OMICIDIO RIVAROLO - Una settimana fa l'esecuzione di Pomatto: la caccia al killer continua - VIDEO

| I carabinieri stanno seguendo una pista ben precisa che riguarda ovviamente il passato di Pierpaolo Pomatto. E dire che il felettese aveva deciso di cambiare vita. L'assassino, a quanto pare, non ha avuto pietà

+ Miei preferiti
OMICIDIO RIVAROLO - Una settimana fa lesecuzione di Pomatto: la caccia al killer continua - VIDEO
Una settimana fa, nelle campagne di Vesignano, su segnalazione di un passante, i carabinieri di Rivarolo Canavese hanno ritrovato il corpo senza vita di Pierpaolo Pomatto, 66 anni di Feletto. Giustiziato da un killer spietato che gli ha sparato alla nuca. Poi ha abbandonato delle banconote da 50 euro false attorno al corpo. Sono passati sette giorni dall'avvio delle indagini ma, come avevano preannunciato dalla procura di Ivrea, non sarebbe stato facile arrivare all'assassino. I carabinieri stanno seguendo una pista ben precisa che riguarda ovviamente il passato di Pierpaolo Pomatto. Per ora non trapela nulla. La soluzione del caso potrebbe essere vicina. Intanto non è ancora arrivato l'ok dalla procura per il funerale del felettese.
 
Il passato dell'uomo giustiziato a Rivarolo è ricco di precedenti. Spaccio di droga, truffa, estorsione, furto. Una storia complessa la sua. Nato il 6 giugno 1949 a Feletto, dove ha sempre abitato nella casa di famiglia di via Airali, nel 1971 ottiene il diploma di ragioniere. Salva un ragazzino che cade nell’Orco e diventa, in paese, una celebrità. Solo che non ha nessuna intenzione di lavorare nella panetteria dei genitori. Così inizia a frequentare personaggi pericolosi. A fine anni ’70 sfugge a un posto di blocco dei carabinieri di Rivarolo che sono costretti a sparare per fermarlo. Finisce in galera nel dicembre 1981, quando viene arrestato per spaccio di droga. Qualche mese dopo viene arrestato nel vercellese: secondo i carabinieri ha fornito armi alle Brigate Rosse. Condannato in primo grado, alla fine ne esce pulito: il testimone che lo accusa, infatti, non viene considerato attendibile. 
 
Alla morte del padre, vende la panetteria della famiglia di fronte al municipio di Feletto. Con quei soldi tira avanti per qualche anno, poi sperpera una fortuna in investimenti immobiliari sbagliati. Nel 1995, ruba insieme a un complice una statua della mostra della ceramica di Castellamonte. Vale 100 milioni di lire. Viene arrestato e condannato. Qualche anno dopo va a processo con altre sei persone per una serie di furti nelle chiese del Canavese. Nel 2009, alza il tiro e organizza una serie di estorsioni a imprenditori della zona. Anche qui finisce in manette. Esce nel 2013. 
 
Adotta due cani, opera come volontario del canile e riprende la passione per le motociclette. Cerca, per quanto possibile, di vivere lontano dai guai. Per un po’ riesce nell’impresa. C'è chi giura, a Feletto, che Pierpaolo avesse deciso di cambiare vita, di chiudere definitivamente con quel passato ingombrante, fatto di errori a volte non voluti. Non era una persona cattiva. In paese lo sanno tutti. Solo che il killer non ha avuto pietà.
Video
Dove è successo
Cronaca
IVREA - Guida sicura: un corso per gli studenti al liceo Gramsci
IVREA - Guida sicura: un corso per gli studenti al liceo Gramsci
Iniziativa promossa al liceo eporediese grazie alla collaborazione tra Inner Wheel Club di Ivrea e l'associazione onlus «I Do»
IVREA - Tenta di svaligiare la stessa azienda per due volte: denunciato dalla polizia
IVREA - Tenta di svaligiare la stessa azienda per due volte: denunciato dalla polizia
Intorno alla mezzanotte di ieri si è attivato il sistema di allarme anti-intrusione di una ditta di San Bernardo d’Ivrea. Il circuito di videosorveglianza di un istituto di vigilanza ha segnalato la presenza di un soggetto sospetto
OMICIDIO DI RIVAROLO - Slitta la sentenza: dubbi sulle celle telefoniche e sul movente
OMICIDIO DI RIVAROLO - Slitta la sentenza: dubbi sulle celle telefoniche e sul movente
Gli orari dello scarico dei dati della cella di Rivarolo, infatti, non combacerebbero con la tesi dell'accusa, secondo la quale Pomatto fu ucciso da Perri nelle campagne di Vesignano il 18 gennaio 2016 dopo le 20.30
IVREA - Si masturba davanti alle pazienti: per ora resta in carcere
IVREA - Si masturba davanti alle pazienti: per ora resta in carcere
Resta in carcere Morad Khaliissi, il ventenne residente a Pont che la scorsa settimana ha seminato il panico all'ospedale di Ivrea
LEINI - Armi in casa: pastore arrestato dai carabinieri a Busca
LEINI - Armi in casa: pastore arrestato dai carabinieri a Busca
Operazione dei militari di Leini. Le armi sono state sequestrate. Saranno analizzate per scoprire se hanno sparato di recente
CHIESANUOVA - Un concerto per celebrare il pesce d'aprile
CHIESANUOVA - Un concerto per celebrare il pesce d
Iniziativa dell'associazione Liceo Musicale di Rivarolo Canavese
AGLIE'-BAIRO-TORRE - In bici per scoprire il territorio
AGLIE
Torna «Cibinbici», passeggiata gastronomica per appassionati di mountain bike e nordic walking
CUORGNE' - Città e commercio in lutto per l'addio ad Anna Maria Peila
CUORGNE
Figura storica del commercio locale, faceva parte di una famiglia conosciuta in città. Il marito era stato anche assessore
IVREA - Grave incidente al maneggio. Si ribalta la carrozza: due feriti. Uno trasportato in elicottero al Cto
IVREA - Grave incidente al maneggio. Si ribalta la carrozza: due feriti. Uno trasportato in elicottero al Cto
Un uomo di 71 anni è rimasto ferito a seguito del ribaltamento di una carrozza. Medicato sul posto dal personale del 118, allertato dai responsabili del maneggio, è stato trasportato in elicottero al Cto
RIVAROLO - Truffe in tutta Italia: chiesti 70 anni di carcere
RIVAROLO - Truffe in tutta Italia: chiesti 70 anni di carcere
I carabinieri di Rivarolo, che hanno sgominato la banda, hanno recuperato 460 assegni falsi; ben 234 le truffe accertate
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore