OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il padre di Gloria chiede il massimo della pena per Gabriele: «Forse ho i mesi contati ma voglio giustizia»

| Il dolore è ancora straziante e lo hanno portato senza fronzoli in trasmissione, ieri, Marisa ed Ettore, mamma e papà di Gloria Rosboch, collegati in diretta da Castellamonte con «Pomeriggio Cinque». Forti le parole di papà Ettore

+ Miei preferiti
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il padre di Gloria chiede il massimo della pena per Gabriele: «Forse ho i mesi contati ma voglio giustizia»
Il dolore è ancora straziante e lo hanno portato senza fronzoli in trasmissione, ieri pomeriggio, Marisa ed Ettore, mamma e papà di Gloria Rosboch, collegati in diretta da Castellamonte con «Pomeriggio Cinque». Forti le parole di papà Ettore, sempre più determinato e speranzoso sul fatto che la giustizia possa fare il proprio corso in tempi rapidi. «Gabriele è stato aiutato da noi tutti per quattro anni ma proprio non se lo meritava. Ancora oggi non sappiamo tutte le bugie che ci ha raccontato. Sedeva a tavola con noi. Ci ha preso per il sedere come se niente fosse. Quel giorno l'hanno strozzata tutti e tre: per me questa morte è una cosa infinita. Non posso che chiedere per loro il massimo della pena. Io ormai avrò i mesi contati ma vorrei tanto che almeno i miei e tutti quelli che conoscevano Gloria possano dire: ecco, quel demonio ha preso quello che si meritava». 
 
«Non auguro a nessuno quello che ci è successo - ha poi rincarato la dose mamma Marisa - il giorno dei Santi non ho nemmeno avuto il coraggio di andare al camposanto. Ci sono andata due giorni dopo. Portare i fiori alla tomba di una figlia di 49 anni non è semplice. Non auguro a nessuno di passare quello che abbiamo passato noi. Non lo auguro nemmeno a una bestia».
 
Su Caterina Abbattista, la mamma di Gabriele, è stata invece Marisa ad esprimere il suo pensiero. «Vogliono toglierle anche il secondo figlio? Credo sia logico - ha detto la mamma di Gloria - non credo che quella donna possa essere considerata una madre esemplare. Non so cosa possa insegnare all'altro figlio. Forse a fare il delinquente». La Abbattista, il mese scorso, si è detta disponibile a donare ai genitori di Gloria la casa di Castellamonte e quella di Gassino. Ma la famiglia Rosboch, assistita dall'avvocato Caniglia, sa benissimo che di quella di Gassino solo il 10% è della Abbattista. «A noi comunque non è arrivata nessuna proposta».
Galleria fotografica
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il padre di Gloria chiede il massimo della pena per Gabriele: «Forse ho i mesi contati ma voglio giustizia» - immagine 1
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il padre di Gloria chiede il massimo della pena per Gabriele: «Forse ho i mesi contati ma voglio giustizia» - immagine 2
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il padre di Gloria chiede il massimo della pena per Gabriele: «Forse ho i mesi contati ma voglio giustizia» - immagine 3
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il padre di Gloria chiede il massimo della pena per Gabriele: «Forse ho i mesi contati ma voglio giustizia» - immagine 4
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il padre di Gloria chiede il massimo della pena per Gabriele: «Forse ho i mesi contati ma voglio giustizia» - immagine 5
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il padre di Gloria chiede il massimo della pena per Gabriele: «Forse ho i mesi contati ma voglio giustizia» - immagine 6
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il padre di Gloria chiede il massimo della pena per Gabriele: «Forse ho i mesi contati ma voglio giustizia» - immagine 7
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il padre di Gloria chiede il massimo della pena per Gabriele: «Forse ho i mesi contati ma voglio giustizia» - immagine 8
Dove è successo
Cronaca
SCARMAGNO - Incidente stradale sulla Torino-Aosta: auto si schianta contro la «freccia» dei lavori in corso - FOTO
SCARMAGNO - Incidente stradale sulla Torino-Aosta: auto si schianta contro la «freccia» dei lavori in corso - FOTO
L'autostrada è rimasta bloccata per circa un'ora poi i tecnici di Ativa hanno spostato i mezzi e il traffico è ripartito. Una donna ferita trasportata all'ospedale di Ivrea. Indagini sulla dinamica da parte della polizia stradale di Torino
CASTELLAMONTE - Auto distrutta da un incendio in pieno centro: i vigili del fuoco domano le fiamme - FOTO E VIDEO
CASTELLAMONTE - Auto distrutta da un incendio in pieno centro: i vigili del fuoco domano le fiamme - FOTO E VIDEO
Paura poco prima di mezzanotte in via Massimo D'Azeglio. Auto completamente distrutta e danni anche a un'abitazione vicina al mezzo. Indagini dei carabinieri di Castellamonte al momento in corso
IVREA - Cavalcavia danneggiato: stop ai treni sulla linea per Aosta
IVREA - Cavalcavia danneggiato: stop ai treni sulla linea per Aosta
A provocare l’incidente a Verres è stato un camion che ha urtato la volta metallica mentre passava sotto il binario
RIVAROLO - Assalto al centro Morletto Expert - VIDEO ESCLUSIVO - Caccia alla banda dell'Alfa
RIVAROLO - Assalto al centro Morletto Expert - VIDEO ESCLUSIVO - Caccia alla banda dell
Nella notte tra lunedì e martedì è fallito però il colpo da «Morletto Expert», il nuovo centro aperto da qualche giorno in corso Torino 226 a Rivarolo Canavese. I sei ladri sono arrivati a bordo di un'Alfa Romeo scura
OZEGNA - Sfasciano le vetrate dell'azienda per rubare attrezzi e salumi
OZEGNA - Sfasciano le vetrate dell
Ladri ancora in azione in Canavese. A farne le spese, nella notte tra lunedì e martedì, il centro «Mab Carni» di strada Ciconio
CARAVINO - Al castello di Masino torna tre giorni per il giardino
CARAVINO - Al castello di Masino torna tre giorni per il giardino
La manifestazione ideata da Marella Agnelli e Paolo Pejrone nel 1992 è un evento florovivaistico internazionale
FELETTO - Un 25 Aprile insieme ai partigiani, ai bambini e alle associazioni - FOTO
FELETTO - Un 25 Aprile insieme ai partigiani, ai bambini e alle associazioni - FOTO
Dopo il corteo tutti i bambini, di differenti etnie, hanno cantato una canzone in ebraico e recitato alcune poesie
CUORGNE' - Al 25 Aprile il sindaco s'improvvisa parroco - FOTO
CUORGNE
Alla celebrazione della Liberazione il sacerdote non arriva: il sindaco invita i presenti a raccogliersi in preghiera
CASTELLAMONTE - Torna a vivere l'antico «caricatore» della ferrovia
CASTELLAMONTE - Torna a vivere l
Ad un anno dall'inizio del lavori, la città si riprende una struttura storica dopo diversi anni di degrado e abbandono
PONT CANAVESE - Autovelox sulla provinciale: il Comune sceglie la strada dei totem arancioni in via Roma
PONT CANAVESE - Autovelox sulla provinciale: il Comune sceglie la strada dei totem arancioni in via Roma
Per ora si tratta di una fase sperimentale della durate di circa 2 mesi, al termine della quale il Comune di Pont valuterà se acquistare in via definitiva le colonnine arancioni. Automobilisti avvisati... Il limite è di 50 chilometri l'ora
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore