RIFIUTI - Controlli dei carabinieri del Noe nelle isole ecologiche: multate alcune imprese

| I militari dell'Arma hanno effettuato diverse ispezioni anche nei Comuni del basso Canavese dove non sarebbero emerse grosse criticità. I controlli saranno probabilmente estesi nelle prossime settimane anche ad altri Comuni della zona

+ Miei preferiti
RIFIUTI - Controlli dei carabinieri del Noe nelle isole ecologiche: multate alcune imprese
Negli ultimi mesi i Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Torino hanno effettuato una serie di controlli nei centri di raccolta dei rifiuti urbani dei comuni della cintura del capoluogo piemontese. Queste aree, meglio conosciute con il nome suggestivo di “isole ecologiche”, sono adibite a ricevere i rifiuti ingombranti prodotti dai privati residenti nel Comune o nei comprensori di Comuni al cui servizio è adibita l’area. Con esclusione di alcune situazioni paradossali, come la stufa di recupero adattata artigianalmente alimentata con gli stessi rifiuti conferiti e accesa di fianco al cassone per la raccolta dei rifiuti plastici, con evidente pericolo di provocare un incendio, i diversi controlli hanno permesso di delineare un quadro di insieme abbastanza soddisfacente, evidenziando, però, accanto a situazioni di gestione eccellente, alcune criticità ed irregolarità spesso assai diffuse.
 
Le “isole ecologiche” sono state create per permettere lo smaltimento di quei rifiuti domestici, cosiddetti “ingombranti” o quelli, sempre domestici, ma pericolosi come batterie esauste, diverse tipologie di apparecchiature elettroniche, neon, recipienti per solventi o vernici, i quali o per dimensione o per tipologia, non possono essere gettati nei cassonetti. Comune denominatore per tutti i materiali, che finiscono in questi centri di raccolta, è che abbiano provenienza domestica e che non siano originati da attività produttive anche artigianali, queste ultime, infatti, sono soggette a specifiche modalità di smaltimento. Al contrario si è rilevato che comunemente nelle aree ecologiche, talvolta con la complicità degli stessi gestori, vengono conferiti rifiuti provenienti da attività produttive fraudolentemente presentati come conferimenti privati. Questa situazione oltre a costituire condotta illecita, comporta un illecito guadagno per coloro che hanno un’attività produttiva anche piccola, permettendo loro di azzerare i costi di smaltimento dei rifiuti, e, sul versante opposto, determina un innalzamento dei costi di gestione della raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani con il conseguente ricarico sulla tassa sui rifiuti a danno del singolo utente privato.  
 
Sono state irrogate sanzioni amministrative a carico di alcune imprese, anche individuali, che conferivano rifiuti provenienti dalla loro attività produttiva spacciandoli come domestici, in particolare rifiuti da demolizione, scarti di lavorazione dei serramenti in legno e parti di autovetture. Per quanto riguarda le “isole ecologiche” sono in corso accertamenti per valutare le responsabilità dei gestori delle singole aree.
Cronaca
CASTELLAMONTE - Giù per la discesa in bici si schianta e resta incastrato nella cancellata di una villa - VIDEO
CASTELLAMONTE - Giù per la discesa in bici si schianta e resta incastrato nella cancellata di una villa - VIDEO
Se la dovrebbe cavare con novanta giorni di prognosi il nigeriano di 25 anni che oggi pomeriggio, in strada Crosa, si è schiantato contro la cancellata di una villa mentre era in sella alla propria bicicletta. E' ricoverato al Cto di Torino
CASTELLAMONTE - Richiedente asilo si schianta in bici: grave al Cto
CASTELLAMONTE - Richiedente asilo si schianta in bici: grave al Cto
Il giovane è caduto in discesa sulla provinciale per Filia. È stato soccorso dal personale del 118 e trasportato in ospedale
RIVARA - I bimbi vanno a scuola nel parco del Castello - FOTO
RIVARA - I bimbi vanno a scuola nel parco del Castello - FOTO
Oggi i bambini hanno potuto vivere l'esperienza della pittura «en plein air» ripercorrendo i passi della nota Scuola di Rivara
LEINI - Ruba le carte di credito per andare a giocare alle slot - VIDEO
LEINI - Ruba le carte di credito per andare a giocare alle slot - VIDEO
Un 19enne di etnia sinti arrestato dai carabinieri grazie alla pronta segnalazione del titolare di una sala bingo di Rivoli
CUORGNE' - Cesma lancia un’iniziativa formativa internazionale
CUORGNE
Per l’anno 2017-18 avviato un pacchetto di attività in ambito internazionale, sviluppate in parte sul territorio francese
SAN GIUSTO CANAVESE - Grave incendio al benzinaio: furgone distrutto dalle fiamme - FOTO
SAN GIUSTO CANAVESE - Grave incendio al benzinaio: furgone distrutto dalle fiamme - FOTO
Un furgone svizzero che aveva appena effettuato un rifornimento alla stazione di servizio Tamoil, ha improvvisamente preso fuoco nei pressi del distributore. Gli occupanti sono riusciti a scendere dal mezzo. Benzinaio devastato
CUORGNE' - Da Hong Kong per celebrare San Callisto Caravario - FOTO
CUORGNE
Ieri alle 10.30 il cardinal Joseph Zen Ze-Kiun salesiano ed arcivescovo emerito di Hong Kong ha incontrato don Nicola Faletti
ALBIANO D'IVREA - Trovata una bomba in un campo agricolo: allarme
ALBIANO D
Artificieri in azione per la messa in sicurezza dell'area. La bomba sarà fatta brillare. Si tratta di un ordigno bellico
FORNO CANAVESE - Incidente stradale a Crosi: un uomo ferito
FORNO CANAVESE - Incidente stradale a Crosi: un uomo ferito
Paura questa mattina sulla provinciale tra Forno e Rivara. Un sessantenne di Forno si è ribaltato con la propria auto
CALUSO - Salta il bancomat della Biver Banca: ladri in fuga con il bottino - FOTO
CALUSO - Salta il bancomat della Biver Banca: ladri in fuga con il bottino - FOTO
Probabilmente con del gas esplosivo la banda ha fatto saltare l'alloggiamento del bancomat arraffando le banconote all'interno. Bottino da quantificare. Indagini dei carabinieri della compagnia di Chivasso
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore