OMICIDIO RIVAROLO - Solo l'autopsia chiarirà a che ora è morto Pierpaolo Pomatto

| Domani a Cuorgnè l'esame autoptico sul corpo del 66enne di Feletto freddato con un colpo di pistola. Identificato e interrogato dai carabinieri il romeno che abitava con lui: sembra essere del tutto estraneo ai fatti

+ Miei preferiti
OMICIDIO RIVAROLO - Solo lautopsia chiarirà a che ora è morto Pierpaolo Pomatto
Una truffa finita male. Un debito non onorato. Una partita di droga venduta alle persone sbagliate. E magari il coinvolgimento della criminalità organizzata. I carabinieri stanno valutando diverse piste per arrivare al killer di Pierpaolo Pomatto, trovato morto l'altra mattina a Rivarolo Canavese, in frazione Vesignano. Lo ha ucciso un colpo di pistola alla nuca. S’indaga, ovviamente, sul passato della vittima. Sui precedenti penali ma anche sulle sue ultime frequentazioni. L’uomo era solito ospitare nella propria casa di Feletto delle persone in difficoltà. Anche pregiudicati conosciuti dietro le sbarre. Dall’analisi del suo telefono cellulare i carabinieri sperano di poter stringere, in pochissimo tempo, il cerchio delle indagini. Anche perché le banconote false abbandonate vicino al cadavere potrebbero persino essere un tentativo di depistare l’attività degli investigatori.

Tra l’altro l’esecuzione del 66enne di Feletto ricorda da vicino un altro omicidio avvenuto in zona qualche anno fa: quello di Giuseppe Trapasso, 23 anni, di San Benigno. Il ragazzo fu giustiziato con un colpo di pistola sparato alla nuca. Il corpo fu bruciato ma i due assassini furono comunque arrestati qualche giorno dopo. Un regolamento di conti, quello, legato allo spaccio di droga. A Feletto la comunità è sgomenta: «Pierpaolo era una persona naif che, nella vita, ha sbagliato molto – raccontano in paese – ma è sempre stato un uomo riservato e generoso. Amava i cani e le moto e non era un violento». Nemici? Probabilmente tanti. Qualcuno anche estremamente pericoloso.

Forse Pomatto sapeva che il killer lo stava cercando. Da inizio anno aveva diradato le uscite, cercava di farsi vedere in giro il meno possibile. Così, quando è arrivata quella telefonata (presumibilmente lunedì sera), l'uomo deve aver pensato che l'appuntamento a Rivarolo sarebbe servito per chiarire le cose. Intanto i carabinieri hanno interrogato il romeno che, per qualche tempo, ha abitato con il felettese nello stesso stabile di via Airali. E' completamente estraneo alla vicenda.

Video
Dove è successo
Cronaca
SAN GIUSTO - Incidente stradale: giovane motociclista ferito
SAN GIUSTO - Incidente stradale: giovane motociclista ferito
Il ventiduenne è stato soccorso dal personale del 118 e trasportato in elicottero al Cto. Ha riportato diverse fratture
SCARMAGNO - Muore in ospedale dopo il ritrovamento nel bosco: accertamenti della procura di Ivrea in corso
SCARMAGNO - Muore in ospedale dopo il ritrovamento nel bosco: accertamenti della procura di Ivrea in corso
La procura valuterà eventuali profili penali relativi alla possibile omessa custodia dell'anziano per capire se sono state messe in atto tutte le misure di assistenza sanitaria delle quali necessitava
LOCANA - Sagra del miele: la festa dedicata al mondo delle api
LOCANA - Sagra del miele: la festa dedicata al mondo delle api
Locana si fa portabandiera di tutte le Città del Miele piemontesi Bruzolo, Casteldelfino, Marentino, Monteu Roero, Montezemolo, Niella Tanaro e il Parco Alpi Marittime
VOLPIANO - Spaccio di droga e coltivazione di marijuana: operazione congiunta di carabinieri e polizia municipale
VOLPIANO - Spaccio di droga e coltivazione di marijuana: operazione congiunta di carabinieri e polizia municipale
Le indagini sono iniziate analizzando le immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza installate dall'amministrazione comunale. Indagini che si sono concluse martedì 11 luglio con un arresto e due denunce
STRAGE DI CASELLE - Intera famiglia uccisa a coltellate: carcere a vita per il killer e l'ideatrice del massacro
STRAGE DI CASELLE - Intera famiglia uccisa a coltellate: carcere a vita per il killer e l
Ergastolo confermato anche in Cassazione: Giorgio Palmieri e la moglie Dorotea De Pippo rimarranno per tutta la vita in carcere per aver pianificato e realizzato la strage che il 3 gennaio 2014 a Caselle
CASTELLAMONTE - La casetta di Celestina non sarà abbattuta
CASTELLAMONTE - La casetta di Celestina non sarà abbattuta
L'ambulatorio della guaritrice che combatteva il fuoco di Sant’Antonio è finito in tribunale. La donna è scomparsa due anni fa
CUORGNE - Taglio del nastro per l'Agenzia delle Entrate - VIDEO
CUORGNE - Taglio del nastro per l
Dopo il trasloco dagli uffici di corso Roma il servizio si è trasferito interamente al terzo piano della vecchia Manifattura
BORGARO - Ancora un crollo da un palazzo: psicosi in città - FOTO
BORGARO - Ancora un crollo da un palazzo: psicosi in città - FOTO
Dopo l'episodio di via Spagna oggi pomeriggio nuovo allarme per dei pezzi di paramano crollati da un palazzo di via Settimo
IVREA - Allarme zanzara tigre: partono i controlli del Comune
IVREA - Allarme zanzara tigre: partono i controlli del Comune
I controlli in città e nei giardini verranno effettuati dal dottor Sergio Graziano che è stato incaricato dalla Regione
MONTALENGHE - Una discarica abusiva: due persone condannate
MONTALENGHE - Una discarica abusiva: due persone condannate
Nel corso del procedimento giudiziario il Comune si è costituito parte civile, assistito dall'avvocato Celere Spaziante
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore