RIVAROLO - Il 25 Aprile in ricordo di chi ha ricostruito l'Italia

| In occasione dell'anniversario della Liberazione intitolata una via ad Angelo Manzone - FOTO e VIDEO

+ Miei preferiti
RIVAROLO - Il 25 Aprile in ricordo di chi ha ricostruito lItalia
La città di Rivarolo nel giorno della Liberazione ha voluto ricordare non solo gli eroi della resistenza, ma tutti coloro che hanno reso possibile la ricostruzione del nostro paese. Chi, rimasto a caso o nelle retrovie, non si è lasciato abbattere dallo sconforto ed ha continuato a lavorare e lottare, sicuro che la guerra sarebbe presto finita. Tra questi c'era anche Angelo Manzone, che diviso tra lavoro e vita partigiana, con la fine del conflitto è diventato il primo sindaco della Rivarolo Liberata.

Nato nel 1905 a Montecarlo, da genitori italiani, Manzone era ritornato giovanissimo a vivere a Monforte d’Alba, il paese d’origine della madre. Qui, a 18 anni, era entrato nell’Arma dei carabinieri e dopo il corso d’addestramento era stato assegnato alla stazione di Rivarolo. Tre anni più tardi, finita la leva, era tornato ad Alba dove aveva conosciuto la sua futura moglie.

Con il Canavese nel cuore, era maturata in entrambi la decisione di trasferirsi definitivamente a Rivarolo, dove Manzone lavorò per i primi anni come ciabattino. Qui nacquero i sei figli, quattro femmine e due maschi, che ricordano il suo impegno all’interno del Fronte di Liberazione Nazionale. «Mio padre – ha spiegato commossa la figlia Mariuccia – non aveva l’età per andare in montagna, lui era uno che lavorava in silenzio, che teneva i contatti. Nessuno sa esattamente quante persone abbia aiutato durante gli anni bui dell’occupazione dei tedeschi. Una notte lo vennero a prelevare insieme a don Capirone e noi pregammo per ore nella speranza di vederlo tornare sano e salvo».

Nominato sindaco dal Cln nel 1945, rimase in carica per alcuni anni e gestì il delicato passaggio di transizione che seguì alle elezioni del giugno del ’46. Nel dopoguerra iniziò a lavorare al Vallesusa come elettricista e come portavoce dei lavoratori, ruolo che ricoprì fino alla pensione. «Siamo felici – confessa la figlia – che abbiano pensato a lui per questo importante riconoscimento. Già nel 1990 pochi mesi dopo la morte ci avevano proposto di intitolargli una via, ma la pratica si era interrotta ora finalmente siamo riusciti ad esaudire un sogno».

Video
Galleria fotografica
RIVAROLO - Il 25 Aprile in ricordo di chi ha ricostruito lItalia - immagine 1
RIVAROLO - Il 25 Aprile in ricordo di chi ha ricostruito lItalia - immagine 2
RIVAROLO - Il 25 Aprile in ricordo di chi ha ricostruito lItalia - immagine 3
RIVAROLO - Il 25 Aprile in ricordo di chi ha ricostruito lItalia - immagine 4
RIVAROLO - Il 25 Aprile in ricordo di chi ha ricostruito lItalia - immagine 5
RIVAROLO - Il 25 Aprile in ricordo di chi ha ricostruito lItalia - immagine 6
RIVAROLO - Il 25 Aprile in ricordo di chi ha ricostruito lItalia - immagine 7
RIVAROLO - Il 25 Aprile in ricordo di chi ha ricostruito lItalia - immagine 8
RIVAROLO - Il 25 Aprile in ricordo di chi ha ricostruito lItalia - immagine 9
RIVAROLO - Il 25 Aprile in ricordo di chi ha ricostruito lItalia - immagine 10
RIVAROLO - Il 25 Aprile in ricordo di chi ha ricostruito lItalia - immagine 11
RIVAROLO - Il 25 Aprile in ricordo di chi ha ricostruito lItalia - immagine 12
RIVAROLO - Il 25 Aprile in ricordo di chi ha ricostruito lItalia - immagine 13
RIVAROLO - Il 25 Aprile in ricordo di chi ha ricostruito lItalia - immagine 14
RIVAROLO - Il 25 Aprile in ricordo di chi ha ricostruito lItalia - immagine 15
RIVAROLO - Il 25 Aprile in ricordo di chi ha ricostruito lItalia - immagine 16
RIVAROLO - Il 25 Aprile in ricordo di chi ha ricostruito lItalia - immagine 17
RIVAROLO - Il 25 Aprile in ricordo di chi ha ricostruito lItalia - immagine 18
Cronaca
LOMBARDORE - Undici piante di marijuana coltivate in un terreno agricolo: due giovani fratelli arrestati
LOMBARDORE - Undici piante di marijuana coltivate in un terreno agricolo: due giovani fratelli arrestati
Nell'ambito della stessa operazione, i militari dell'Arma hanno denunciato due studenti, di 22 e di 30 anni, sempre residenti a Lombardore, dal momento che è emerso che gli stessi avevano curato la piantagione insieme ai due fratelli
SAN GIUSTO - Vanno a fuoco i bancali nel cortile di un'azienda
SAN GIUSTO - Vanno a fuoco i bancali nel cortile di un
L'incendio divampato l'altra notte. Accertamenti dei carabinieri in corso. E' il secondo caso in meno di una settimana
MAPPANO - Al Ministero nuove offerte per comprare il Mercatone Uno
MAPPANO - Al Ministero nuove offerte per comprare il Mercatone Uno
I Commissari hanno comunicato l'avvio della procedura di cessione dei complessi aziendali con i soggetti interessati
RONCO - La festa del paese celebra l'identità francoprovenzale
RONCO - La festa del paese celebra l
L'amministrazione comunale invita tutta la popolazione a partecipare in costume
NOASCA-CERESOLE - Due interventi del soccorso alpino in pochi minuti
NOASCA-CERESOLE - Due interventi del soccorso alpino in pochi minuti
Fine giornata movimentata, quella di lunedi, per i volontari della stazione di Ceresole Reale. Due donne tratte in salvo
RIVAROLO - Prende fuoco l'insegna della Reale Mutua - FOTO
RIVAROLO - Prende fuoco l
Intervento dei vigili del fuoco subito dopo mezzanotte in corso Torino
SAN GIUSTO-FOGLIZZO - Incidente mortale: non ce l'ha fatta uno degli automobilisti coinvolti - FOTO
SAN GIUSTO-FOGLIZZO - Incidente mortale: non ce l
Il pensionato settantenne rimasto coinvolto, ieri pomeriggio, in un grave incidente sulla provinciale tra Foglizzo e San Giusto Canavese, è morto oggi, poco dopo le 12, al Cto. Dimesso, invece, il ragazzo alla guida dell'altro veicolo
FORNO - La Filarmonica suona con la Fanfara della Taurinense - VIDEO
FORNO - La Filarmonica suona con la Fanfara della Taurinense - VIDEO
A Ceresole Reale per la festa del Piemonte e i 60 anni del Soccorso Alpino, la Filarmonica ha suonato con la Taurinense
CANAVESE - A Favria la base della banda dei bancomat: due nomadi sinti arrestati - FOTO e VIDEO
CANAVESE - A Favria la base della banda dei bancomat: due nomadi sinti arrestati - FOTO e VIDEO
Due gli arrestati: erano soliti assaltare di notte sportelli bancomat con il volto coperto con le maschere di Donald Trump. Sono i fratelli sinti Vittorio Laforè, 26 anni, e Ivan Laforè, 30 anni, entrambi residenti ad Alpignano
MAZZE' - Bruciano quintali di fieno nell'azienda agricola: salvi 200 tori
MAZZE
I vigili del fuoco, che sono entrati in azione alle tre con numerose squadre, sono riusciti a limitare l'estensione dell'incendio
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore