RIVAROLO - Il Canavese giacobino e napoleonico nella mostra di Ivo Giustetti

| Nella sala consiglio di Rivarolo giovedì alle 21 sarà inaugurata la mostra «Quando facevamo parte del Departément de la Doire»

+ Miei preferiti
RIVAROLO - Il Canavese giacobino e napoleonico nella mostra di Ivo Giustetti
Nella sala consiglio del municipio di Rivarolo Canavese, in via Ivrea 60, giovedì 12 novembre alle ore 21 sarà inaugurata la mostra «Quando facevamo parte del Departément de la Doire. Il Canavese giacobino e napoleonico nelle carte della collezione di Ivo Giustetti» con documenti dal 1792 al 1815. Attraverso manifesti, lettere e periodici, la mostra si propone di ricordare al pubblico l’annessione del Piemonte alla Francia dal 1801 al 1814. Un periodo in cui l’applicazione delle leggi e delle strutture politico amministrative francesi segnò l’introduzione del Regno di Sardegna di “antico regime” di alcune riforme: dall’urbanistica allo sviluppo delle vie di comunicazione, con riflessi sull’economia e sulla cultura. Cambiamenti da una parte “imposti” dal governo francese, ma che incontravano le iniziative della borghesia e dell’aristocrazia “illuminata” che l’assolutismo sabaudo precedentemente aveva soffocato.
 
Pur con le sue ombre, il periodo napoleonico innestò nel Piemonte indirizzi e progetti innovativi che avrebbero superato l’oscurantismo della Restaurazione, dopo il 1814, per poi svilupparsi con i regni di Carlo Alberto e di Vittorio Emanuele II, fino al periodo postunitario. Promossa dall’Assessorato alla Cultura e dalla Biblioteca “Domenico Besso Marcheis”, la mostra è realizzata con la collaborazione delle associazioni cittadine Amici del Castello Malgrà, Circolo Filatelico e Numismatico, Associazione Nazionale Alpini – Gruppo di Rivarolo Canavese e UNITRE Rivarolo-Favria-Oglianico. Patrocinano anche alcune realtà di ricerca in ambito storico locale come il C.O.R.S.A.C di Cuorgnè, l’associazione Terra Mia di Castellamonte e la rivista Canaveis.
 
Durante la serata di apertura del 12 novembre, dopo i saluti del sindaco, Alberto Rostagno, e dell’assessore alla Cultura Costanza Conta Canova, interverranno Ivo Giustetti e Giuseppe Fragiacomo (A.S.A.C. Ivrea) descrivendo il contesto storico del Canavese durante il periodo napoleonico. A seguire, Emilio Champagne, presidente di Terra Mia, presenterà L’ultimo soldato di Napoleone, libro che raccoglie le memorie del castellamontese Celso Gallenga. Il direttore Giancarlo Sandretto illustrerà il nuovo numero della rivista Canavèis, comprendente anche un’interessante notizia rivarolese, frutto delle ricerche di Aleardo Fioccone. Nei giorni successivi la mostra sarà visitabile ad ingresso libero da venerdì 13 a domenica 15 novembre 2015 con orario 10,00-12,30 - 15,30-19,00, con possibilità di visite guidate per le classi, prenotando ai numeri 0124-454680 / 0124-26377.
 
Ivo Giustetti da oltre vent’anni si dedica con passione alla ricerca di libri, autografi e documenti di ambito canavesano. Nel 2013, in occasione del centenario del riconoscimento del titolo di Città, Ivo Giustetti aveva presentato alcune testimonianze inedite della vita economica e sociale rivarolese. «La figura di Napoleone è associata nell’immaginario comune alle imprese militari, come dimostrano numerose rievocazioni tra Valle d’Aosta e il Piemonte, ma tali aspetti sono appena citati in mostra - precisa Ivo Giustetti - i documenti esposti vorrebbero invece testimoniare alcune riforme introdotte dalla dominazione francese e che ancora oggi influenzano la nostra quotidianità».
 
«L’Amministrazione ha accolto con entusiasmo l’idea della mostra che permetterà al pubblico di accostarsi a testimonianze inedite che interessano non soltanto il contesto rivarolese, ma tutto il Canavese - evidenzia Costanza Conta Canova, assessore alla cultura della Città di Rivarolo - la passione di Ivo Giustetti per la tutela e la divulgazione del patrimonio storico è la stessa sensibilità che, durante la sua esperienza da amministratore pubblico, lo convinse a sostenere l’inventariazione dell’Archivio Storico comunale e il recupero degli spazi nel cortile del Municipio come sede di conservazione e consultazione».
Cronaca
OMICIDIO DI SAN GIORGIO - Caccia ai possibili complici di Giuseppe Laforè, preso dopo una settimana di fuga
OMICIDIO DI SAN GIORGIO - Caccia ai possibili complici di Giuseppe Laforè, preso dopo una settimana di fuga
Il 24enne è stato fermato a Moncalieri dai carabinieri della Falchera, dopo una settimana di fuga. Interrogato dal procuratore d'Ivrea, Ferrando, alla fine ha confessato. Si era stancato dell'atteggiamento del padre dell'ex fidanzata
CIRIE' - Per sfuggire all'arresto investe con la bici un carabiniere
CIRIE
Un uomo di 39 anni è stato arrestato dai carabinieri per detenzione di stupefacenti, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale
LAVORO IN CANAVESE - 14 posti da cantoniere disponibili - ECCO COME PARTECIPARE AL BANDO
LAVORO IN CANAVESE - 14 posti da cantoniere disponibili - ECCO COME PARTECIPARE AL BANDO
I candidati dovranno essere residentei nei Comuni sedi di cantiere o in subordine nei Comuni che fanno riferimento ai CPI di Cuorgnè e di Ivrea
FAVRIA - Giù calcinacci dal campanile: nuovo intervento dei pompieri - VIDEO
FAVRIA - Giù calcinacci dal campanile: nuovo intervento dei pompieri - VIDEO
I vigili del fuoco sono tornati questa mattina, sabato 19 gennaio, in quel Favria, per terminare l'intervento di messa in sicurezza di chiesa e campanile. Un intervento delicato vista la particolare posizione del cornicione pericolante
VOLPIANO-CUORGNE' - Concerti d'Inverno per le due filarmoniche
VOLPIANO-CUORGNE
La Società Filarmonica Volpianese e l'Accademia Filarmonica dei Concordi di Cuorgnè hanno organizzato due concerti d'Inverno
CANAVESE - Si scia questo fine settimana nelle valli Orco e Soana
CANAVESE - Si scia questo fine settimana nelle valli Orco e Soana
La neve naturale ancora si fa attendere ma nelle località sciistiche gli impianti sono comunque aperti per gli amanti dello sport
VICO CANAVESE - Incendio al tetto di una casa, vigile del fuoco lievemente ferito
VICO CANAVESE - Incendio al tetto di una casa, vigile del fuoco lievemente ferito
Un vigile del fuoco è rimasto lievemente ferito, oggi pomeriggio, nel corso delle operazioni di spegnimento di un incendio al tetto di un'abitazione di Inverso
CALUSO - Vuole la birra senza pagare: botte a negoziante e carabinieri
CALUSO - Vuole la birra senza pagare: botte a negoziante e carabinieri
Un uomo di 56 anni di Caluso è stato arrestato dai carabinieri per resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamenti e minacce
BOLLENGO - Rapina una donna la notte di capodanno: condannato
BOLLENGO - Rapina una donna la notte di capodanno: condannato
L'uomo, sposato, padre di due figli, muratore fino ad allora incensurato, ora dovrà scontare una pena di oltre quattro anni
OMICIDIO DI SAN GIORGIO - Il killer confessa: «Ho sparato perchè amavo la figlia di quell'uomo» - LA FOTO
OMICIDIO DI SAN GIORGIO - Il killer confessa: «Ho sparato perchè amavo la figlia di quell
Giuseppe Laforè, 24 anni, detto Alex, braccato da carabinieri e polizia è stato fermato ieri sera a Torino. Giovedì scorso, al culmine di una lite con il padre dell'ex fidanzata, ha sparato diversi colpi uccidento Laurent Radici, 44 anni
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore