OMICIDIO DI RIVAROLO - Scontro tra accusa e difesa sul cellulare e sull'ora della morte di Pierpaolo Pomatto

| Per il sostituto procuratore Ruggero Crupi, Perri ha sparato tra le 20 e le 21 mentre per l’avvocato difensore la tesi del suo assistito è quella giusta: Pomatto è stato ammazzato tra le 19.15 e le 19.30

+ Miei preferiti
OMICIDIO DI RIVAROLO - Scontro tra accusa e difesa sul cellulare e sullora della morte di Pierpaolo Pomatto
Nemmeno il processo, per ora, ha fatto luce con certezza sull'ora in cui il 18 gennaio dello scorso anno Mario Perri, 56 anni di Rivarolo Canavese, sparò all'ex amico Pierpaolo Pomatto, 66 anni di Feletto, nelle campagne di Vesignano. Per il sostituto procuratore Ruggero Crupi, Perri ha sparato tra le 20 e le 21 mentre per l’avvocato difensore la tesi del suo assistito è quella giusta: Pomatto è stato ammazzato tra le 19.15 e le 19.30. Gli orari sono importanti perchè le celle telefoniche della zona avrebbero registrato il cellulare della vittima, secondo la difesa, in luoghi non compatibili.

L'altra mattina in tribunale a Ivrea, a deporre davanti al gup Alessandro Scialabba, è comparso l’ingegner Lorenzo Arrigo della Vodafone. La perizia sul traffico telefonico del cellulare di Pomatto serviva per fare chiarezza sul periodo tra le 19 e le 21, sugli spostamenti di Pomatto tra Feletto e Rivarolo dove il cellulare avrebbe agganciato la cella di Feletto. Il tecnico Vodafone ha confermato che il traffico dati non è geolocalizzabile con precisione e le celle della zona non hanno avuto alcun problema di sovraccarico o malfunzionamento. Circostanza che potrebbe complicare la posizione di Perri.

Ancora dubbi, inoltre, sul movente. Per la procura il pregiudicato di Rivarolo ha sparato per impossessarsi del telefono cellulare della vittima o delle banconote (poi risultate false) che Pomatto aveva in tasca e che lui stesso avrebbe mostrato all'ex amico prima dell'omicidio. Perri, invece, sostiene di aver sparato per legittima difesa, in risposta ad un agguato tesogli dall'ex panettiere di Feletto. Prossima udienza, forse con sentenza, martedì 11 aprile. L'accusa ha chiesto per Perri l'ergastolo.

Cronaca
CHIVASSO - «Non mangio da giorni», così ruba un distributore automatico ma viene fermato da un richiedente asilo
CHIVASSO - «Non mangio da giorni», così ruba un distributore automatico ma viene fermato da un richiedente asilo
L'episodio sabato poco prima delle dieci del mattino. Il titolare di un negozio in via San Marco ha chiesto l'intervento dei vigili per un diverbio nei pressi del suo negozio. Protagonisti un 23enne marocchino e un richiedente asilo
IVREA - Vandali ancora in azione devastano le fioriere «per noia»
IVREA - Vandali ancora in azione devastano le fioriere «per noia»
Gli idioti di turno hanno devastato numerose fioriere posizionate dai commercianti sui marciapiedi per abbellire la via
CHIVASSO - Con i soldi delle multe comprato l'ufficio mobile dei vigili
CHIVASSO - Con i soldi delle multe comprato l
In tre anni la polizia municipale ha quasi completamente rinnovato il parco mezzi. Nel furgone anche un defibrillatore
AGLIE' - Carluvà d'Ajè: il 27 la presentazione dei Conti di San Martino
AGLIE
Domenica 3 febbraio alle 14.30 i Pifferi di Arnad apriranno la grande sfilata allegorica con la partecipazione dei Conti
SALASSA - «Carluvà 'd Salasa» 2019, sarà ospite Ivana Spagna
SALASSA - «Carluvà
Appuntamento dall'otto febbraio al Bocciodromo. Sfilate dei carri nelle vie del paese sabato 16, in notturna, e domenica 17
CERESOLE REALE - La diga si colora di rosa per salutare il Giro d'Italia di ciclismo
CERESOLE REALE - La diga si colora di rosa per salutare il Giro d
Il 29 gennaio sarà la date del primo grande appuntamento che vedrà coinvolte tutte le città di tappa dell'edizione 2019 del Giro d'Italia. In quell'occasione tutti i Comuni che ospiteranno una tappa illumineranno di rosa un simbolo
OMICIDIO DI SAN GIORGIO - Caccia ai possibili complici di Giuseppe Laforè, preso dopo una settimana di fuga
OMICIDIO DI SAN GIORGIO - Caccia ai possibili complici di Giuseppe Laforè, preso dopo una settimana di fuga
Il 24enne è stato fermato a Moncalieri dai carabinieri della Falchera, dopo una settimana di fuga. Interrogato dal procuratore d'Ivrea, Ferrando, alla fine ha confessato. Si era stancato dell'atteggiamento del padre dell'ex fidanzata
CIRIE' - Per sfuggire all'arresto investe con la bici un carabiniere
CIRIE
Un uomo di 39 anni è stato arrestato dai carabinieri per detenzione di stupefacenti, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale
LAVORO IN CANAVESE - 14 posti da cantoniere disponibili - ECCO COME PARTECIPARE AL BANDO
LAVORO IN CANAVESE - 14 posti da cantoniere disponibili - ECCO COME PARTECIPARE AL BANDO
I candidati dovranno essere residentei nei Comuni sedi di cantiere o in subordine nei Comuni che fanno riferimento ai CPI di Cuorgnè e di Ivrea
FAVRIA - Giù calcinacci dal campanile: nuovo intervento dei pompieri - VIDEO
FAVRIA - Giù calcinacci dal campanile: nuovo intervento dei pompieri - VIDEO
I vigili del fuoco sono tornati questa mattina, sabato 19 gennaio, in quel Favria, per terminare l'intervento di messa in sicurezza di chiesa e campanile. Un intervento delicato vista la particolare posizione del cornicione pericolante
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore