RIFIUTI - Controlli dei carabinieri del Noe nelle isole ecologiche: multate alcune imprese

| I militari dell'Arma hanno effettuato diverse ispezioni anche nei Comuni del basso Canavese dove non sarebbero emerse grosse criticità. I controlli saranno probabilmente estesi nelle prossime settimane anche ad altri Comuni della zona

+ Miei preferiti
RIFIUTI - Controlli dei carabinieri del Noe nelle isole ecologiche: multate alcune imprese
Negli ultimi mesi i Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Torino hanno effettuato una serie di controlli nei centri di raccolta dei rifiuti urbani dei comuni della cintura del capoluogo piemontese. Queste aree, meglio conosciute con il nome suggestivo di “isole ecologiche”, sono adibite a ricevere i rifiuti ingombranti prodotti dai privati residenti nel Comune o nei comprensori di Comuni al cui servizio è adibita l’area. Con esclusione di alcune situazioni paradossali, come la stufa di recupero adattata artigianalmente alimentata con gli stessi rifiuti conferiti e accesa di fianco al cassone per la raccolta dei rifiuti plastici, con evidente pericolo di provocare un incendio, i diversi controlli hanno permesso di delineare un quadro di insieme abbastanza soddisfacente, evidenziando, però, accanto a situazioni di gestione eccellente, alcune criticità ed irregolarità spesso assai diffuse.
 
Le “isole ecologiche” sono state create per permettere lo smaltimento di quei rifiuti domestici, cosiddetti “ingombranti” o quelli, sempre domestici, ma pericolosi come batterie esauste, diverse tipologie di apparecchiature elettroniche, neon, recipienti per solventi o vernici, i quali o per dimensione o per tipologia, non possono essere gettati nei cassonetti. Comune denominatore per tutti i materiali, che finiscono in questi centri di raccolta, è che abbiano provenienza domestica e che non siano originati da attività produttive anche artigianali, queste ultime, infatti, sono soggette a specifiche modalità di smaltimento. Al contrario si è rilevato che comunemente nelle aree ecologiche, talvolta con la complicità degli stessi gestori, vengono conferiti rifiuti provenienti da attività produttive fraudolentemente presentati come conferimenti privati. Questa situazione oltre a costituire condotta illecita, comporta un illecito guadagno per coloro che hanno un’attività produttiva anche piccola, permettendo loro di azzerare i costi di smaltimento dei rifiuti, e, sul versante opposto, determina un innalzamento dei costi di gestione della raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani con il conseguente ricarico sulla tassa sui rifiuti a danno del singolo utente privato.  
 
Sono state irrogate sanzioni amministrative a carico di alcune imprese, anche individuali, che conferivano rifiuti provenienti dalla loro attività produttiva spacciandoli come domestici, in particolare rifiuti da demolizione, scarti di lavorazione dei serramenti in legno e parti di autovetture. Per quanto riguarda le “isole ecologiche” sono in corso accertamenti per valutare le responsabilità dei gestori delle singole aree.
Cronaca
IVREA - Tenta di rubare 250 euro di profumi ma viene bloccata
IVREA - Tenta di rubare 250 euro di profumi ma viene bloccata
Una ragazza di 21 anni fermata dai carabinieri dopo il tentato furto di cosmetici all'interno del Carrefour Market
CANAVESE - Pugno di ferro dei carabinieri: sequestrate case e auto alle famiglie di nomadi sinti
CANAVESE - Pugno di ferro dei carabinieri: sequestrate case e auto alle famiglie di nomadi sinti
Ieri mattina, su indicazione della procura di Ivrea, i militari dell'Arma hanno sequestrato undici immobili, auto, negozi e terreni a Leini, San Carlo Canavese e Villanova Canavese. Tutte proprietà di alcune famiglie di sinti piemontesi
LAVORO IN CANAVESE - Il Bennet cerca personale
LAVORO IN CANAVESE - Il Bennet cerca personale
Offerte di lavoro per Addetti ipermercato, Allievi/e Direttori, Cassiere/i, Apprendisti, Giovani 16-23 anni, Farmacisti, Macellai a Torino e provincia
MONTANARO - Spaccio di droga: arrestato un ragazzo di 21 anni
MONTANARO - Spaccio di droga: arrestato un ragazzo di 21 anni
Questa mattina il Gip del tribunale di Ivrea, pur convalidando l'arresto, non ha disposto alcuna misura restrittiva per il ragazzo
LOMBARDORE - La strada per il Paradiso è irta di rifiuti - FOTO
LOMBARDORE - La strada per il Paradiso è irta di rifiuti - FOTO
Tra Leini e Lombarodre la strada che porta al Gran Paradiso è costellata di piazzole che molti hanno scambiato per discariche
CANAVESE - Incidenti a raffica nella notte ad Agliè, Pont e Salassa: feriti due giovani di Rivarolo
CANAVESE - Incidenti a raffica nella notte ad Agliè, Pont e Salassa: feriti due giovani di Rivarolo
Sulle dinamiche degli schianti sono in corso gli accertamenti dei carabinieri della compagnia di Ivrea. L'incidente più grave a Pont Canavese, in frazione Doblazio. Abbattuto anche un palo dell'illuminazione pubblica
TRUFFE AGLI ANZIANI - Ecco l'auto utilizzata dai ladri per raggirare i pensionati - FOTO
TRUFFE AGLI ANZIANI - Ecco l
Potrebbero aver agito in tantissimi Comuni del Canavese, della provincia e anche a Torino i malviventi intercettati ieri mattina a Caselle dopo l'ennesima truffa ai danni di un'anziana. Uno di loro è stato arrestato
CANAVESANA - Treni obsoleti e nessun rispetto per i passeggeri
CANAVESANA - Treni obsoleti e nessun rispetto per i passeggeri
Riceviamo e pubblichiamo la lettera di un pendolare della ferrovia Canavesana. Lettera che riassume mesi di disagi
IVREA - Cgil, Cisl e Uil contro l'Asl To4 sulla questione sicurezza
IVREA - Cgil, Cisl e Uil contro l
Solo qualche giorno fa un'altra aggressione è stata registrata nel Presidio Ospedaliero di Chivasso. Allarme tra i dipendenti
BORGOMASINO - Rubano 200 mila euro di materiale sportivo: due arresti
BORGOMASINO - Rubano 200 mila euro di materiale sportivo: due arresti
Operazione coordinata dalla procura di Aosta per un ingente furto in un negozio. In manette due fratelli di Borgomasino
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore