OMICIDIO DI GLORIA ROSBOCH - La mamma: «Spero che soffrano come abbiamo sofferto noi»

| Questa mattina le convalide degli arresti in carcere a Ivrea. Ieri a Cuorgnè, mamma Marisa e papà Ettore hanno visto il corpo della figlia in ospedale. La città di Castellamonte proclama il lutto cittadino

+ Miei preferiti
OMICIDIO DI GLORIA ROSBOCH - La mamma: «Spero che soffrano come abbiamo sofferto noi»
«Spero che chi l'ha ammazzata soffra quanto abbiamo sofferto noi». Mamma Marisa esce dalle camere mortuarie dell'ospedale di Cuorgnè, dove ha appena visto il corpo della sua unica figlia, e rivolge un pensiero a Gabriele e Roberto. Quelli che secondo la procura di Ivrea e i carabinieri del nucleo investigativo hanno ucciso Gloria Rosboch il 13 gennaio, strangolandola in auto e gettandola in una vasca di decantazione del percolato nell'ex discarica di Rivara. «Ma che persone sono quelle che uccidono per soldi una ragazza indifesa? - si chiede la madre di Gloria - ho paura di questo mondo dove si arriva per niente a toccare anche la vita delle persone che è sacra».

Marisa Mores aveva intuito già un mese fa che la sua unica figlia non sarebbe mai più tornata a casa. Lo aveva detto chiaro e tondo anche al maresciallo dei carabinieri che più volte le aveva fatto visita nei primi giorni dopo la scomparsa. «Nel nostro cuore sapevamo che era stato lui - aggiunge tra le lacrime - avevamo paura per lei, facevamo bene a temere un incontro tra loro due. Più di una volta l’avevo avvertita: se devi incontrare Gabriele, dimmelo. Vengo anche io. Non è servito a niente». La rabbia è enorme, anche perché Gabriele era stato accolto in casa Rosboch come un ospite speciale. «Era gentile. Mai una parola fuori posto».

In questo mese abbondante di angoscia lei e il marito Ettore lo hanno ripetuto decine di volte: «Gabriele, fatti sentire. Spiegaci che cosa è successo. Fatti avanti se sai qualcosa». Ma dall’altra parte, solo silenzio. Un silenzio denso di menzogne. «Proclameremo il lutto cittadino il giorno dei funerali di Gloria. Questo è un dramma che sta vivendo tutta la città. Faremo il possibile per stare vicino alla famiglia». Il sindaco Paolo Mascheroni ha deciso. In qualche modo, la città della ceramica farà suo il dolore con il quale, amici e parenti di Gloria, hanno convissuto per oltre un mese.

Questa mattina, dalle 9, le convalide degli arresti in carcere a Ivrea. Compariranno davanti al Gip eporediese Gabriele Defilippi, Roberto Obert e la madre di Gabriele, Caterina Abbattista, fermati venerdì dopo che Obert ha indicato ai carabinieri dove era stata nascosta Gloria dopo l'omicidio.

Cronaca
RONCO CANAVESE - Il Francoprovenzale materia scolastica
RONCO CANAVESE - Il Francoprovenzale materia scolastica
Una novità per i sei alunni della pluriclasse della scuola elementare: una nuova materia curricolare il Francoprovenzale
CANAVESE - Il Ministero dell'Interno chiude i rubinetti: in difficoltà le associazioni che si occupano dei richiedenti asilo
CANAVESE - Il Ministero dell
Tra queste non fa eccezione la Mastropietro, la storica onlus di Cuorgnè che, dal 1984, si occupa di aiutare i più deboli. Sono circa nove mesi che dalla prefettura e dal consorzio Inrete non arriva il dovuto per i richiedenti asilo ospiti
RIVAROLO - Al Ciac il nuovo corso gratuito «Tecnico specializzato in Logistica integrata»
RIVAROLO - Al Ciac il nuovo corso gratuito «Tecnico specializzato in Logistica integrata»
Il corso del Ciac è l'unico di questo tipo realizzato sul territorio canavesano e risponde alle precise richieste delle aziende
SAN GIORGIO - Ricercato torna in Canavese per incontrare la madre e viene arrestato dai carabinieri
SAN GIORGIO - Ricercato torna in Canavese per incontrare la madre e viene arrestato dai carabinieri
L’attività informativa dei militari della stazione di Castellamonte ha permesso di fermare Fabio Borria, 46 anni, fino ad allora resosi irreperibile all’estero, mentre usciva dall’abitazione dell’anziana donna
SAN GIORGIO CANAVESE-LEINI - Due imprenditori arrestati dalla Guardia di Finanza per bancarotta fraudolenta
SAN GIORGIO CANAVESE-LEINI - Due imprenditori arrestati dalla Guardia di Finanza per bancarotta fraudolenta
Apparentemente nullatenenti ma dall'alto tenore di vita, agli arrestati è stato contestato di aver portato fraudolentemente alla bancarotta una società del Torinese operante nel settore dell'edilizia
CALUSO-VISCHE-MAZZE' - Nuova raffica di furti nelle case della zona
CALUSO-VISCHE-MAZZE
I malviventi hanno agito soprattutto di notte ma, in alcuni casi, hanno preferito razziare gli alloggi anche nel tardo pomeriggio
IVREA - Il vescovo in palestra per conoscere i corsi di difesa personale
IVREA - Il vescovo in palestra per conoscere i corsi di difesa personale
Ha voluto conoscere di persona l'attività svolta con i giovani, con la boxe utilizzata come strumento di difesa personale
PAVONE-MERCENASCO - Lavori in corso, chiudono due strade provinciali
PAVONE-MERCENASCO - Lavori in corso, chiudono due strade provinciali
Il servizio viabilità della Città metropolitana di Torino informa di alcune limitazioni al traffico sulle strade del Canavese a seguito di due cantieri
OZEGNA - Il commosso addio a nonna Olga: aveva 107 anni
OZEGNA - Il commosso addio a nonna Olga: aveva 107 anni
Nonna Olga, nata in Francia ma originaria del Canavese, iniziò a lavorare ad appena undici anni nel lanificio di Castellamonte
FAVRIA - L'addio della comunità a Giovanni Cena
FAVRIA - L
I funerali avranno luogo in Favria venerdì 22 alle 10 nella chiesa parrocchiale del paese. Veglia di preghiera nella stessa chiesa giovedì 21 alle 20.30
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore