PROCESSO OLIVETTI - Il sindaco Della Pepa: «Giudizio pesante sugli anni più recenti di gestione dell'azienda»

| «Non si può esprimere un commento di soddisfazione quando si parla di vicende che riguardano persone scomparse» dice il primo cittadino di Ivrea. Alla città è stato riconosciuto il diritto al risarcimento del danno

+ Miei preferiti
PROCESSO OLIVETTI - Il sindaco Della Pepa: «Giudizio pesante sugli anni più recenti di gestione dellazienda»
Condanne a raffica nella sentenza di primo grado del processo volto ad accertare le responsabilità di amministratori e dirigenti della società Olivetti per il reato di lesioni personali colpose e omicidio colposo. Il tutto relativo ai decessi di ex dipendenti, causati da malattie contratte a seguito di esposizione all’amianto. Fatti avvenuti svolgendo specifiche mansioni all’interno degli stabilimenti di Ivrea, Agliè e Scarmagno. Oltre alle condanne è stato riconosciuto il diritto al risarcimento del danno per le vittime e a tutte le parti civili costituite. Tra queste la città di Ivrea cui è stato riconosciuto il diritto al risarcimento del danno, da richiedere e quantificare però in sede civile, ed il rimborso delle spese legali sostenute per la costituzione di parte civile.
 
Il sindaco Della Pepa, presente in aula alla lettura del dispositivo, ha commentato la sentenza ai microfoni dei tanti giornalisti presenti: «Non si può esprimere un commento di soddisfazione quando si parla di vicende che riguardano persone scomparse e la sofferenza delle famiglie che oggi combattono con malattie fatali, ma il processo ha fatto chiarezza sulla gestione del problema amianto negli anni più recenti della storia Olivettiana e dato una risposta ad una domanda di verità che si elevava dalle famiglie colpite e dal territorio tutto. Questo era il risultato a cui la Città teneva e per il quale ha scelto di essere parte nel processo».
 
Il sindaco ha espresso parole di vicinanza alle famiglie che stanno vivendo in questi anni il dramma della scoperta di questa malattia e ha evidenziato come la sentenza testimoni anche, per i tempi di procedimento, l'efficienza del tribunale e degli uffici della procura di Ivrea. «Sicuramente - sottolinea il sindaco - la sentenza consegna oggi un giudizio pesante sugli anni più recenti di gestione della Olivetti, anni in cui è stato, almeno per quanto riguarda la gestione del rischio amianto, forse tradito quello spirito di attenzione per i lavoratori che ha reso unica la storia della nostra fabbrica e l’immagine di Adriano Olivetti nel mondo. Toccherà alla Città di Ivrea il compito primo di tutelare e valorizzare quella gloriosa storia proprio per quei valori che ha saputo testimoniare: il rispetto del lavoro e delle persone prima della logica del profitto, la tutela e la valorizzazione del territorio in una sinergia totale tra la Città e la Fabbrica».
Dove è successo
Cronaca
TRAGEDIA AL RALLY CITTÀ DI TORINO - Canavese sotto shock per il dramma di Coassolo - FOTO
TRAGEDIA AL RALLY CITTÀ DI TORINO - Canavese sotto shock per il dramma di Coassolo - FOTO
Un bimbo di sei anni morto nell'incidente. Al volante dell'auto il pilota Cristian Milano, 47 anni, di Prascorsano, colto da un malore durante la gara. Tanti sportivi si sono stretti al dolore della famiglia del piccolo
TRAGEDIA AL RALLY CITTA' DI TORINO - Muore un bimbo travolto da un'auto: la procura di Ivrea apre un'inchiesta - FOTO
TRAGEDIA AL RALLY CITTA
Un'auto impegnata nella corsa è uscita di strada travolgendo un'intera famiglia. L'inchiesta è stata affidata al pubblico ministero Ruggero Mauro Crupi. Le indagini sulla dinamica dell'incidente sono in corso a cura dei carabinieri
CALUSO - Incidente stradale: due feriti sulla statale 26 - VIDEO
CALUSO - Incidente stradale: due feriti sulla statale 26 - VIDEO
Scontro frontale, oggi intorno alle 16.30. Coinvolti un Fiat Ducato e una Fiat Panda all'incrocio appena fuori il centro abitato
TRAGEDIA AL RALLY CITTÀ DI TORINO - AUTO SULLA FOLLA: MUORE UN BAMBINO DI SEI ANNI
TRAGEDIA AL RALLY CITTÀ DI TORINO - AUTO SULLA FOLLA: MUORE UN BAMBINO DI SEI ANNI
Tragedia assurda a Coassolo, nelle Valli di Lanzo. Nel corso del «Rally Città di Torino» un'auto è finita sulla folla. Un bambino di 6 anni è morto travolto dalla vettura in gara. Travolti anche altri tre spettatori
AGLIE' - Partiti i lavori nella chiesa dove riposa Guido Gozzano
AGLIE
L’intenzione dei progettisti è quella di recuperare assetto e colori originali, riportando la facciata alla sua versione del 1300
CASTELLAMONTE - Torna la «Run for Parkinson»
CASTELLAMONTE - Torna la «Run for Parkinson»
Domenica 28 maggio si corre per l'associazione Parkinsoniani del Canavese Onlus
IVREA - Al museo Garda l'attesa mostra di Lorenzo Mattotti
IVREA - Al museo Garda l
I lavori dell'artista sono esposti in tutto il mondo; collabora con Le Monde, il New Yorker e altre riviste internazionali
TORINO-BORGARO - Resta in carcere la rom che ha investito un uomo
TORINO-BORGARO - Resta in carcere la rom che ha investito un uomo
Oreste Giagnotto, 58 anni di Torino, travolto da un camper al confine tra Borgaro e Torino, è morto lo scorso 12 maggio
RIVAROLO - «ToBeIng» all'esordio nelle elezioni per l'Ordine degli Ingegneri
RIVAROLO - «ToBeIng» all
Abbiamo chiesto a Fabrizio Vinardi, originario del Canavese occidentale ma ormai torinese di adozione, e a Fabrizia Giordano, alladiese, un breve parere su punti di forza, idee e proposte
RIVAROLO CANAVESE - Il «castellazzo» è in vendita: si cerca un nuovo proprietario. Prezzo top secret
RIVAROLO CANAVESE - Il «castellazzo» è in vendita: si cerca un nuovo proprietario. Prezzo top secret
L'antico castello rivarolese, da tempo trasformato in un'abitazione, è in vendita su iniziativa di privati. L'annuncio è comparso su internet nei giorni scorsi. «Trattativa riservata», recita l'annuncio dell'immobiliare
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore