OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Oggi si esamina il caso della mamma di Gabriele Defilippi: è anche lei colpevole?

| I legali di Caterina Abbattista, ex operatrice sanitaria degli ospedali di Castellamonte e Ivrea, hanno nuovamente chiesto la scarcerazione della donna, detenuta alle Vallette dallo scorso 19 febbraio

+ Miei preferiti
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Oggi si esamina il caso della mamma di Gabriele Defilippi: è anche lei colpevole?
Questa mattina è attesa l'udienza del tribunale del riesame di Torino sull'appello proposto dai legali di Caterina Abbattista, 45 anni, ex operatrice sanitaria degli ospedali di Castellamonte e Ivrea, accusata di concorso nell’omicidio della professoressa Gloria Rosboch. Omicidio commesso dal figlio Gabriele Defilippi, 22 anni, insieme all'amante complice Roberto Obert, 54. I legali della donna hanno chiesto la scarcerazione della Abbattista, detenuta nel carcere torinese delle Vallette dallo scorso 19 febbraio. Dal canto suo, la donna si è sempre dichiarata innocente: «Non sapevo nulla del delitto».
 
La prova regina, che fin qui ha tenuto la Abbattista in carcere, è la rilevazione delle celle telefoniche. Il suo telefono, infatti, poco dopo le 19 del 13 gennaio, giorno dell'assassinio della povera professoressa di Castellamonte, è stato agganciato dalla cella di Montalenghe. A quell'ora, però, la Abbattista ha sempre detto di trovarsi all'ospedale di Ivrea per il turno di lavoro. La perizia dei carabinieri del Ros, riguardante proprio le celle telefoniche, non è stata ancora consegnata alla procura di Ivrea. Per ora c'è solo la controperizia presentata dai legali della donna, secondo la quale la cella poteva essere agganciata dal telefonino anche rimanendo a Ivrea. 
 
Da un lato ci sono anche le dichiarazioni degli autori dell'omicidio, Defilippi e Obert, che hanno sempre ribadito l'estraneità della donna. Dall'altro le dichiarazioni rilasciate nei primi interrogatori dal figlio minore della Abbattista e dall’ultima fidanzata di Gabriele. Il piccolo, nel tentativo di scagionare la mamma ha raccontato come spesso la donna fosse solita uscire dal posto di lavoro per sbrigare commissioni personali. Gli interrogatori dei colleghi di lavoro della Abbattista, inoltre, non le avrebbero fornito un alibi per il giorno dell'omicidio. 
Dove è successo
Cronaca
RIVARA - Premiati i donatori Fidas: record di 125 donazioni
RIVARA - Premiati i donatori Fidas: record di 125 donazioni
Fidas di Rivara in festa, la scorsa settimana, per premiare i soci che hanno donato il sangue
INCIDENTE MORTALE AL RALLY - Indagine per omicidio colposo: in un video amatoriale la scena dello schianto
INCIDENTE MORTALE AL RALLY - Indagine per omicidio colposo: in un video amatoriale la scena dello schianto
Resta per il momento a carico di ignoti il fascicolo per omicidio colposo aperto dalla procura di Ivrea sull'incidente al rally "Città di Torino" che, sabato a Coassolo, è costato la vita a un bambino di sei anni. Novità da un video
IVREA - Apre il punto ascolto per chi si prende cura dei malati
IVREA - Apre il punto ascolto per chi si prende cura dei malati
Destinato ai «caregiver» di persone con problemi cognitivi, istituito in forma sperimentale nell'ambito del Distretto
CASTELLAMONTE - Piccoli artisti della ceramica crescono... bene!
CASTELLAMONTE - Piccoli artisti della ceramica crescono... bene!
Gli alunni della sezione Design Ceramica del liceo Faccio si distinguono al concorso nazionale di scultura Nanni Valentini
VOLPIANO - Lavoratori della Securpolice bloccano per protesta il polo logistico Lidl di via Venezia - FOTO
VOLPIANO - Lavoratori della Securpolice bloccano per protesta il polo logistico Lidl di via Venezia - FOTO
Questa mattina fino alle 12 i dipendenti esasperati dalla situazione hanno bloccato 70 camion in uscita con i prodotti destinati alle filiali piemontesi. Mercoledì a Torino incontro urgente per trovare una rapida soluzione
CUORGNE' - In 2000 a Villa Filanda per il May Day 2017
CUORGNE
Quest'anno la lineup musicale ha proposto: John Holland Experience, Duo Bucolico, Piotta e Flaminio Maphia
IVREA - Tenta di soffocarsi con un sacchetto di plastica: salvata dal maresciallo dei carabinieri
IVREA - Tenta di soffocarsi con un sacchetto di plastica: salvata dal maresciallo dei carabinieri
La donna ha tentato di togliersi la vita soffocandosi con un sacchetto di plastica in testa. Dopo il rocambolesco intervento dei militari dell'Arma la donna è stata accompagnata al pronto soccorso di Ivrea
TRAGEDIA AL RALLY CITTA' DI TORINO - I medici hanno tentato di rianimare il bambino per 50 minuti
TRAGEDIA AL RALLY CITTA
«Non ci risulta che al momento del via ci fossero persone in posizioni pericolose» dice l'organizzatore della gara. Sarà l'inchiesta della procura di Ivrea a stabilire se, nel corso del rally, le persone si sono spostate dai luoghi sicuri
RIVAROLO - Taglio del nastro per i nuovi locali dell'Anffas - FOTO
RIVAROLO - Taglio del nastro per i nuovi locali dell
La fondazione La Torre-Anffas, nata nel 1985 da un progetto della Regione, assiste numerosi pazienti nella sede rivarolese
METEO - Ondate di calore: in pianura fino a 35 gradi
METEO - Ondate di calore: in pianura fino a 35 gradi
In queste ore l'influenza di un promontorio di alta pressione esteso dal Nord Africa fino alla Penisola Scandinava, garantisce giorni soleggiati e un aumento delle temperature massime
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore