RIVAROLO - Indagine antidroga: condanne agli spacciatori

| Prime sentenze per l’operazione Farans dei carabinieri di Rivarolo

+ Miei preferiti
RIVAROLO - Indagine antidroga: condanne agli spacciatori
Arrivano le prime sentenze per gli arrestati dell’operazione Farans, coordinata dai carabinieri di Rivarolo nel settembre del 2013. I militari avevano smantellato una rete di spacciatori che riforniva gran parte dell’alto Canavese. La pena maggiore è stata comminata a Yassin El Rhazi, 34 anni di origine marocchina, residente a Rivarolo. Per lui, tre anni e sei mesi di reclusione. Un anno e sei mesi a Rachid El Imali, 38 anni, dieci mesi a Youness Laabadla, 21 anni.

Nel corso dell’operazione sono stati coinvolti anche numerosi giovani italiani. Simone Scaringella, 23 anni, di Rivarolo, Luigi La Paglia, 24 anni, e Michele Torchia Roner, 25 anni, entrambi di Cuorgnè, hanno incassato una pena di quattro mesi ciascuno. Rinviati a giudizio ordinario, infine, Adil Grimeh, 26 anni, e Yassin Aziz, 28. All’epoca dei fatti scattarono una dozzina di arresti. I carabinieri sequestrarono anche eroina, hashish, piante di canapa indiana, marijuana, semi di canapa indiana, un coltello, sette grinder e cinque riviste sulla coltivazione della cannabis.

Gran parte degli imputati hanno scelto il giudizio alternativo ottenendo il patteggiamento della pena o il rito abbreviato. Da settembre dell’anno scorso ad oggi, tra l’altro, sono stati arrestati anche tre marocchini latitanti che, all’epoca del blitz, erano riusciti a scappare trovando rifugio in Francia o nel paese d’origine.

A gestire “il giro” erano proprio i marocchini, abili a organizzare anche il lavoro dei “soci” italiani. Vendevano principalmente cocaina (80 euro al grammo) ed eroina (20 euro al grammo). Per vendere la dose impiegavano trenta secondi. O a casa dei marocchini, in centro a Rivarolo, oppure in strada. I clienti, in tal caso, si affacciavano al finestrino dell’auto del pusher e compravano la droga. I clienti che si rifornivano abitualmente a Rivarolo erano per la maggior parte dei ventenni, per giunta in cerca di eroina, provenienti da tutto il Canavese: Ivrea, Castellamonte, Cuorgnè, Rivarolo, Rivara, Prascorsano e molti altri Comuni della zona. 

Cronaca
TORINO - Estorce 60 mila euro a pensionato di Borgaro: un 35enne arrestato dai carabinieri di Caselle
TORINO - Estorce 60 mila euro a pensionato di Borgaro: un 35enne arrestato dai carabinieri di Caselle
Secondo i carabinieri l'uomo era un vero e proprio professionista dell'elemosina ed è possibile che altri pensionati siano finiti nella sua rete estorsiva. Secondo gli accertamenti l'estorsione andava avanti dal 2011
VIDRACCO - Un convegno sull'alimentazione sana
VIDRACCO - Un convegno sull
In un periodo di grande attenzione al cibo, alla cucina e al corpo è importante avere informazioni chiare che permettono di fare scelte semplici e oculate
RIVAROLO - Aggredirono un passante: due ragazzi arrestati dai carabinieri
RIVAROLO - Aggredirono un passante: due ragazzi arrestati dai carabinieri
I due, il 29 luglio 2011, a seguito di una breve discussione aggredirono un passante per futili motivi. Condannati e arrestati
CALUSO - Carabiniere e consigliere comunale: trasferimento negato
CALUSO - Carabiniere e consigliere comunale: trasferimento negato
Niente trasferimento in Campania per un carabiniere di Caluso che è anche un consigliere comunale nel salernitano
TERREMOTO CENTRO ITALIA - Il grande cuore del Canavese: donato un camper a una famiglia rimasta senza casa
TERREMOTO CENTRO ITALIA - Il grande cuore del Canavese: donato un camper a una famiglia rimasta senza casa
Giancarlo Ricottini, agricoltore, sposato e padre di due figli, potrà quindi riunire la famiglia a bordo del mezzo in quel di Pieve Torina, provincia di Macerata. Una soluzione provvisoria (ma fondamentale) per ricominciare...
CASELLE - Minacce di morte al collega: guardia giurata nei guai
CASELLE - Minacce di morte al collega: guardia giurata nei guai
I carabinieri hanno fermato una guardia giurata di 40 anni residente a Torino. L'uomo avrebbe minacciato un collega e la famiglia
CERESOLE REALE - Scialpinista di Castellamonte muore vicino al rifugio Jervis stroncato da un malore
CERESOLE REALE - Scialpinista di Castellamonte muore vicino al rifugio Jervis stroncato da un malore
Durante l’escursione, a una quota di circa 2200 metri, intorno alle ore 12 l’uomo residente a Castellamonte ha improvvisamente avvertito un malore. All'arrivo dei soccorsi, però, il suo cuore aveva già smesso di battere
CERESOLE REALE - Tragedia in quota: muore noto ricercatore del Politecnico di Torino
CERESOLE REALE - Tragedia in quota: muore noto ricercatore del Politecnico di Torino
Durante un’escursione, a una quota 2200 metri vicino al rifugio Jervis, intorno alle 12, l’uomo residente a Castellamonte ma originario di Cuorgnè, ha improvvisamente avvertito un malore. Inutili tutti i soccorsi
IVREA - Tetto di un cascinale a fuoco: intervento dei pompieri
IVREA - Tetto di un cascinale a fuoco: intervento dei pompieri
Diverse squadre dei vigili del fuoco impegnate nello spegnimento del rogo. Nessun ferito ma ampi danni alla struttura
RONCO CANAVESE - Incendio tetto: residenti e pompieri spengono le fiamme
RONCO CANAVESE - Incendio tetto: residenti e pompieri spengono le fiamme
I proprietari dello stabile, insieme ad alcuni vicini di casa, si sono prodigati per limitare l'estensione delle fiamme fino all'arrivo dei pompieri
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore