PROCESSO OLIVETTI - Il sindaco Della Pepa: «Giudizio pesante sugli anni più recenti di gestione dell'azienda»

| «Non si può esprimere un commento di soddisfazione quando si parla di vicende che riguardano persone scomparse» dice il primo cittadino di Ivrea. Alla città è stato riconosciuto il diritto al risarcimento del danno

+ Miei preferiti
PROCESSO OLIVETTI - Il sindaco Della Pepa: «Giudizio pesante sugli anni più recenti di gestione dellazienda»
Condanne a raffica nella sentenza di primo grado del processo volto ad accertare le responsabilità di amministratori e dirigenti della società Olivetti per il reato di lesioni personali colpose e omicidio colposo. Il tutto relativo ai decessi di ex dipendenti, causati da malattie contratte a seguito di esposizione all’amianto. Fatti avvenuti svolgendo specifiche mansioni all’interno degli stabilimenti di Ivrea, Agliè e Scarmagno. Oltre alle condanne è stato riconosciuto il diritto al risarcimento del danno per le vittime e a tutte le parti civili costituite. Tra queste la città di Ivrea cui è stato riconosciuto il diritto al risarcimento del danno, da richiedere e quantificare però in sede civile, ed il rimborso delle spese legali sostenute per la costituzione di parte civile.
 
Il sindaco Della Pepa, presente in aula alla lettura del dispositivo, ha commentato la sentenza ai microfoni dei tanti giornalisti presenti: «Non si può esprimere un commento di soddisfazione quando si parla di vicende che riguardano persone scomparse e la sofferenza delle famiglie che oggi combattono con malattie fatali, ma il processo ha fatto chiarezza sulla gestione del problema amianto negli anni più recenti della storia Olivettiana e dato una risposta ad una domanda di verità che si elevava dalle famiglie colpite e dal territorio tutto. Questo era il risultato a cui la Città teneva e per il quale ha scelto di essere parte nel processo».
 
Il sindaco ha espresso parole di vicinanza alle famiglie che stanno vivendo in questi anni il dramma della scoperta di questa malattia e ha evidenziato come la sentenza testimoni anche, per i tempi di procedimento, l'efficienza del tribunale e degli uffici della procura di Ivrea. «Sicuramente - sottolinea il sindaco - la sentenza consegna oggi un giudizio pesante sugli anni più recenti di gestione della Olivetti, anni in cui è stato, almeno per quanto riguarda la gestione del rischio amianto, forse tradito quello spirito di attenzione per i lavoratori che ha reso unica la storia della nostra fabbrica e l’immagine di Adriano Olivetti nel mondo. Toccherà alla Città di Ivrea il compito primo di tutelare e valorizzare quella gloriosa storia proprio per quei valori che ha saputo testimoniare: il rispetto del lavoro e delle persone prima della logica del profitto, la tutela e la valorizzazione del territorio in una sinergia totale tra la Città e la Fabbrica».
Dove è successo
Cronaca
CUORGNE' - Denunciata la richiedente asilo violenta
CUORGNE
Domenica sera aveva fermato un bus poi aveva dato in escandescenza
PAVONE - Incidente stradale in borgata Molla: grave una donna
PAVONE - Incidente stradale in borgata Molla: grave una donna
Dinamica dello schianto al vaglio dei carabinieri della compagnia di Ivrea. La donna trasportata d'urgenza al pronto soccorso
CANAVESE - Influenza da record: code al pronto soccorso e tempi d'attesa in aumento. «Ma il piano dell'Asl funziona»
CANAVESE - Influenza da record: code al pronto soccorso e tempi d
Aumento considerevole dei passaggi e dei ricoveri, anche a causa dell'influenza, negli ospedali del Canavese. L'Asl To4 ha fornito i dati relativi ai passaggi al pronto soccorso degli ospedali di Ivrea, Cuorgnè, Chivasso e Ciriè
IVREA - Concorso «Il nostro Carnevale»: scelti i venti finalisti
IVREA - Concorso «Il nostro Carnevale»: scelti i venti finalisti
Sono stati selezionati gli elaborati finalisti del concorso Il nostro Carnevale, realizzato nell'ambito del progetto Bambini al Centro
TERREMOTO CENTRO ITALIA - L'aiuto di Favria alle scuole di Sarnano
TERREMOTO CENTRO ITALIA - L
Le associazioni, i commercianti, la Proloco e il Comune, dal 27 novembre al 4 dicembre, hanno organizzato numerose iniziative
CANAVESE - Ubriachi al volante finiscono fuori strada: denunciati dai carabinieri
CANAVESE - Ubriachi al volante finiscono fuori strada: denunciati dai carabinieri
L'episodio a Castellamonte. A Ivrea, Banchette, Rivarolo, Cuorgnè, Strambino e Lusigliè nove giovani, di età compresa tra i 15 e i 32 anni, sono stati segnalati per uso personale di sostanze stupefacenti
BUSANO - Un malore in sala da ballo: addio a Giuliano Blessent
BUSANO - Un malore in sala da ballo: addio a Giuliano Blessent
L'episodio sabato sera a Valperga. Alcuni amici hanno immediatamente chiamato il 118 ma non c'è stato niente da fare
PRASCORSANO - Gli auguri dei carabinieri per l'appuntato Quinto Buffo che ha compiuto 104 anni
PRASCORSANO - Gli auguri dei carabinieri per l
Il Colonnello Emanuele De Santis ha portato al festeggiato il regalo e il messaggio augurale del generale di Corpo d’Armata Tullio Del Sette, comandante generale dell’Arma. Buffo è il carabiniere in congedo più anziano del Piemonte
PONT-CUORGNE'-RIVAROLO - Littorina riparata: tornano i treni sulla ferrovia Canavesana
PONT-CUORGNE
Il problema si era verificato lunedì scorso quando, durante l’ultima corsa, si era guastato l'unico treno in servizio. La Gtt aveva spedito immediatamente il mezzo in manutenzione, sostituendo le corse dei treni con altrettanti bus
BORGARO - Anche il sindaco sale sul 69 insieme ai «City Angels»
BORGARO - Anche il sindaco sale sul 69 insieme ai «City Angels»
Il dibattito sul 69 va avanti da anni. Tanto che il sindaco è arrivato a proporre autobus separati per i rom del campo nomadi
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore