RIVAROLO CANAVESE - Traffico di rottami: sette persone denunciate. Fatture false per 14 milioni di euro - VIDEO

| L’operazione, convenzionalmente chiamata “Dirty Metal”, è nata per far luce sulle modalità di acquisizione e rivendita di un ingente quantitativo di rottami metallici da parte un’impresa di Rivarolo Canavese

+ Miei preferiti
RIVAROLO CANAVESE - Traffico di rottami: sette persone denunciate. Fatture false per 14 milioni di euro - VIDEO
Ventiquattro mila tonnellate di rottami movimentati illegalmente e sette persone denunciate a vario titolo per reati ambientali e frode fiscale. Fatture false per oltre 14 milioni di euro. Questo il bilancio di un’operazione portata a termine della Guardia di Finanza di Torino e coordinata dalla Procura della Repubblica del capoluogo Piemontese, che ha posto fine all’attività criminosa di un’azienda operante nel settore dei rottami metallici che, secondo gli inquirenti, immetteva sul mercato rifiuti potenzialmente nocivi per la salute pubblica.
 
Si trattava, come hanno accertato i Finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria Torino, di materiale di dubbia provenienza irregolarmente acquistato in violazione della normativa per lo smaltimento di rifiuti pericolosi. L’operazione, convenzionalmente chiamata “Dirty Metal”, è nata per far luce sulle modalità di acquisizione e rivendita di un ingente quantitativo di rottami metallici da parte un’impresa di Rivarolo Canavese. In quella occasione i Finanzieri hanno appurato come la società canavesana avesse acquistato oltre 24 mila tonnellate di rifiuti, “camuffando” la contabilità per mascherare l’effettiva provenienza degli stessi.
 
La tecnica adottata dagli indagati prevedeva che l’azienda contabilizzasse gli acquisti mediante fatture per operazioni inesistenti oppure dichiarando che la merce era stata ricevuta da privati cittadini. L’obiettivo, chiamiamolo così, dei responsabili era quello di aggirare la normativa ambientale e immettere in commercio rottami metallici che, in ragione della loro effettiva provenienza, sarebbero invece dovuti essere sottoposti a specifici trattamenti di recupero regolamentati per legge.
 
L’intervento della Guardia di Finanza ha interrotto la gestione abusiva dei materiali pericolosi che, proprio in virtù della loro fraudolenta provenienza, rappresentava un concreto rischio per l’ambiente e per la salute. L’amministratore della società (G.N., di anni 26), e altre cinque persone di età compresa tra i 73 e i 38 anni, amministratori di altrettante società, tutte del medesimo settore, sono stati denunciati per emissione di fatture false per oltre 14 milioni di euro, nonché per l’evasione di circa 3 milioni di Iva.  Lo stesso amministratore, insieme al suo predecessore (A.C., di anni 58), è stato denunciato anche per traffico illecito di rifiuti.
Video
Dove è successo
Cronaca
AUTOSTRADA A5 - Incidente stradale in galleria a Quassolo: cinque feriti, tra questi anche un bambino - FOTO
AUTOSTRADA A5 - Incidente stradale in galleria a Quassolo: cinque feriti, tra questi anche un bambino - FOTO
Lo schianto è avvenuto al chilometro 49 in direzione Aosta. I feriti sono stati subito soccorsi anche da altri automobilisti che hanno assistito al tamponamento. Lunghe code sull'autostrada dal Canavese verso la Valle d'Aosta
CUORGNE' - Bastoni e coltelli in auto: pensionato nei guai - VIDEO
CUORGNE
I carabinieri di Ronco Canavese hanno denunciato un 68enne di Sparone per porto abusivo di armi e strumenti atti ad offendere
IVREA - Il Natale si accende con il villaggio di Harry Potter - FOTO
IVREA - Il Natale si accende con il villaggio di Harry Potter - FOTO
Folla di bambini già nel primo giorno di apertura per il villaggio natalizio di piazza Ottinetti dedicato alla saga del maghetto
LOCANA - Chironio e i suoi presepi tutti da scoprire
LOCANA - Chironio e i suoi presepi tutti da scoprire
Ancora più suggestivi i presepi in questa seconda edizione, ancora più dettagliati nei particolari, curati e ben realizzati
RIVAROLO CANAVESE - Esce di casa e scompare, poi rientra in nottata: fine dell'emergenza
RIVAROLO CANAVESE - Esce di casa e scompare, poi rientra in nottata: fine dell
Ieri sera la nota trasmissione di Rai Tre, «Chi l'ha visto», ha lanciato l'appello di una giovane di Rivarolo Canavese scomparsa nel nulla. In nottata, per fortuna, la 29enne è tornata a casa. Fine delle ricerche
PARCO GRAN PARADISO - Torna «Fotografare il parco»
PARCO GRAN PARADISO - Torna «Fotografare il parco»
Sono aperte le iscrizioni alla dodicesima edizione del concorso internazionale
BORGARO - 25 mila euro di multa per le macchinette accese
BORGARO - 25 mila euro di multa per le macchinette accese
Operazione della municipale sul rispetto dell'ordinanza del Comune. 51 slot accese alle 10 del mattino nonostante il divieto
CASTELLAMONTE - Falsi tecnici dell'acquedotto truffano un'anziana e le portano via gioielli e contanti
CASTELLAMONTE - Falsi tecnici dell
Il colpo in frazione Spineto. I balordi sono entrati in casa con la solita scusa di un controllo alla rete idrica. Quando la donna si è accorta del raggiro era ormai troppo tardi. La banda avrebbe messo a segno anche altri colpi in Canavese
CUORGNE' - Incendio mette in pericolo le case di Priacco - VIDEO
CUORGNE
Le fiamme hanno divorato un garage in pieno centro alla borgata e hanno rischiato di estendersi anche all'abitazione attigua
CANAVESE - Droga: arresti e segnalazioni a Ivrea, Rivarolo, Bairo, Banchette e Castellamonte
CANAVESE - Droga: arresti e segnalazioni a Ivrea, Rivarolo, Bairo, Banchette e Castellamonte
Nei giorni scorsi i carabinieri della Compagnia di Ivrea hanno arrestato una persona e segnalato altre cinque nel corso di controlli mirati a contrastare l’uso e lo spaccio di sostanze stupefacenti
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore