enne di Ciriè
CASELLE - La ricerca personale per l
Un 59enne di Ciriè è stato arrestato dai carabinieri per truffa. Aveva organizzato una falsa ricerca di personale per l'aeroporto Sandro Pertini di Caselle diffondendo l'annuncio via web per conto di una società fittizia di Torino
IVREA - Vigili del fuoco in lutto per l'addio ad Amleto Maio
IVREA - Vigili del fuoco in lutto per l
Luned, nella chiesa parrocchiale del Sacro Cuore in strada Torino a Ivrea, si sono svolti i funerali del vigile del fuoco Amleto Maio
CANAVESE - Carenza di medici negli ospedali: il caso del pronto soccorso di Chivasso finisce al Tg5
CANAVESE - Carenza di medici negli ospedali: il caso del pronto soccorso di Chivasso finisce al Tg5
Ospedale senza medici di ruolo. Gli interinali, assunti con contratti a termine, garantiscono la piena operatività delle strutture sanitarie. Succede in Canavese e il caso, segnalato anche dai sindacati, diventa nazionale
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore