OMICIDIO DI GLORIA ROSBOCH - I carabinieri a caccia del quarto complice del delitto

| C'è un "vuoto" di sei ore tra il momento in cui i due assassini lavano la Renault Twingo con la quale hanno portato la Rosboch alla discarica di Rivara e quello in cui Gabriele Defilippi riaccende il telefono cellulare

+ Miei preferiti
OMICIDIO DI GLORIA ROSBOCH - I carabinieri a caccia del quarto complice del delitto
Nell'omicidio di Gloria Rosboch spunta un quarto complice che avrebbe aiutato Gabriele Defilippi e Roberto Obert a portare a termine l'uccisione della povera professoressa di Castellamonte. E' quanto emerge dalle indagini dei carabinieri del nucleo investigativo di Torino. Il dubbio riguarda un "vuoto" di sei ore tra il momento in cui i due assassini lavano la Renault Twingo con la quale hanno portato la Rosboch alla discarica di Rivara e quello in cui Gabriele Defilippi riaccende il telefono cellulare, alle 21.54 del 13 gennaio scorso. 
 
Defilippi e Obert hanno raccontato agli inquirenti di essere rientrati a Gassino a casa del primo per cambiarsi gli abiti dopo l'omicidio e dopo di essere usciti per disperdere per tutta Torino i vestiti e gli accessori che portava la povera Gloria quel maledetto 13 gennaio. C'è qualcosa che non torna: secondo i carabinieri, se il racconto dei due fosse vero, Gabriele avrebbe dovuto rientrare a casa non più tardi delle 20. Invece ci sono quasi due ore di "sfasamento" che non convincono gli investigatori.
 
Se la terza persona coinvolta nel delitto, secondo i carabinieri, è la mamma di Gabriele (Caterina Abbattista, al momento sempre in carcere per concorso in omicidio), la quarta potrebbe essere un'amica o una conoscente di Gabriele. E i quattro potrebbero essersi visti la sera del 13 gennaio (dopo l'uccisione della professoressa Gloria) nella zona di Montalenghe, dove la cella della Tre ha rilevato il telefono cellulare di Caterina Abbattista. In tal senso i militari dell'Arma hanno già sentito diverse persone, compresi i genitori di Sofia S., una giovane marocchina residente a Romano Canavese sparita in Marocco subito dopo il delitto e non ancora rientrata in Italia. 
 
L'impressione è che nelle prossime ore le indagini potrebbero arrivare ad un'ulteriore svolta. I carabinieri del reparto investigativo di Torino, come si è appreso ieri, ascoltavano con le intercettazioni Gabriele e la madre già da qualche giorno prima dell'arresto. Questo ha permesso ai militari dell'Arma di fare passi da gigante nelle indagini, arrivando ai tre arresti di dieci giorni fa.
Video
Cronaca
IVREA - Brutto incidente stradale: grave un 19enne in moto
IVREA - Brutto incidente stradale: grave un 19enne in moto
Era in sella alla propria motocicletta che si è scontrata prima con una Volvo e poi è andata a sbattere contro un muro
CHIVASSO - Rifiuti abbandonati: multe e una denuncia - VIDEO
CHIVASSO - Rifiuti abbandonati: multe e una denuncia - VIDEO
Nei primi quattro mesi, l'utilizzo delle due videotrappole in dotazione alla polizia municipale ha prodotto circa mille ore di video
SAN BENIGNO CANAVESE - Pistole giocattolo modificate per sparare: «artigiano» arrestato dai carabinieri
SAN BENIGNO CANAVESE - Pistole giocattolo modificate per sparare: «artigiano» arrestato dai carabinieri
La perquisizione nel garage dell'uomo ha permesso ai militari dell'Arma di scoprire una sorta di laboratorio all'interno del quale i carabinieri hanno sequestrato sei pistole giocattolo, di varia grandezza, modificate ad armi comuni
SCARMAGNO - Vigili urbani «armati» di velox: multe in arrivo
SCARMAGNO - Vigili urbani «armati» di velox: multe in arrivo
«L'amministrazione comunale informa che, a partire dai prossimi giorni, sarà operativo l'autovelox mobile della municipale»
STRAMBINO - I ladri rubano anche le colonnine della rete idroelettrica
STRAMBINO - I ladri rubano anche le colonnine della rete idroelettrica
Brutta sorpresa per gli ambulanti del mercato nella mattinata di giovedì scorso. Indagini della polizia municipale in corso
CALUSO - Denunciato un uomo di Carolina per possesso di droga
CALUSO - Denunciato un uomo di Carolina per possesso di droga
I carabinieri, intervenuti per una lite, hanno trovato alcune piante e semi di marijuana nello scantinato della sua abitazione
CIRIE' - Colpi di fucile contro la vetrina dell'Aci: la proprietaria si uccide con una pistola
CIRIE
Una 62enne di San Carlo Canavese si è tolta la vita, ieri mattina, sparandosi un colpo di pistola alla testa. E' stata ritrovata cadavere nella zona del Colle del Lys, all'interno della propria autovettura. Indagini dei carabinieri in corso
VALPERGA - La famiglia Deiro restaura il pilone votivo per Belmonte
VALPERGA - La famiglia Deiro restaura il pilone votivo per Belmonte
Il pilone votivo è stato preventivamente acquisito dal Comune di Valperga grazie alla donazione del proprietario privato
CIRIE' - Tentano la truffa alla banca ma vengono arrestate
CIRIE
Due donne di Ciriè bloccate «in trasferta» dai carabinieri di Castiglione. Altri due complici sono stati denunciati a piede libero
VALLE SOANA - Chiude la Sp47 per lavori: previste due notti di disagi
VALLE SOANA - Chiude la Sp47 per lavori: previste due notti di disagi
La strada chiuderà al traffico nelle notti comprese tra il 13 e il 15 novembre, dalle 21 alle 7. I lavori riguardano le linee elettriche
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore