SALASSA - Antimafia blocca azienda: lavoratori scrivono al prefetto

| Niente appalti all’azienda in odore di mafia. Anche se quell'accusa, ai danni del titolare, è caduta. Appello dei dipendenti

+ Miei preferiti
SALASSA - Antimafia blocca azienda: lavoratori scrivono al prefetto
Niente appalti all’azienda in odore di mafia. Anche se quell’accusa, ai danni del titolare, è decaduta. Così i dipendenti, che adesso rischiano il posto, scrivono al prefetto chiedendo l’annullamento dell’interdittiva antimafia. Succede a Salassa, dove i lavoratori delle aziende collegate a Giovanni Macrì hanno spedito un appello alla prefettura. 
 
«La scorsa settimana i titolari hanno convocato una riunione nella quale hanno espresso la loro intenzione di arrivare alla chiusura entro il mese di aprile – scrivono i dipendenti nella lettera – a causa dell’impossibilità di proseguire con l’attività lavorativa e l’acquisizione di nuove commesse». Le aziende in questione, infatti, che si occupano di opere edili e impiantistica, hanno lavorato per anni quasi sempre per enti pubblici, compresi alcuni Comuni del Canavese. Con l’interdittiva antimafia ancora attiva, però, alla scadenza dei vecchi contratti, le attività non potranno partecipare ad altre gare d’appalto.
 
E questo vale per le aziende di Salassa anche se non risultano direttamente intestate allo stesso Giovanni Macrì. «Perdere il posto è una cosa che non ci possiamo permettere in questo momento: siamo mamme e papà, abbiamo dei figli da crescere, dei mutui da pagare, spese quotidiane per la sopravvivenza, tra noi ci sono lavoratori che sono l’unica fonte di sostentamento per la famiglia».
 
Giovanni Macrì, imprenditore molto noto in Canavese, è stato indagato nel 2011 nell’ambito dell’inchiesta Minotauro ed accusato di voto di scambio mafioso a favore dell’ex sindaco di Rivarolo, Fabrizio Bertot. Macrì è stato condannato ma è caduta l’aggravante mafiosa in Cassazione. Per la prefettura, nel 2011, c’erano elementi per «riconoscere il divieto di aggiudicarsi opere pubbliche per supposti elementi di continuità con pratiche e personaggi in odore di mafia». 
Dove è successo
Cronaca
RIVAROLO - Incidente stradale in corso Re Arduino: ferito motociclista - FOTO
RIVAROLO - Incidente stradale in corso Re Arduino: ferito motociclista - FOTO
Il centauro, che faceva parte di un gruppo di motociclisti che stava procedendo in direzione Feletto, è stato sbalzato al suolo
ALLARME IN OSPEDALE - Infermiera aggredita e molestata a fine turno nel cortile dell'ospedale di Chivasso
ALLARME IN OSPEDALE - Infermiera aggredita e molestata a fine turno nel cortile dell
Episodi analoghi, in termini di sicurezza, si sono verificati nei mesi scorsi anche a Ivrea. L'azienda sanitaria ha annunciato una serie di provvedimenti per scongiurare il ripetersi delle violenze ma, quanto a pare, la soluzione è lontana
CHIVASSO - Cadavere riaffiora nel Po: indagini in corso sulle persone scomparse
CHIVASSO - Cadavere riaffiora nel Po: indagini in corso sulle persone scomparse
Il corpo, in avanzato stato di decomposizione appartiene ad una donna, alta circa 1 metro e 55, di corporatura robusta
CUORGNE' - Fiamme nella palazzina: paura ma nessun ferito - FOTO
CUORGNE
Provvidenziale l'intervento dei vigili del fuoco di Castellamonte che, insieme ai colleghi di Ivrea, hanno domato il rogo
VOLPIANO - La città in lutto per la scomparsa di Piero Cerutti
VOLPIANO - La città in lutto per la scomparsa di Piero Cerutti
Il cordoglio del sindaco. Nel 2003 era stato nominato Cavaliere della Repubblica Italiana per i suoi meriti nel campo delle arti
RAPINANO ANZIANO IN STRADA - Il balordo preso a Volpiano è già stato scarcerato - VIDEO DELL'AGGRESSIONE
RAPINANO ANZIANO IN STRADA - Il balordo preso a Volpiano è già stato scarcerato - VIDEO DELL
Anass Ouahmane, nel video della rapina diffuso dalla polizia, è quello che va incontro all’anziano, lo supera, torna indietro e poi lo aggredisce alle spalle tentando di strappargli la catenina d’oro. E' già ai domiciliari
SAN GIUSTO - Incendio in un'azienda: intervento dei pompieri - FOTO
SAN GIUSTO - Incendio in un
A dare l'allarme sono stati alcuni residenti e automobilisti di passaggio che, dalla provinciale, hanno notato le fiamme
TERRORISMO - Un fuggitivo forse diretto verso l'Italia: aumentano i controlli in tutto il Piemonte
TERRORISMO - Un fuggitivo forse diretto verso l
Intanto oggi all'aeroporto di Caselle sono atterrati i primi turisti piemontesi tornati immediatamente in Italia dopo l'attacco a Barcellona. Sono atterrati all'aeroporto Pertini alle 13 con il volo Ryanair. Tutti ancora sotto shock
SPARONE - Turista francese si perde: salvato dal soccorso alpino
SPARONE - Turista francese si perde: salvato dal soccorso alpino
Lo sfortunato escursionista è stato individuato abbastanza rapidamente ed è poi stato portato a valle dall'elicottero del 118
LAVORO - 300 posti al Bennet di Chivasso: ecco dove mandare il curriculum
LAVORO - 300 posti al Bennet di Chivasso: ecco dove mandare il curriculum
Si ricercano per il nuovo punto vendita addetti alla cassa, banconisti del fresco, addetti alle vendite del reparto surgelati e dei reparti non alimentari
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore