PONT-SAN GIORGIO - Parrocchie ed enti religiosi truffati dai finti tecnici del Comune: quattro arresti - VIDEO

| Accertati 86 episodi in tutta Italia, per un guadagno di oltre 400mila euro. In Canavese i malviventi hanno colpito almeno due volte truffando i Missionari Oblati di Maria Immacolata a San Giorgio e la parrocchia di San Costanzo a Pont

+ Miei preferiti
PONT-SAN GIORGIO - Parrocchie ed enti religiosi truffati dai finti tecnici del Comune: quattro arresti - VIDEO
I carabinieri di Torino Oltre Dora hanno individuato un’organizzazione criminale finalizzata alle truffe ai danni di parrocchie, conventi, case di riposo, scuole ed Enti religiosi. Accertati 86 episodi in tutta Italia, per un guadagno di oltre 400mila euro. In Canavese i malviventi hanno colpito almeno due volte truffando i Missionari Oblati di Maria Immacolata a San Giorgio Canavese e la parrocchia di San Costanzo di Pont Canavese.

Si qualificavano come rappresentati di enti locali (prevalentemente quali dipendenti comunali e regionali) o direttori di istituti di credito, riferendo ai responsabili di svariati enti religiosi che era stato loro accreditato un contributo (comunale o regionale) erogato in somma maggiore a quella dovuta e pertanto per evitare che lo stesso non venisse poi elargito, li inducevano a versare la differenza (cifre variabili da 2.000 a 16.500 euro) su carte poste pay (riconducibili agli stessi indagati). L’organizzazione prevedeva diversi prestanome di carte prepagate per l’accredito dei proventi artatamente ottenuti, compensandoli con il 20% della somma illecitamente introitata. Contestualmente sono state eseguite 20 perquisizioni nei confronti del titolari dei documenti presentati per la registrazione delle carte poste pay.

Il capo era una donna, chiamata la Zia, che aveva creato una rete criminale composta da promoter e call center, per individuare e contattare le vittime, e da prestanomi/commercianti compiacenti per incassare il denaro.  I carabinieri hanno un’ordinanza di applicazione di misura cautelare (4 in carcere e 8 obblighi di dimora e/o firma) a carico di 12 indagati, ritenuti responsabili - a vario titolo - di associazione per delinquere finalizzata a truffe aggravate, nonché di estorsione.

Il provvedimento trae origine da un’indagine che ha consentito di comprovare l’esistenza di un sodalizio criminale, radicato nel capoluogo piemontese, dedito alla sistematica pianificazione ed esecuzione, su tutto il territorio nazionale, di truffe aggravate in danno dei responsabili di vari istituti religiosi (parrocchie, conventi, case di riposo, congregazioni di suore, asili nido e scuole cattoliche)..

«E’ massimo lo sforzo investigativo profuso dall’Arma dei Carabinieri e dalla Procura della Repubblica di Torino, in stretta sinergia,  nel contrastare le truffe messe in atto da astuti malfattori, specie nei confronti delle persone a minorata difesa come gli anziani. L’andamento complessivo della delittuosità nella provincia di Torino anche nel primo trimestre del 2019 è in calo, con l’unica eccezione proprio per le truffe consumate o tentate, che hanno fatto registrare un lieve aumento e  quindi richiedono particolare attenzione anche attraverso una efficace attività di prevenzione, che l’Arma sta effettuando su tutto il territorio nazionale diffondendo decaloghi antitruffa e dando consigli ai cittadini durante incontri organizzati per questi fini». Queste le parole del Comandante Provinciale dei Carabinieri di Torino, il colonnello Francesco Rizzo.

Video
Cronaca
PRASCORSANO - Rally protagonista per «Un giorno da Campioni» in aiuto dell'Ugi
PRASCORSANO - Rally protagonista per «Un giorno da Campioni» in aiuto dell
L'Ugi - Unione Genitori Italiani contro il tumore dei bambini – è nata nel 1980 a Torino presso l'ospedale Regina Margherita per volere di un gruppo di genitori di bambini affetti da tumore
CANAVESE - Valchiusella e Dora Baltea: il lavoro degli operai forestali
CANAVESE - Valchiusella e Dora Baltea: il lavoro degli operai forestali
Le squadre forestali regionalii sono intervenute per tagliare la vegetazione invadente e pulire diverse canaline di scolo
VOLPIANO - Furioso incendio in una villetta: marito e moglie in prognosi riservata intossicati dal fumo
VOLPIANO - Furioso incendio in una villetta: marito e moglie in prognosi riservata intossicati dal fumo
E' di tre persone intossicate il bilancio dell'incendio divampato in una villetta di via Ronchi. L'allarme è scattato intorno alle 3.30. All'interno c'era una famiglia composta da madre, padre e figlia. Le fiamme domate dai vigili del fuoco
ALPETTE-CUORGNE' - Cade nel bosco mentre va a fare legna, salvato in extremis dal soccorso alpino - FOTO
ALPETTE-CUORGNE
Le ricerche, scattate nel pomeriggio, hanno visto coinvolti i tecnici del soccorso alpino di Locana e il personale 118. L'uomo è stato individuato al fondo di una scarpata, vicino ad un corso d'acqua. E' stato poi elitrasportato in ospedale
IVREA - Terzo Ponte a rischio? Scatta lo stop per i mezzi pesanti più di 26 tonnellate
IVREA - Terzo Ponte a rischio? Scatta lo stop per i mezzi pesanti più di 26 tonnellate
Le prove di carico effettuate nei giorni scorsi dal Comune hanno rilevato alcune criticità tali da indurre l'ufficio tecnico di palazzo civico a limitare il transito ai mezzi pesanti
CUCEGLIO - Si chiudono domenica 27 i festeggiamenti per il super compleanno del paese
CUCEGLIO - Si chiudono domenica 27 i festeggiamenti per il super compleanno del paese
Con il vescovo di Ivrea l'atto conclusivo del Millennio di Cuceglio. La popolazione del paese e tutte le associazioni hanno onorato fino in fondo questo importante avvenimento
IVREA - Giovane di 17 anni arrestato dalla polizia per spaccio
IVREA - Giovane di 17 anni arrestato dalla polizia per spaccio
Controlli della polizia nei pressi delle discoteche della città. Un giovane pusher arrestato dagli agenti vicino ad un locale
FORNO CANAVESE - Tutto pronto per la tradizionale «Fiera del Paluc»
FORNO CANAVESE - Tutto pronto per la tradizionale «Fiera del Paluc»
Alla Fiera prenderanno parte oltre 100 espositori. Il programma è quanto mai vario
IVREA - Uccide la madre adottiva, condannato tenta il suicidio in carcere
IVREA - Uccide la madre adottiva, condannato tenta il suicidio in carcere
È ancora ricoverato in ospedale Caleb Ndong Merlo, il 39enne che domenica 13 ottobre ha tentato di suicidarsi in carcere
TRAGEDIA A STRAMBINO - Incidente mortale: vittima un uomo di Vische, ferita gravemente la moglie - FOTO E VIDEO
TRAGEDIA A STRAMBINO - Incidente mortale: vittima un uomo di Vische, ferita gravemente la moglie - FOTO E VIDEO
Lungo la provinciale 81 che porta alla frazione Carrone un pensionato ha perso il controllo della propria vettura ed è finito nei prati ribaltandosi. È morto sul colpo. Inutili tutti i soccorsi
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore