OMICIDIO DI GLORIA ROSBOCH - Riprendono le ricerche della pistola sepolta nei boschi di Rocca Canavese

| Gabriele Defilippi all'ex fidanzata: «Non c'entro niente con la scomparsa della professoressa Gloria. E' andata via per gli affari suoi. Vedrai che tornerà presto». Invece l'aveva già uccisa e gettata nella discarica di Rivara

+ Miei preferiti
OMICIDIO DI GLORIA ROSBOCH - Riprendono le ricerche della pistola sepolta nei boschi di Rocca Canavese
I carabinieri del reparto investigativo di Torino torneranno in giornata a Rocca Canavese per cercare la pistola che Roberto Obert, complice di Gabriele Defilippi, avrebbe sepolto in un bosco dopo Barbania. E' un altro tassello dell'intricata vicenda che ha portato all'omicidio della professoressa Gloria Rosboch di Castellamonte, uccisa lo scorso 13 gennaio nell'ex discarica della località Rossetti di Rivara. Roberto Obert ha raccontato ai carabinieri, durante gli interrogatori, di aver ricevuto dopo l'omicidio la pistola da Gabriele. Forse è la stessa arma che la mamma di Gloria, Marisa Mores, aveva più volte segnalato parlando della pericolosità di Gabriele. Con la pistola, Obert avrebbe ricevuto da Defilippi anche un sacco di soldi falsi che sarebbero stati bruciati. Circostanze tutte da verificare. La pistola potrebbe fornire agli inquirenti alcune risposte tecniche su quanto avvenuto il 13 gennaio.

Intanto emergono nuovi dettagli sull'interrogatorio che ieri mattina, in procura a Ivrea, ha sostenuto Sofia, la ventenne marocchina ex fidanzata di Gabriele Defilippi. «Gabriele è una persona particolare, molto interessante, come personalità e modo di fare. E' affascinante, con lui parlavo di tutto e parlavamo tantissimo. Non c'era nessuna ambiguità nel rapporto. Con lui era del tutto normale». La ragazza ha fatto tutta una serie di dichiarazioni relative all'ultimo periodo quando ha sentito che c'era stata la sparizione di Gloria Rosboch. «Io non c'entro niente - ha detto Gabriele alla ventenne - Gloria è partita per i fatti suoi e sicuramente tornerà. Tra tre mesi questa storia sarà tutta chiarita. E' un grande fraintendimento. Gloria è viva e si è allontanata volontariamente». In realtà la povera professoressa era già stata uccisa. 

La fuga in Marocco della ventenne di Romano Canavese sarebbe stata una reazione a quanto successo il 13 gennaio. La ragazza, secondo quanto riferito dalla procura, non voleva subire il "circo mediatico" e ha deciso di cambiare aria. «È meglio se non ci sentiamo per un po'» gli ha detto Gabriele dopo l'omicidio per proteggerla dall'eventuale interesse dei media. Lui, in quel periodo, frequentava la casa di lei ma il papà erà contrario alla loro relazione. Sofia ha comunque raccontato di Gabriele come di un fidanzato modello, nessun colpo di testa e nemmeno violenze di alcun tipo. Lei ha fatto anche da babysitter del fratello più piccolo di Gabriele. Le sue dichiarazioni, adesso, sono al vaglio dei carabinieri.
Dove è successo
Cronaca
BORGOFRANCO D'IVREA - Uomo precipita da un muretto: salvato dal soccorso alpino - VIDEO DEI SOCCORSI
BORGOFRANCO D
Provvidenziale intervento, ieri mattina, per i tecnici della stazione di Ivrea del soccorso alpino che hanno gestito con grande preparazione e competenza un intervento complesso nella zona di Borgofranco. Il ferito elitrasportato al Cto
SICUREZZA - A Porta Susa i 110 anni della Polizia Ferroviaria
SICUREZZA - A Porta Susa i 110 anni della Polizia Ferroviaria
Stare in mezzo alla gente, sui treni e nelle stazioni, costituisce uno dei tratti distintivi della quotidianità di questa specialità della Polizia di Stato
SOLIDARIETA' - L'abbigliamento sequestrato dalla Finanza donato al Cottolengo
SOLIDARIETA
Sono oltre 3000 capi di abbigliamento sottratti al mercato della contraffazione nel corso di una recente operazione
MAPPANO - Incendio nella notte: distrutti bidoni e un'auto - FOTO
MAPPANO - Incendio nella notte: distrutti bidoni e un
Le fiamme hanno completamente distrutto diversi bidoni della raccolta indifferenziata oltre a una Hyundai parcheggiata
RIVAROLO CANAVESE - Scontro nella notte tra auto e motocicletta: due ragazzi feriti
RIVAROLO CANAVESE - Scontro nella notte tra auto e motocicletta: due ragazzi feriti
La dinamica dello schianto, avvenuto intorno a mezzanotte e mezza, è al vaglio dei carabinieri di Rivarolo Canavese. In zona c'era anche una fastidiosa nebbia che, forse, ha influito su quanto accaduto
RIVAROLO - Doppio tamponamento sul ponte dell'Orco
RIVAROLO - Doppio tamponamento sul ponte dell
Gli incidenti hanno provocato ulteriori code in ingresso a Rivarolo con il traffico congestionato per circa un'ora
LUSIGLIE' - Cade con lo scooter nel canale: un ferito - FOTO e VIDEO
LUSIGLIE
L'uomo è stato immediatamente soccorso dal personale del 118 e dai Vigili del fuoco. Poi è stato trasportato in ospedale
SALUTE - In Canavese si torna a coltivare la canapa sativa
SALUTE - In Canavese si torna a coltivare la canapa sativa
Fino a sabato 28 ottobre sarà possibile visitare all’Accademia Pictor di Torino la mostra-evento «L'ambiente è salute»
IVREA - Bambini e ragazzi a teatro con la tradizionale rassegna
IVREA - Bambini e ragazzi a teatro con la tradizionale rassegna
La novità di questa stagione con la differenziazione degli abbonamenti migliora la già ricca e varia offerta culturale
CALUSO-RIVARA - Ancora incidenti stradali: due ragazzine ferite
CALUSO-RIVARA - Ancora incidenti stradali: due ragazzine ferite
Serie di incidenti stradali, questa sera, in diversi Comuni del Canavese. Il più grave a Caluso sulla Sp53, intorno alle ore 19
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore