RIVAROLO CANAVESE - I genitori della scuola elementare: «Non punite la maestra»

| Diversi genitori, chiedendo che non vengano presi provvedimenti disciplinari, hanno spedito una lettera a Fabrizio Manca, direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale

+ Miei preferiti
RIVAROLO CANAVESE - I genitori della scuola elementare: «Non punite la maestra»
La maestra ha sbagliato ma metterla alla gogna e punirla sarebbe troppo. Lo scrivono nero su bianco diversi genitori della scuola elementare di Rivarolo Canavese che l'altro ieri, chiedendo che non vengano presi provvedimenti disciplinari, hanno spedito una lettera a Fabrizio Manca, direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale, e al preside rivarolese Alberto Focilla. Il riferimento va all'episodio dello scorso 25 febbraio, sfociato in una denuncia in procura a Ivrea e in un esposto al provveditorato. Protagonista, suo malgrado, una maestra della scuola «Gibellini Vallauri» che, sbottando in classe davanti ad alunni e genitori, avrebbe umiliato uno studente autistico. La maestra era rimasta per un mese senza colleghi di sostegno. Circostanza che ha obbligato l'ufficio scolastico regionale a intervenire per assegnare un insegnante in più alla scuola di Rivarolo (che dovrebbe prendere servizio nei prossimi giorni).
 
«Apprezziamo il suo intervento che finalmente darà la possibilità al bambino di essere seguito adeguatamente da un insegnante di sostegno - scrivono i genitori con riferimento a Manca - senza entrare nel merito delle procedure burocratiche, ci sentiamo di esprimere totale solidarietà nei confronti dell’insegnante coinvolta che, pur sbagliando nel metodo, si è trovata in una situazione infelice». Secondo molte mamme e papà, alcuni anche presenti alla sfuriata della maestra dello scorso 25 febbraio, «se l’insegnante ha sbagliato, i genitori hanno però intrapreso un’azione sproporzionata rispetto al torto, ponendo la maestra in una situazione di ulteriore difficoltà». 
 
Sanno bene i genitori che Luca avrebbe avuto bisogno sin dall'inizio di un insegnante di sostegno. «A ben vedere il lavoro dell’insegnante e della collega che la affianca nelle attività quotidiane è talvolta reso effettivamente troppo complesso poiché il piccolo Luca avrebbe bisogno di un insegnante di sostegno che speriamo arrivi presto. La maestra allora cosa può fare? Se seguisse il bambino come andrebbe seguito non potrebbe portare avanti la lezione e a questo punto verrebbe leso il diritto allo studio di tutti gli altri compagni. Pensiamo possa capitare a chiunque di noi la giornata storta, ma prendere questo errore umano per montare un polverone e rischiare di screditare una professionalità fatta di anni di servizio è obiettivamente ingiusto». I genitori invitano a non prendersela nemmeno con la scuola elementare di Rivarolo, «perché ha messo a disposizione un team di persone, la maggior parte volontarie a titolo gratuito, per affiancare il piccolo Luca». Con l'auspicio «che non venga preso alcun provvedimento nei confronti dell’insegnante coinvolta».
Dove è successo
Cronaca
TRAGEDIA AL RALLY CITTA' DI TORINO - Muore un bimbo travolto da un'auto: la procura di Ivrea apre un'inchiesta - FOTO
TRAGEDIA AL RALLY CITTA
Un'auto impegnata nella corsa è uscita di strada travolgendo un'intera famiglia. L'inchiesta è stata affidata al pubblico ministero Ruggero Mauro Crupi. Le indagini sulla dinamica dell'incidente sono in corso a cura dei carabinieri
CALUSO - Incidente stradale: due feriti sulla statale 26 - VIDEO
CALUSO - Incidente stradale: due feriti sulla statale 26 - VIDEO
Scontro frontale, oggi intorno alle 16.30. Coinvolti un Fiat Ducato e una Fiat Panda all'incrocio appena fuori il centro abitato
TRAGEDIA AL RALLY CITTÀ DI TORINO - AUTO SULLA FOLLA: MUORE UN BAMBINO DI SEI ANNI
TRAGEDIA AL RALLY CITTÀ DI TORINO - AUTO SULLA FOLLA: MUORE UN BAMBINO DI SEI ANNI
Tragedia assurda a Coassolo, nelle Valli di Lanzo. Nel corso del «Rally Città di Torino» un'auto è finita sulla folla. Un bambino di 6 anni è morto travolto dalla vettura in gara. Travolti anche altri tre spettatori
AGLIE' - Partiti i lavori nella chiesa dove riposa Guido Gozzano
AGLIE
L’intenzione dei progettisti è quella di recuperare assetto e colori originali, riportando la facciata alla sua versione del 1300
CASTELLAMONTE - Torna la «Run for Parkinson»
CASTELLAMONTE - Torna la «Run for Parkinson»
Domenica 28 maggio si corre per l'associazione Parkinsoniani del Canavese Onlus
IVREA - Al museo Garda l'attesa mostra di Lorenzo Mattotti
IVREA - Al museo Garda l
I lavori dell'artista sono esposti in tutto il mondo; collabora con Le Monde, il New Yorker e altre riviste internazionali
TORINO-BORGARO - Resta in carcere la rom che ha investito un uomo
TORINO-BORGARO - Resta in carcere la rom che ha investito un uomo
Oreste Giagnotto, 58 anni di Torino, travolto da un camper al confine tra Borgaro e Torino, è morto lo scorso 12 maggio
RIVAROLO - «ToBeIng» all'esordio nelle elezioni per l'Ordine degli Ingegneri
RIVAROLO - «ToBeIng» all
Abbiamo chiesto a Fabrizio Vinardi, originario del Canavese occidentale ma ormai torinese di adozione, e a Fabrizia Giordano, alladiese, un breve parere su punti di forza, idee e proposte
RIVAROLO CANAVESE - Il «castellazzo» è in vendita: si cerca un nuovo proprietario. Prezzo top secret
RIVAROLO CANAVESE - Il «castellazzo» è in vendita: si cerca un nuovo proprietario. Prezzo top secret
L'antico castello rivarolese, da tempo trasformato in un'abitazione, è in vendita su iniziativa di privati. L'annuncio è comparso su internet nei giorni scorsi. «Trattativa riservata», recita l'annuncio dell'immobiliare
LOCANA-NOASCA-CERESOLE REALE - Nasce l'infermiere di comunità per una sanità più umana e vicina ai cittadini
LOCANA-NOASCA-CERESOLE REALE - Nasce l
All'ospedale Vernetti di Locana, l'Asl To4 ha presentato il progetto sperimentale di Infermiere di Comunità dell’area Locana-Noasca-Ceresole Reale. «L'infermiere sarà il volto dell'Asl sul territorio» dice il direttore Ardissone
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore