OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Per i carabinieri del Ros, Caterina Abbattista non era in ospedale la sera del delitto

| Le analisi sulle celle telefoniche incastrano la mamma di Gabriele. Alle 19.19 del 13 gennaio il cellulare della donna viene agganciato alla cella «Tre» di Montalenghe. Lei ha sempre sostenuto di non essere mai uscita dall'ospedale di Ivrea

+ Miei preferiti
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Per i carabinieri del Ros, Caterina Abbattista non era in ospedale la sera del delitto
Per i carabinieri del Ros, Caterina Abbattista, mamma di Gabriele Defilippi, non era in ospedale la sera del delitto Rosboch. La perizia degli esperti dell'Arma, che sta per essere consegnata al procuratore capo di Ivrea, Giuseppe Ferrando, conferma i dubbi degli investigatori sul ruolo della mamma di Gabriele nell'intera vicenda che ha portato all'assassinio della professoressa Gloria Rosboch di Castellamonte. Assassinio compiuto dal figlio di Caterina Abbattista, Gabriele Defilippi, e dall'amante complice Roberto Obert.
 
Le analisi sulle celle telefoniche incastrano la mamma di Gabriele. Alle 19.19 del 13 gennaio il cellulare della donna viene agganciato alla cella della «Tre» di Montalenghe. Ma lei ha sempre sostenuto di non essere mai uscita dall'ospedale di Ivrea dove lavorava come operatrice sanitaria nel reparto di pediatria. La cella 137091 di Montalenghe non ha subito alcun guasto quella sera e non c'era, nella zona di Ivrea, un sovraccarico tale da far «rimbalzare» la connessione dati del telefono. Tesi che, invece, avevano sostenuto i legali della Abbattista nel presentare istanza di scarcerazione.
 
Secondo i carabinieri del Ros, quindi, la Abbattista mente sui suoi spostamenti il giorno dell'assassinio della professoressa Rosboch. Il dubbio è che fosse al corrente di quello che il figlio e l'amico avevano in serbo per la povera professoressa di Castellamonte. Se la tesi dell’accusa fosse vera, la donna sarebbe uscita dall’ospedale alle 19,15 per rientrare un'ora dopo nelle ore di visita dei familiari. Per incontrare, probabilmente, il figlio e Obert. Circostanza che tutti gli attori di questa assurda vicenda negano con forza fin dal primo giorno di carcere, lo scorso 19 febbraio. Da allora, Defilippi, Obert e Abbattista sono dietro le sbarre.
Cronaca
SALASSA-RIVAROLO CANAVESE - Camion spacca le ruote e perde la farina sulla rotonda della 460 - FOTO
SALASSA-RIVAROLO CANAVESE - Camion spacca le ruote e perde la farina sulla rotonda della 460 - FOTO
Il mezzo pesante, a causa di un guasto, ha rotto il semiasse del rimorchio e ha perso gran parte del carico trasportato. Un grosso quantitativo di farina si è quindi riversato sulla sede stradale
RIVAROLO - Vandali in corso Italia contro il distributore di latte
RIVAROLO - Vandali in corso Italia contro il distributore di latte
I titolari dell'azienda agricola di Favria che gestisce il distributore automatico hanno piazzato anche un cartello di «avvertimento»
CASTELLAMONTE - «C'era una volta Pinocchio» alla fornace Pagliero
CASTELLAMONTE - «C
Il momento clou il 29 settembre quando l'Associazione Culturale Itinerarte, proveniente da Viareggio, proporrà, per l'intero pomeriggio, uno spettacolo da non perdere
VOLPIANO - Esce di casa e scompare nel nulla: appello per ritrovarlo
VOLPIANO - Esce di casa e scompare nel nulla: appello per ritrovarlo
La moglie ha dato l'allarme. L'uomo indossa scarpe Nike azzurre, bermuda azzurre e un giubbotto leggero blu scuro
NOASCA - Comune e Pro Loco festeggiano il successo del Ferragosto Noaschino
NOASCA - Comune e Pro Loco festeggiano il successo del Ferragosto Noaschino
«Mai come quest'anno, possiamo affermare di aver ottenuto un grande successo». Si è registrata anche un'affluenza record di visitatori provenienti da tutto il mondo
CANAVESE - Truffe agli anziani: finti tecnici acquedotto in azione
CANAVESE - Truffe agli anziani: finti tecnici acquedotto in azione
Diverse segnalazioni di finti dipendenti Smat che chiedono di entrare in casa per il controllo del mercurio nell'acqua
CHIAVERANO - Scopre i ladri in casa e viene picchiato: un uomo finisce in ospedale per le botte subite
CHIAVERANO - Scopre i ladri in casa e viene picchiato: un uomo finisce in ospedale per le botte subite
I ladri sono arrivati a Chiaverano a bordo di due distinte motociclette. Disturbati dal padrone di casa sono stati costretti alla fuga. Il 64enne, però, nonostante le botte, non ha desistito e ha bloccato due dei quattro ladri fuori casa
IVREA - «Obiettivo 900»: arrivano adesioni da tutta Italia
IVREA - «Obiettivo 900»: arrivano adesioni da tutta Italia
L'iniziale scadenza per la presentazione dell'abstract, fissata al 21 luglio, è stata prorogata fino al prossimo mese di settembre
IVREA - I gladiatori romani invadono il centro storico della città
IVREA - I gladiatori romani invadono il centro storico della città
Il 1 settembre un evento unico che non mancherà di coinvolgere e stupire grandi e piccoli: Vivere nell'antica Eporedia
TORRAZZA - Un colpo d'arma da fuoco contro la porta di una villetta
TORRAZZA - Un colpo d
I carabinieri di Chivasso stanno cercando di fare luce sullo strano episodio: il colpo esploso contro la casa di due commercianti
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore