PARCO GRAN PARADISO - Foto sugli ecosistemi montani cercasi

| L'Ente Parco a caccia di fotografie per una mostra

+ Miei preferiti
PARCO GRAN PARADISO - Foto sugli ecosistemi montani cercasi
Nell'ambito di progetti nazionali (Progetto di Interesse NextData, www.nextdataproject.it) e programmi internazionali (GEO/GEOSS), è in corso di preparazione una mostra fotografica sugli ecosistemi montani in Italia. La mostra è realizzata grazie ad una collaborazione fra il Dipartimento Scienze del Sistema Terra e Tecnologie per l'Ambiente del Consiglio Nazionale delle Ricerche (DTA-CNR), il Progetto di Interesse NextData del Programma Nazionale della Ricerca 2011-2013 del MIUR, il Parco Nazionale Gran Paradiso (PNGP), l'Associazione Fotografi Naturalisti Italiani (AFNI), la Società Italiana di Caccia Fotografica (SICF), l'Associazione IBEX-Fotonatura Piemonte ed è aperta a tutti i fotografi naturalisti che desiderano contribuire. Un primo invito a proporre immagini per la mostra è stato divulgato nella primavera 2014. In risposta al primo invito, sono state ricevute quasi 2000 immagini.
 
La visione e la selezione delle immagini ha evidenziato alcune tematiche per le quali è opportuno ampliare la copertura iconografica. In questo secondo invito sono dunque particolarmente benvenute immagini che illustrino i seguenti temi:
 
• Immagini dell'Appennino e soprattutto di regioni aride, nel Sud e nelle isole.
 
• Immagini di ambienti carsici.
 
• Immagini di zone aperte di alta quota.
 
• Caratterizzazione di ambienti particolari, di ecosistemi specifici (per esempio torbiere o zone umide montane).
 
• Rapporti trofici oltre la predazione: parassitismo, commensalismo, simbiosi, etc
 
• Immagini di micropaesaggi (licheni, sottobosco, fioriture).
 
• Vita acquatica.
 
• Immagini del periodo della fusione nivale (per esempio le alghe rosse sulla neve).
 
• Effetti antropici (cibo agli animali, stambecchi sulla strada, tralicci, pastorizia - ma non solo effetti negativi) che siano valide anche dal punto di vista estetico.
 
Struttura della mostra
La mostra comprenderà quattro sezioni:
A. Gli ecosistemi montani. Immagini che illustrino le principali tipologie di ecosistemi montani. In questa sezione sono benvenute immagini di paesaggio, di fauna e flora caratteristica e molto ambientata, ovvero immagini che illustrino al tempo stesso l'habitat, i principali aspetti della vegetazione e animali tipici dell'ambiente.
B. L'ambiente fisico dell'alta quota e gli adattamenti alla montagna. Cosa rende gli ecosistemi montani diversi da quelli di pianura? La verticalità, le condizioni meteo-climatiche estreme, la variabilità del tempo meteorologico, gli inverni rigidi con grande copertura di neve, la carenza di ossigeno, l'intenso ciclo idrologico... In questa sezione sono richieste immagini che evidenzino i fattori limitanti, o determinanti, dal punto di vista dell'ambiente fisico.
C. La rete trofica montana. Questa sezione include immagini relative ai rapporti fra le varie componenti dell'ecosistema, ovvero rapporti di predatore-preda, commensalismo, parassitismo, simbiosi, rapporti fiori-impollinatori... In questa sezione occorre illustrare le complesse relazioni fra gli organismi.
D. Cambiamenti degli ecosistemi montani e impatto delle attività umane. Sono benvenute immagini che illustrino il cambiamento climatico e/o di uso delle risorse, l'utilizzo dei territori montani e gli impatti delle attività antropiche (storiche e attuali) sugli ecosistemi di montagna.
 
Tutte le info http://www.pngp.it/iniziative/foto-sugli-ecosistemi-montani-cercasi
Cronaca
CASTELLAMONTE - Vende auto col contachilometri taroccato a un disabile che lo denuncia
CASTELLAMONTE - Vende auto col contachilometri taroccato a un disabile che lo denuncia
Nei guai il titolare di un concessionario di auto. All'atto della vendita, l'uomo ha dichiarato su un'utilitaria circa 100 mila chilometri: in realtà il mezzo ne aveva percorsi quasi il doppio. Il raggiro non è andato a buon fine
FAVRIA - Incidente stradale: auto finisce contro una casa - FOTO
FAVRIA - Incidente stradale: auto finisce contro una casa - FOTO
Il mezzo, per fortuna, ha solo sfiorato una centralina del gas metano. La dinamica è ora al vaglio dei carabinieri
PONT CANAVESE - Un annullo filatelico per il «Concert dla Rua»
PONT CANAVESE - Un annullo filatelico per il «Concert dla Rua»
Poste Italiane, in occasione della XXIII^ Edizione «Concert dla Rua» la notte della Pace, partecipa con un annullo filatelico
CALUSO - Ha un rapporto con una prostituta poi la rapina
CALUSO - Ha un rapporto con una prostituta poi la rapina
I due si sono appartati lungo una strada di campagna tra Caluso e Barone. Dopo il rapporto l'uomo l'ha rapinata
CERESOLE-LOCANA - In volo con le api e gli aquiloni
CERESOLE-LOCANA - In volo con le api e gli aquiloni
Proseguono le escursioni in bus da Torino, con partenza dalla stazione di Porta Susa, proposte dal circuito "Strada Gran Paradiso"
PAVONE CANAVESE - Trovato morto nel torrente Chiusella: dramma per un pescatore
PAVONE CANAVESE - Trovato morto nel torrente Chiusella: dramma per un pescatore
Saranno le indagini dei carabinieri della compagnia di Ivrea a fare luce sulla morte di un pescatore residente in zona trovato privo di vita, ieri sera, nelle acque del torrente Chiusella. A dare l'allarme sono stati i figli dell'uomo
COLLERETTO G. - Il Bioindustry Park nel network della ricerca
COLLERETTO G. - Il Bioindustry Park nel network della ricerca
Sono stati sottoscritti gli accordi tra l'Infn Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e i primi Bic Business Innovation Centre
MONGOL RALLY - Si spacca il vetro ma «Il Pandone» viaggia lo stesso - FOTO
MONGOL RALLY - Si spacca il vetro ma «Il Pandone» viaggia lo stesso - FOTO
Il duo di Valperga, a bordo di una mitica Panda (vecchio modello) ha già dovuto dribblare alla Cristiano Ronaldo alcune inevitabili sfighe...
VIALFRE' - Torna Apolide, il «Green Man Festival» italiano nell'area naturalistica Pianezze
VIALFRE
Apolide significa senza cittadinanza, senza casa. Il festival nasce 15 anni fa grazie all'associazione To Locals, nel piccolo paese di Alpette con il nome di Alpette Rock Free Festival
IVREA - Operaio muore punto da una vespa: condannato il datore di lavoro
IVREA - Operaio muore punto da una vespa: condannato il datore di lavoro
E' quanto ha deciso oggi il giudice Ludovico Morello del tribunale di Ivrea a conclusione del processo di primo grado che vedeva alla sbarra, per omicidio colposo, un imprenditore di 46 anni del cuneese. La vittima aveva 44 anni
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore