OMICIDIO RIVAROLO - Una settimana fa l'esecuzione di Pomatto: la caccia al killer continua - VIDEO

| I carabinieri stanno seguendo una pista ben precisa che riguarda ovviamente il passato di Pierpaolo Pomatto. E dire che il felettese aveva deciso di cambiare vita. L'assassino, a quanto pare, non ha avuto pietà

+ Miei preferiti
OMICIDIO RIVAROLO - Una settimana fa lesecuzione di Pomatto: la caccia al killer continua - VIDEO
Una settimana fa, nelle campagne di Vesignano, su segnalazione di un passante, i carabinieri di Rivarolo Canavese hanno ritrovato il corpo senza vita di Pierpaolo Pomatto, 66 anni di Feletto. Giustiziato da un killer spietato che gli ha sparato alla nuca. Poi ha abbandonato delle banconote da 50 euro false attorno al corpo. Sono passati sette giorni dall'avvio delle indagini ma, come avevano preannunciato dalla procura di Ivrea, non sarebbe stato facile arrivare all'assassino. I carabinieri stanno seguendo una pista ben precisa che riguarda ovviamente il passato di Pierpaolo Pomatto. Per ora non trapela nulla. La soluzione del caso potrebbe essere vicina. Intanto non è ancora arrivato l'ok dalla procura per il funerale del felettese.
 
Il passato dell'uomo giustiziato a Rivarolo è ricco di precedenti. Spaccio di droga, truffa, estorsione, furto. Una storia complessa la sua. Nato il 6 giugno 1949 a Feletto, dove ha sempre abitato nella casa di famiglia di via Airali, nel 1971 ottiene il diploma di ragioniere. Salva un ragazzino che cade nell’Orco e diventa, in paese, una celebrità. Solo che non ha nessuna intenzione di lavorare nella panetteria dei genitori. Così inizia a frequentare personaggi pericolosi. A fine anni ’70 sfugge a un posto di blocco dei carabinieri di Rivarolo che sono costretti a sparare per fermarlo. Finisce in galera nel dicembre 1981, quando viene arrestato per spaccio di droga. Qualche mese dopo viene arrestato nel vercellese: secondo i carabinieri ha fornito armi alle Brigate Rosse. Condannato in primo grado, alla fine ne esce pulito: il testimone che lo accusa, infatti, non viene considerato attendibile. 
 
Alla morte del padre, vende la panetteria della famiglia di fronte al municipio di Feletto. Con quei soldi tira avanti per qualche anno, poi sperpera una fortuna in investimenti immobiliari sbagliati. Nel 1995, ruba insieme a un complice una statua della mostra della ceramica di Castellamonte. Vale 100 milioni di lire. Viene arrestato e condannato. Qualche anno dopo va a processo con altre sei persone per una serie di furti nelle chiese del Canavese. Nel 2009, alza il tiro e organizza una serie di estorsioni a imprenditori della zona. Anche qui finisce in manette. Esce nel 2013. 
 
Adotta due cani, opera come volontario del canile e riprende la passione per le motociclette. Cerca, per quanto possibile, di vivere lontano dai guai. Per un po’ riesce nell’impresa. C'è chi giura, a Feletto, che Pierpaolo avesse deciso di cambiare vita, di chiudere definitivamente con quel passato ingombrante, fatto di errori a volte non voluti. Non era una persona cattiva. In paese lo sanno tutti. Solo che il killer non ha avuto pietà.
Video
Dove è successo
Cronaca
BORGOFRANCO D'IVREA - Uomo precipita da un muretto: salvato dal soccorso alpino - VIDEO
BORGOFRANCO D
Provvidenziale intervento, ieri mattina, per i tecnici della stazione di Ivrea del soccorso alpino che hanno gestito con grande preparazione e competenza un intervento complesso nella zona di Borgofranco. Il ferito elitrasportato al Cto
SICUREZZA - A Porta Susa i 110 anni della Polizia Ferroviaria
Stare in mezzo alla gente, sui treni e nelle stazioni, costituisce uno dei tratti distintivi della quotidianità di questa specialità della Polizia di Stato
SOLIDARIETA' - L'abbigliamento sequestrato dalla Finanza donato al Cottolengo
SOLIDARIETA
Sono oltre 3000 capi di abbigliamento sottratti al mercato della contraffazione nel corso di una recente operazione
MAPPANO - Incendio nella notte: distrutti bidoni e un'auto - FOTO
MAPPANO - Incendio nella notte: distrutti bidoni e un
Le fiamme hanno completamente distrutto diversi bidoni della raccolta indifferenziata oltre a una Hyundai parcheggiata
RIVAROLO CANAVESE - Scontro nella notte tra auto e motocicletta: due ragazzi feriti
RIVAROLO CANAVESE - Scontro nella notte tra auto e motocicletta: due ragazzi feriti
La dinamica dello schianto, avvenuto intorno a mezzanotte e mezza, è al vaglio dei carabinieri di Rivarolo Canavese. In zona c'era anche una fastidiosa nebbia che, forse, ha influito su quanto accaduto
RIVAROLO - Doppio tamponamento sul ponte dell'Orco
RIVAROLO - Doppio tamponamento sul ponte dell
Gli incidenti hanno provocato ulteriori code in ingresso a Rivarolo con il traffico congestionato per circa un'ora
LUSIGLIE' - Cade con lo scooter nel canale: un ferito - FOTO e VIDEO
LUSIGLIE
L'uomo è stato immediatamente soccorso dal personale del 118 e dai Vigili del fuoco. Poi è stato trasportato in ospedale
SALUTE - In Canavese si torna a coltivare la canapa sativa
SALUTE - In Canavese si torna a coltivare la canapa sativa
Fino a sabato 28 ottobre sarà possibile visitare all’Accademia Pictor di Torino la mostra-evento «L'ambiente è salute»
IVREA - Bambini e ragazzi a teatro con la tradizionale rassegna
IVREA - Bambini e ragazzi a teatro con la tradizionale rassegna
La novità di questa stagione con la differenziazione degli abbonamenti migliora la già ricca e varia offerta culturale
CALUSO-RIVARA - Ancora incidenti stradali: due ragazzine ferite
CALUSO-RIVARA - Ancora incidenti stradali: due ragazzine ferite
Serie di incidenti stradali, questa sera, in diversi Comuni del Canavese. Il più grave a Caluso sulla Sp53, intorno alle ore 19
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore