OMICIDIO DI RIVAROLO - «Non ho mai usato una pistola»: ma sul giubbotto i Ris trovano polvere da sparo

| Dopo le analisi scientifiche si complica il quadro accusatorio contro Mario Perri, 56 anni di Rivarolo Canavese, considerato l'assassino del felettese Pierpaolo Pomatto. Manca ancora il movente dal momento che Perri si dichiara innocente

+ Miei preferiti
OMICIDIO DI RIVAROLO - «Non ho mai usato una pistola»: ma sul giubbotto i Ris trovano polvere da sparo
I carabinieri e la procura di Ivrea non hanno più nessun dubbio: Mario Perri, 56 anni di Rivarolo Canavese, ha ucciso con un colpo di pistola alla nuca il felettese Pierpaolo Pomatto, 66 anni (nella foto), nelle campagne della frazione Vesignano. Le analisi scientifiche effettuate dai carabinieri del Ris di Parma avrebbero chiuso il cerchio, fornendo quelle prove tecniche che ancora mancavano all'appello. Perri è in carcere da febbraio, incastrato, in prima battuta, dalle rilevazioni delle celle telefoniche e dalle sue stesse dichiarazioni ambigue. Il giorno dopo il delitto, tra l'altro, cambiandogli la sim, avrebbe riacceso il telefono cellulare della vittima. Telefono che poi ha regalato a una nipote. 

POLVERE DA SPARO - Sul giubbotto di Mario Perri sequestrato dai carabinieri di Rivarolo a casa del pregiudicato, gli esperti del Ris hanno rinvenuto tracce di polvere da sparo compatibili con quelle di una pistola. Dato molto rilevante, secondo il pm Ruggero Mauro Crupi che coordina l'inchiesta, perchè Perri, interrogato dai carabinieri, ha ammesso di non aver mai più sparato dopo l'anomalo episodio di qualche anno fa, quando ferì un marocchino con una pistola nel quartiere della Bicocca di Rivarolo (fu arrestato anche quella volta). La polvere da sparo sul giubbotto smentisce la versione dei fatti fornita agli inquirenti dal 56enne.
 
IMPRONTE - Sull'auto di Pomatto, una Ford Focus verde, utilizzata per andare a Vesignano la sera dell'omicidio (18 gennaio), sono state ritrovate diverse impronte. In particolare sulla portiera anteriore destra e sulla maniglia della portiera anteriore sinistra. Nell'ultimo caso si tratta di tracce di sangue che appartengono alla vittima. Particolari che rafforzano la ricostruzione dei carabinieri: dopo aver sparato a Pomatto, l'assassino è risalito in auto per lasciare Vesignano. Non sono state trovate tracce  sul volante, segno che chi ha guidato l'auto verso il centro di Rivarolo probabilmente l’ha ripulito, dimenticandosi però di fare altrettanto con le maniglie delle portiere.
 
MOVENTE - Per ora è l'unica cosa che manca, insieme alla pistola utilizzata per freddare Pomatto. L'arma, in realtà, potrebbe essere ovunque. Se l'assassino l'ha gettata nell'Orco, ad esempio, o in qualche canale della zona, sarà impossibile ritrovarla. Sul movente, nell'ordinanza del giudice che ha convalidato l'arresto di Perri a febbraio, si parla di un telefono cellulare comprato e mai consegnato dalla vittima. Un telefono pagato 40 euro, forse lo stesso che Perri, il giorno dopo l'omicidio, ha acceso da casa sua cambiando la Sim. Fin qui il rivarolese si è sempre professato innocente. Quando è stato ascoltato come persona informata sui fatti dai carabinieri di Rivarolo (quindi diverse settimane prima dell'arresto), ha raccontato una versione inverosimile del suo rapporto con Pomatto e dei suoi spostamenti la sera del 18 gennaio. Anomalie che hanno convinto i militari dell'Arma a indagare sul suo conto. In pratica, l'assassino si sarebbe tradito da solo.
Cronaca
SALERANO - Incidente stradale sul ponte della A5: due feriti - FOTO
SALERANO - Incidente stradale sul ponte della A5: due feriti - FOTO
Per la messa in sicurezza dei veicoli coinvolti nello schianto sono intervenuti prontamente i vigili del fuoco di Castellamonte
RIVAROLO - La New Dance Academy si prepara ad aprire le danze della nuova stagione
RIVAROLO - La New Dance Academy si prepara ad aprire le danze della nuova stagione
Per quest'anno si è deciso di non partecipare a concorsi internazionali ma lavorare per far sì che tutte le categorie di età potessero fare la propria esperienza agonistica
OZEGNA - I carri del Carnevale hanno colorato il paese - FOTO e VIDEO
OZEGNA - I carri del Carnevale hanno colorato il paese - FOTO e VIDEO
Il colorato serpentone è stato anticipato, come da tradizione, dalle majorettes, dalla banda e dai personaggi del carnevale di Ozegna, i Gavason
TURISMO - Scoprire il Canavese in bicicletta: «E-motion land: un territorio tutto da pedalare»
TURISMO - Scoprire il Canavese in bicicletta: «E-motion land: un territorio tutto da pedalare»
40 Comuni attraversati, 94 escursioni organizzate in 62 giornate, percorrendo 3500 chilometri alla scoperta della Via Francigena, dell'Alta Via dell'Anfiteatro Morenico, degli anelli dei 5 Laghi di Ivrea e della Strada Reale dei vini
IVREA - I Giochi della Gentilezza in trasferta in Veneto - FOTO
IVREA - I Giochi della Gentilezza in trasferta in Veneto - FOTO
Le associazioni hanno iniziato a stringere collaborazioni per riproporre alcune esperienze progettuali collaudate in Piemonte
CANAVESE - Quinto corso per la formazione di «Walking Leader»
CANAVESE - Quinto corso per la formazione di «Walking Leader»
Consegnati gli attestati ai volontari che hanno terminato il corso per accompagnatori di gruppi di cammino
FAVRIA - L'eliambulanza atterra anche di notte - FOTO e VIDEO
FAVRIA - L
Primo volo riuscito per l'elisoccorso del 118 che ieri sera è atterrato al campo sportivo dove ad attenderlo c'erano i cittadini
BORGARO - 20mila pneumatici stoccati senza autorizzazione: un imprenditore denunciato dai carabinieri - FOTO e VIDEO
BORGARO - 20mila pneumatici stoccati senza autorizzazione: un imprenditore denunciato dai carabinieri - FOTO e VIDEO
I carabinieri di Caselle, in collaborazione con il personale dell’Arpa Piemonte, sono intervenuti a Borgaro Torinese, l'altra mattina, all'interno di una ditta specializzata nel commercio di pneumatici. Numerose le irregolarità emerse
RIVAROLO - Marina Vittone presenta la sede di «Rivarolo Sostenibile»
RIVAROLO - Marina Vittone presenta la sede di «Rivarolo Sostenibile»
La sede, in via Maurizio Farina angolo Piazza Litisetto, a pochi metri dal Municipio, sarà inaugurata sabato 30 marzo alle ore 11
LEINI - Cade dalla pianta che sta potando: pensionato grave
LEINI - Cade dalla pianta che sta potando: pensionato grave
L'uomo, stabilizzato dal personale medico, è stato trasportato al Giovanni Bosco di Torino. Dinamica al vaglio dei carabinieri
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore