ALICE SUPERIORE - Richiedenti asilo in rivolta e cibo gettato in strada: intervengono i carabinieri

| Cassonetti ribaltati, cibo gettato in strada, accesso al centro del paese bloccato. Solo l'intervento dei carabinieri ha permesso di calmare gli animi. Durissimo il commento della Lega sull'episodio della Valchiusella

+ Miei preferiti
ALICE SUPERIORE - Richiedenti asilo in rivolta e cibo gettato in strada: intervengono i carabinieri
Attimi di tensione giovedì sera, 29 marzo, ad Alice Superiore. Per motivi ancora da chiarire, alcune decine di richiedenti asilo ospitati nel centro di accoglienza sono scesi in strada danneggiando tutto quello che incontravano, ribaltando i cassonetti e gettando per terra il cibo sotto gli occhi del sindaco Remo Minellono. Lui stesso ha provato a calmare gli animi, ma senza successo. E di fronte alla rabbia crescente dei manifestanti che avevano anche bloccato la via di accesso al paese, non è restato altro da fare che richiedere l'intervento delle forze dell'ordine.

I carabinieri sono giunti rapidamente con diverse auto delle stazioni di Castellamonte e Vico Canavese e del nucleo radiomobile di Ivrea. Dopo una lunga trattativa, i richiedenti asilo hanno deciso di tornare sui loro passi, rientrando nella struttura che li ospita. La notizia della rivolta ad Alice è stata diffusa con una nota stampa dalla Lega canavesana, che ha stigmatizzato il presunto tentativo di insabbiamento.

«Una delle storture del buonismo imperante è quella di minimizzare o nascondere le malefatte compiute da clandestini o presunti profughi, come in questo caso: ma la verità trova sempre il modo di venire a galla - ha commentato l'onorevole Alessandro Giglio Vigna - fa sempre male vedere questa gente che getta per strada il cibo che gli viene fornito. Per non parlare dello spavento causato ai residenti dalla violenza dei dimostranti. Si parla spesso dell'opportunità economica per i Comuni rappresentata dall'adesione allo Sprar, ma forse non si tiene conto del costo sociale, che mi pare molto elevato». Durissimo anche il commento del segretario della circoscrizione di Ivrea del Carroccio, Giuliano Balzola: «Noi li accogliamo e quelli cosa fanno? Ci sputano addosso la loro rabbia, senza motivo».

Cronaca
CHIVASSO - Torna la patronale dedicata al Beato Angelo Carletti
CHIVASSO - Torna la patronale dedicata al Beato Angelo Carletti
Domenica 26 alle 10 in Duomo si terrà la Solenne celebrazione eucaristica in onore del Beato Carletti, presieduta dal vescovo di Aosta Franco Lovignana, e alle 11 ci sarà la Processione con il simulacro del Beato
CASTELLAMONTE - Roberto Perino ha vinto il concorso «Ceramics in Love» della Mostra 2018 - FOTO
CASTELLAMONTE - Roberto Perino ha vinto il concorso «Ceramics in Love» della Mostra 2018 - FOTO
Successo per il castellamontese con l'opera «Interno emerso». Al secondo posto Giacomo Lusso e Carlo Sipsz, con l'opera «Lettere d'amore alla Ceramica». Gradino più basso del podio, invece, per Nadia Allario con «L'accoppiata vincente»
PONT CANAVESE - Riprenderanno a breve le ricerche di Elisa Gualandi: nessuna speranza di trovarla viva
PONT CANAVESE - Riprenderanno a breve le ricerche di Elisa Gualandi: nessuna speranza di trovarla viva
La procura di Ivrea ha aperto un fascicolo per sequestro di persona. Un atto dovuto dal momento che, stando alle indagini dei carabinieri, la pista più accreditata è quella dell'incidente. Il giallo è ancora fittissimo
IVREA - L'addio ad Alessandra: giovane mamma morta a 33 anni
IVREA - L
Si sono svolti l'altro pomeriggio i funerali di Alessandra Fausti. Originaria di Ivrea aveva studiato a Rivarolo Canavese
CASTELLAMONTE - Città in lutto per la morte di Beppe Panella
CASTELLAMONTE - Città in lutto per la morte di Beppe Panella
Il ricordo dei colleghi della Croce Rossa: «Non possiamo fare altro che ringraziarti per tutto il bene che hai fatto. Arrivederci Panè»
CHIVASSO - Dottoressa dell'Asl To4 malmenata da un paziente
CHIVASSO - Dottoressa dell
La donna è stata medicata al pronto soccorso e giudicata guaribile in dieci giorni. A segnalare il caso è il Nursind
CASTELLAMONTE - La scuola in lacrime per Elisa, la giovane maestra morta sul Monte Bianco: aveva solo 27 anni
CASTELLAMONTE - La scuola in lacrime per Elisa, la giovane maestra morta sul Monte Bianco: aveva solo 27 anni
«Una ragazza molto appassionata ed energica. Sempre positiva e capace di instaurare un bel rapporto con i bambini», la ricorda il preside Federico Morgando. Tutti i giorni faceva la spola con Castellamonte per insegnare
CASELLE - Controlli della polizia in aeroporto: tre stranieri respinti
CASELLE - Controlli della polizia in aeroporto: tre stranieri respinti
Nel corso del ponte di Ferragosto sono state identificate circa 750 persone, tre di queste sono state respinte alla frontiera
SAN GIUSTO - Hashish e marijuana in auto: 21enne denunciato
SAN GIUSTO - Hashish e marijuana in auto: 21enne denunciato
La sostanza stupefacente è stata sequestrata ed il giovane è stato denunciato per detenzione illegale di sostanze stupefacenti
CERESOLE REALE - Un concerto per ricordare Gianpiero Mattioda
CERESOLE REALE - Un concerto per ricordare Gianpiero Mattioda
Concerto d'Estate al PalaMila di Ceresole, sabato pomeriggio, dedicato al ricordo dell'imprenditore di Cuorgnè
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore